Coppa Italia: definita la Fase Finale

HC Nuovo Fiemme 97 contro Hockey Pergine Sapiens ed Hockey Milano Rossoblu contro HC Eppan/Appiano Roi Team. Questi sono gli esiti del sorteggio avvenuto questa mattina a Bolzano e che ha dato il quadro esatto delle semifinali di Coppa Italia per la stagione 2016/17.

Nella cornice della Casa dello Sport di Bolzano, sede del Coni in Alto Adige, è stata presentata la seconda fase della Coppa Italia, che vedrà la disputa di due semifinali con andata e ritorno giovedì 16 e domenica 19 febbraio, e la finalissima programmata per martedì 28 febbraio allo Stadio Pranives di Selva di Val Gardena. L’incasso della finale sarà devoluto per aiutare la famiglia di Leo Holzknecht, giovane promessa dell’hockey gardenese e italiano il cui sogno sportivo è stato spezzato da un incidente balneare quest’estate. Un grande messaggio di solidarietà che l’hockey su ghiaccio vuole testimoniare a livello nazionale.

La Coppa Italia è stata la grande esclusiva della Serie B per questa stagione. L’Appiano all’ultima giornata ha superato il Merano staccando il pass e vincendo il Girone Nord. Il Milano ha vinto il suo raggruppamento con le altre formazioni lombarde, mentre il Pergine ha vinto il Girone Est.  Il Fiemme, 2° nel Girone Est, si è qualificato in quanto capolista al termine del girone di andata della stagione regolare di Serie B (8 dicembre) e quindi come  migliore delle seconde squadre contando tutti i tre gironi di qualificazione alla Coppa Italia. 

Il primo a prendere la parola è stato Tommaso Teofoli, consigliere di settore per la FISG. “Per noi la Coppa Italia è un evento molto importante. Lo riteniamo un esperimento molto riuscito. Con la disputa della AHL, quest’anno alla Coppa Italia hanno partecipato solo le squadre di Serie B, che hanno assolutamente dimostrato di essere di grande valore dando vita a partite spettacolari, così come succede in campionato dove ancora è tutto da decidere per la griglia playoff. La Coppa Italia è un prodotto fondamentale per l’hockey italiano: vogliamo riuscire ad avere sempre dei prodotti hockeistici che possano aumentare la competizione delle squadre e delle piazze di appassionati, ed è molto importante che la Coppa Italia si sia giocata su tutto il territorio hockeistico italiano, fattore fondamentale per lo sviluppo dell’hockey. Sono sicuro che la formula garantirà grande successo e competizione anche nella fase finale.”

Ha quindi parlato Walter Andriolo, Vice Presidente di LIHG: “Senza una società che abbia organizzato la Final Four, questa formula ci è sembrata la più adatta, anche per garantire soddisfazione agli incassi delle quattro formazioni che sono arrivate in semifinale. Nelle due semifinali non si applica la regola dei gol fatti fuori casa, e dunque la prima partita può finire anche in parità senza overtime. Solo al termine della semifinale di ritorno si farà il conteggio delle reti ed eventualmente ci sarà un supplementare da 5 minuti ed eventuali rigori. La finale è partita unica che si terrà il 28 febbraio. In caso di parità in finale si giocherà un tempo supplementare di 20 minuti e poi eventualmente tiri di rigore. Nell’estrazione non ci sono teste di serie e gli abbinamenti saranno tra la prima e la seconda estratta, mentre la terza giocherà contro la quarta estratta. Abbiamo deciso di fare la finale a Selva di Val Gardena per poter contribuire ad aiutare la famiglia di Leo Holzknecht, giovane campione che per un incidente balneare ha chiuso la sua carriera, devolvendo l’intero incasso alla famiglia. Un sentito ringraziamento va alla squadra dell’Hockey Club Gherdeina ed al Comune di Selva di Val Gardena, per la messa a disposizione dell’impianto e del personale tecnico. Nella finale sarà squadra di casa la meglio classificata in regular season”.

Marcello Cobelli, presidente LIHG “Ringrazio tutte le formazioni di Serie B che hanno dato vita a un torneo molto combattuto, sicuramente la gente apprezzerà la finalissima che sarà premiata con un grande afflusso dagli appassionati, vogliosi anche di aiutare la famiglia di Leo Holzknecht”.

Vengono quindi effettuati i sorteggi e gli accoppiamenti delle semifinali grazie anche all’aiuto di alcuni giornalisti presenti in sala: la prima squadra estratta è il Fiemme, che giocherà dunque in casa giovedì 16 contro il Pergine, ridando così vita ad un derby trentino sempre molto combattuto. Il ritorno si giocherà a Pergine, domenica 19 febbraio. La terza estratta è stata il Milano che dunque ospiterà l’Appiano all’Agorà giovedì mentre salirà in Alto Adige per il ritorno di domenica 19. “

Ha preso quindi la parola Reinhard Zublasing, vice-Presidente FISG: “Porto i saluti del Presidente della FISG, Andrea Gios, al momento impegnato in Corea del Sud ad un anno dalle Olimpiadi Invernali del 2018. La Coppa Italia è stata una competizione molto interessante, che ha valorizzato l’intera Serie B, ed è riuscita a dare partite in più alle squadre che hanno bisogno di giocare per far crescere i loro giovani, dunque la ritengo un esperimento pienamente riuscito”.

È stato poi ricordato come la Supercoppa Italiana si giocherà tra il Renon, fresco Campione d’Italia, e la vincente della Coppa Italia 2016/17.

Hanno quindi preso la parola alcuni dei rappresentanti delle quattro formazioni semifinaliste, con Marco Liberatore, dirigente del Nuovo Fieme: “Sono molto fiero di aver portato tanta gente a Cavalese a vedere le partite, siamo contenti di giocare contro il Pergine, in quello che sarà un match sempre molto sentito che appassionerà i tifosi. Il livello cresce da solo se riusciamo a portare tante persone allo stadio”.

Fabio Armani, allenatore del Pergine: “Questa Coppa Italia è una competizione importante che mette anche in palio la possibilità di giocare per la Supercoppa. Ci teniamo molto e faremo di tutto per vincerla, iniziando dal derby contro il Fiemme”.

Tiziano Terragni, dirigente dell’Hockey Milano: “Ci siamo attrezzati per fare un buon campionato e vogliamo imporci anche nella Coppa Italia, anche se sappiamo che sarà necessario giocare al meglio vista la forza delle avversarie.”

Alex Hofer, Vice Presidente dell’Appiano: “Questa bella iniziativa di solidarietà per la finale è un gesto di grande importanza. Ci sarà la possibilità di assistere ad una fase finale di grande spessore.”


Qualche indicazione anche per la prossima stagione. Ha chiuso la conferenza Tommaso Teofoli, che ha ricordato come visto che le squadre di Serie B sono dispari, non ci sarà la retrocessione in Serie C. Questa sarebbe stata mantenuta solo in caso di squadre pari, con dei playout per la retrocessione, ma al momento non si è resa necessaria questa evenienza. Si spera anzi che la vincitrice della Serie C possa partecipare al prossimo campionato di Serie B, un fattore che sarebbe estremamente importante per allargare il panorama hockeistico.

FASE FINALE – COPPA ITALIA – 16/19 febbraio – 28 febbraio

Gara 1 Semifinali - Giovedì 16 febbraio
Fiemme – Pergine
Milano – Appiano

Gara 2 Semifinali – Domenica 19 febbraio
Pergine – Fiemme
Appiano – Milano

Finale - 28 febbraio - Stadio Pranives - Selva di Val Gardena 

Le squadre vincenti le semifinali 

Cartella Stampa:Cartella-Stampa.pdf

 

Zublasing (FISG)-Andriolo (LIHG)-Teofoli (FISG)-Cobelli (LIHG)-Stimpfl (LIHG)

 

 Cobelli-Ciresa-Ambrosi-Terragni-Teofoli-Ceresa-Zublasing 

Le due sfide di semifinale: Milano contro Appiano (Terragni-Teofoli-Ceresa)

 

 Nuovo Fiemme contro Pergine (Ciresa-Teofoli-Ambrosi)


TAG: Serie B