Bravo Matteo!

Bravo Matteo Rizzo: l’azzurro ha chiuso in crescendo l’appuntamento in terra polacca! Dopo l’ottimo quarto posto al termine del libero (56.25) della Warsaw Cup, lo junior ha concluso un ottimo libero (112.21) risalendo al terzo posto scavalcando il tedesco Paul Fentz di cinque punti. Il pattinatore romano, oltre al gradino più basso del podio, ha centrato il “best score” totale con 168.46, superando il precedente(142.48) stabilito lo scorso mese; invariate le altre due posizioni con il russo Alexander Petrov che ha vinto scavando un solco profondo (rispetto a Rizzo), chiudendo con 231.53, lasciando il filippino Michael Christian Martinez (213.38) al secondo posto.

Ancora occhi puntati sulla nuova coppia Valentina Marchei e Ondrej Hotarek dopo la bella prova di ieri…. Di nuovo non hanno deluso le aspettative al termine del libero: i 102.28 punti valgono il minimo per Europei, Mondiali e recuperare una posizione in classifica regalandosi, così, il terzo posto finale (154.60).

Via libera ai canadesi Lubov Iliushechkina e Dylan Moscovitch davanti a tutti anche nel libero, e successo finale con 163.02 punti; in mezzo, fra loro e Marchei -Hotarek, i russi Lina Fedorova e Maxim Miroshkin (158.16).

Seconda giornata anche a Bordeaux con il Trophee Bompard: Nicole Della Monica e Matteo Guarise nonostante il settimo posto nel libero (107.79) hanno difeso la sesta piazza (161.13).

Cambiano i punteggi ma non le posizioni in testa. Confermata coppia regina quella russa: Ksenia Stolbova e Feodor Kimov (209.81) con i cinesi Sui e Han (200.68) davanti a Wenjing e Lei Wang (181.97).

Non è cambiato nulla nemmeno per la coppia azzurra di danza Charlene Guignard e Marco Fabbri: ancora quinta (142.29) al termine del libero; Gabriella Papadakis e Guillaume Cizeron, come nel corto, hanno dominato e vinto (166.66) davanti ai canadesi Piper Gilles/Paul Poirier (157.58) e agli statunitensi Madison Hubbel/Zachary Donohue (152.11).

 

  • Buone notizie anche dall’Open di Andorra: Adrien Bannister e Rebecca Ghilardi primi fra gli junior maschile e femminile
di Luca Reboa


TAG: Trophee Eric Bompard