Fabbri e Guignard oltre i cento!!

Non sarà una vittoria, ma vale una vittoria! Il secondo posto alla Golden Spin di Charlene Guignard e Marco Fabbri può essere tranquillamente paragonato ad un successo che, a dirla tutta, è mancato solo per pochi decimi di punto, dopo che avevano concluso il corto in testa ex aequo.

La coppia di danza azzurra si è battuta ad armi pari fino all’ultimo e il dato positivo arriva dal fatto che, per la prima volta, gli allievi di Barbara Fusar Poli hanno superato la fatidica soglia dei cento punti nel libero: rarità se pensiamo che a poche coppie, finora è riuscita l’impresa.

La differenza fra Madison Hubbel /Zachary Donohue e Fabbri/Guignard è palpabile in pochi decimi di punto: 2.8 con gli statunitensi che si sono imposti nel libero (100.34), vincendo grazie al 166.74 finale.

Per la coppia azzurra il libero ha dato un punteggio di 100.06 che, sommato al corto di ventiquattr’ore prima, ha fissato il risultato finale sul 166.46. Gradino più basso del podio, infine, assegnato agli spagnoli Sara Hurtado e Adria Diaz (150.00)

In campo femminile, la finlandese Kiira Korpi, tornata a gareggiare dopo ventiquattro mesi, ha vinto (167.81) recuperando quattro posizioni, sufficienti per battere la ventunenne russa Maria Artemieva (166.48) e la slovacca Nicole Rajicova (159.55), risalita dalla sesta posizione.

In recupero anche l’asiaghese Roberta Rodeghiero che, dopo aver terminato il corto in diciottesima posizione, è riuscita a rimontarne quattro, archiviando la gara con la quattordicesima piazza finale (128.26). Nel libero l’azzurra ha pagato a caro prezzo le cadute sul secondo triplo flip e sul triplo salchow.

L.R.


TAG: