Italia, il bilancio degli europei 2016

Esce a testa altissima l’Italia del pattinaggio di figura dai campionati europei 2016. Sulla pista della Nepela Arena di Bratislava (Slovacchia), oltre alla medaglia d’argento nella danza di Anna Cappellini e Luca Lanotte, la nazionale azzurra ha infatti conquistato due quinti, due sesti e un settimo posto, dimostrandosi altamente competitiva in tutte le specialità.

 

Molto bene Ivan Righini, con un’ottima prestazione in entrambi i programmi e sesto nel complesso, mentre Matteo Rizzo, classe ’98, all’esordio in una grande manifestazione senior ha centrato un buonissimo 13° posto. Tra le donne ci ha pensato Roberta Rodeghiero a far sentire un po’ meno la mancanza di Carolina Kostner chiudendo in quinta posizione, con Giada Russo invece quattordicesima, grazie ad una prestazione assai migliore di quella che nel 2015 la lasciò fuori dalle migliori 24.

 

Sempre molto competitive le coppie azzurre di artistico, che a Bratislava si confermano ancora tra i top grazie al quinto posto di Valentina MarcheiOndřej Hotárek e alla sesta piazza di Nicole Della Monica e Matteo Guarise. Senza dimenticare poi la dodicesima posizione degli esordienti Bianca Manacorda e Niccolò Macii. A livello complessivo, solo i russi hanno saputo mettere in campo un terzetto di coppie d’artistico di maggior spessore.

 

Infine, l'ennesimo exploit nella danza: quarta medaglia europea consecutiva per Anna Cappellini e Luca Lanotte, ormai sempre più nella storia azzurra, ma nota di merito pure per l’ottimo sesto posto di Charlène Guignard e Marco Fabbri, peraltro distanti solamente tre punti dal quinto posto. Ventunesimo posto di Misato Komatsubara e Andrea Fabbri, che, fuori dai top 20, non hanno potuto disputare la free dance.


TAG: