Coppa Del Mondo Junior di pattinaggio di velocità

Grandi emozioni ghiacciate e emozioni azzurre nella tappa italiana della Coppa del Mondo Junior (Junior World Cup), di pattinaggio velocità in pista lunga, disputata sabato e domenica 16 e 17 gennaio 2016, con in gara oltre 130 atleti di 19 Nazioni Europee.

La manifestazione si è svolta sull’anello olimpico dell’Ice Rink Pinè a Baselga di Pinè (Trentino – Italia) già teatro di Campionati del Mondo, Europei, Coppe del Mondo e nel dicembre 2013 delle Universiadi Invernali Trentino 2013 ed ha visto una partecipazione record sia come atleti (80 maschi e 50 femmine) che come Nazioni al via, che dimostra l’importanza della competizione (in palio anche le ultime qualificazioni per i Giochi Olimpici Giovanili previsti a Lillehammer dal 12 al 21 febbraio), e la validità del comitato organizzatore guidato dal presidente Enrico Colombini e dai coordinatori Luca De Carli e Nicola Condini, che potranno contare sul collaudato apporto di oltre 50 volontari locali.

Grande soddisfazione per la squadra azzurra, guidata dai tecnici trentini Giorgio Baroni e Flavio Sighel, che sui 500 metri maschili ha ottenuto il terzo posto con Francesco Tescari (Sporting Club Pergine) che ha ottenuto il tempo di 36.50, ed giunto a soli 16 centesimi dal vincitore l’estone Liiv Marten con terzo il russo Artem Zolotarev. Più staccati gli altri azzurri con 25° Matteo Cotza, 31° Enrico Salino, 33° Francesco Betti e 36° Giacomo Dalsass.

Sulla gara dei 500 metri successo della russa Daria  Kachanova (40.00 il suo tempo) sull’olandese Dione Voskamp e la coreana Min-Jo Kim. Più staccate le azzurre con l’11° posto di Noemi  Bonazza, il 12° Chiara Cristelli, il 13° di Deborah Grisenti, mentre Gloria Malfatti è giunta 16^ e Giada Nenzi 24^.

Bella prova di squadra per le giovani azzurre sui successivi 1500 metri femminili (prova a quartetti) dove si è imposta la koreana Ji-Woo  Park (2:05.57), sulla polacca Karolina  Bosiek e l’olandese Loes  Adegeest. Le azzurre sono giunte ai piedi del podio con al quinto posto la pinetana Chiara  Cristelli (CP Pinè) e al sesto la perginese Gloria  Malfatti (SC Pergine), mentre Noemi  Bonazza è giunta 11^ a poco più di 4 secondi dal podio.

Nella successiva prova dei 1.500 metri maschili vittoria del koreano Ki-Woog Park (1.52.98) che precedeva l’olandese Marcel Bosker ed il russo Viktor Mushtakov. Più staccati i giovani azzurri con 19° Francesco Betti, 28° Daniel Nero, 36° Gianluca Prati e 41° Giacomo Dalsass, mentre Jeffrey Rosanelli era squalificato.

Bella prova a staffetta Team Pursuit bel terzo posto della squadra azzurra (Bonazza, Grisenti, Malfatti) che chiudeva alle spalle di Korea e Olanda a poco più di 5 secondi dal primo posto. Nella staffetta maschile successo delle Korea sulla Bielorussia con il terzetto italiano (Rosanelli, Betti Niero) che ha chiuso al 7° posto.

La più grande soddisfazione per la squadra azzurra, è giunta sui 1000 metri maschili grazie alla vittoria ottenuta da Francesco Tescari (Sporting Club Pergine). Il 19enne pattinatore di Povo (sobborgo di Trento) ha ottenuto il miglior tempo con 1.12.55 sui 1.000 metri (qualificato 3° sui 500 metri), precedendo di 24 centesimi il kazako Stanislav Palkin ed di 43 centesimi il bielorusso Ignat Golovatsyuk, salendo al 5° posto della classifica generale di coppa. Più staccati gli altri azzurri con al 29° posto  Francesco Betti, 32° Gianluca Prati, 37° Daniel Niero e 38° Matteo Cotza.

Sui 500 metri femminili bella prova della squadra azzurra, gara vinta dalla russa Daria Kachanova (1.20.21) davanti alle due polacche Kaja Ziomek e Karolina Bosiek. Le italiane sono giunte subito a ridosso delle prime con la perginese Gloria Malfatti sesta, subito davanti alla pinetana Chiara  Cristelli e alla compagna di squadra Deborah  Grisenti (SC Pergine) e 11^ l’altra pinetana Noemi Bonazza (CP Pinè).

Successo Koreano sui 3000 metri femminili con Ji-Woo Park (4:22.40) che dopo aver dominato ieri i 1.500 metri si ripeteva oggi sulla distanza doppia tenendo a distanza la Ceca Natálie Kerschbaummayr e l’olandese Femke Markus. Più lontane le azzurre con le perginesi Gloria Malfatti e Deborah Grisenti che erano 10^ e 12^ e Laura De Candio in 20esima. Era invece l’olandese Marcel Bosker ad imporsi sui 3.000 metri maschili (ieri secondo sui 1.500 metri) davanti al koreano Ki-Woong  Park (vincitore dei 1.500 metri) per soli 31 centesimi e al norvegese Allan Dahl  Johansson, con gli azzurri che finivano più staccati con il perginese Jeffrey  Rosanelli al 23° posto e Gianluca  Prati alla fine squalificato.

Le emozioni finali erano affidate alla gara in linea Mass-start con tutti i pattinatori in contemporanea sul ghiaccio. Gara combattuta ed incerta in campo femminile dove al termine dei 10 giri la koreana Cho-Won Park batteva solo allo sprint l’azzurra Gloria Malfatti (Sporting Club Pergine) che otteneva la medaglia d’argento e sale così al terzo posto della generale di coppa del mondo, con al terzo posto l’olandese Isabelle Van Elst. Quarto posto per l’altra azzurra Noemi Bonazza (CP Pinè) e settimo per Deborah Grisenti (SC Pergine). Nella prova maschile vittoria dell’olandese Marcel Bosker su coreano Hae-Yeong Lee ed il bielorusso Igna  Golovatsyuk, con al 12^ posto Lorenzo Betti (VG Pergine) e al 20° Jeffrey Rosanelli. (SC Pergine).

La giovane squadra azzurra chiude la terza tappa di coppa del mondo junior con un ottimo bottino di quattro medaglie, un oro, un argento e due bronzo, in vista delle finali di coppa del mondo previste il 5 e 6 marzo a Changchun in Cina.

Da ricordare che la pista ghiacciata dell’Ice Rink Pinè ospiterà inoltre il 20 e 21 febbraio i “Master Revival 2016” ed il 26 e 28 febbraio dei Masters' International Sprint Games, vero campionato del mondo sprint (500 e 1.000 metri) per le categorie over 35, e dal 2 al 6 marzo 2016 i “World University Speed Skating Championships”, mondiali Universitari (Fisu) di velocità su ghiaccio giunti alla loro terza edizione, e per la prima volta ospitati in Italia, dopo la rassegna delle Universiadi Trentine 2013.

 

Addetto stampa Coppa del Mondo Junior Baselga di Pinè


TAG: