Francolini d'argento, Giovannini quinto

A come  argento… F come Francolini… G come Giovannini… C come cinque! Bastano queste semplici lettere dell’alfabeto per dare un senso compiuto e, perché no, di trionfo azzurro alla Mass Start maschile, penultimo appuntamento prima della chiusura dei Mondiali nel tempio della “Thialf Arena” di Heerenveen!

Fabio Francolini, uguale argento! Quello che ci voleva per chiudere in bellezza i  Campionati con una medaglia, probabilmente ancora più bella perché inattesa quanto prezioso. 24 per tre medaglie: Fabio tranquillo e freddo, incide il ghiaccio con una progressione impressionante, una stabilità a determinazione che solo un vincente con la “V” maiuscola può esibire. Sedici giri all’insegna della perfezione  con un solo atleta in grado di mettere le sue lame davanti a quelle dell’azzurro, guarda caso di un orange: Arjan Stroetinga. L’olandese in volata brucia Fabio con una differenza fra i due crono di 6 centesimi, un nonnulla, 7:30.64 contro 7:30.70.

La giornata azzurra, comunque, ha regalato ancora una bella prestazione di Andrea Giovannini: il finanziere, che non è andato molto lontano dal podio, mette in bacheca un onorevole quinto posto, preceduto dal francese Alexes Contin che si merita l’ultimo posto utile del podio e dal lettone Harald Silovs.

Nei 500m. Mirco Giacomo Nenzi chiude nella prima delle due in ventunesima posizione e in diciottesima nella seconda. Nella prova conclusiva, la Mass Start femminile, le speranze erano tutte risposte in Francesca Lollobrigida, ma non c’è stato nulla da fare in una gara che, ancora una volta si è colorata di arancione con l’oro di Irene Schouten e il  bronzo di Mariska Huisman, bronzo con in mezzo con il secondo posto della canadese Ivanie Blondin. L’azzurra  termina la sua corsa Mondiale con il quattordicesimo posto.

L.R.


File allegati:
- Risultati

TAG: