L'Hockey Milano Rossoblu vince la Coppa Italia

L’Hockey Milano Rossoblu vince per 4-3 in rimonta la finale di Coppa Italia 2016/17 al termine di una gara molto combattuta contro l’HC Nuovo Fiemme 97.

Sotto le volte lignee dello Stadio Pranives di Selva di Val Gardena, riempito in ogni ordine di posto da tifosi e appassionati di Fiemme, Milano e gardenesi, si gioca la finale della Coppa Italia, riservata in questa stagione alle formazioni che prendono parte alla Serie B. Il match riveste anche una grande importanza: l’intero incasso verrà infatti devoluto alla famiglia di Leo Holzknecht, giovane promessa dell’hockey ladino gravemente infortunatosi in un incidente balneare la scorsa estate. A livello di formazioni nessuna novità di rilievo nelle file trentine, mentre nei milanesi torna a disposizione dopo un mese Tommaso Terzago, importante acquisto invernale che ha il compito di rinfoltire il già quotato attacco della formazione di coach Da Rin. Match molto atteso tra due delle formazioni che sinora hanno sempre veleggiato nelle zone nobili della classifica del campionato cadetto, ma che nell’ultimo incontro disputato all’Agorà hanno visto il Milano prevalere nettamente per 5 a 2 in un match già indirizzato dopo il primo periodo.

L’inizio di match è chiaramente equilibrato, il primo a provarci è Piccinelli dopo un minuto di gioco, quindi per diversi minuti le squadre si studiano senza affondare il colpo. Il Milano si caratterizza per un gioco molto fisico, mentre il Fiemme prova a colpire in controfuga: al 6.30 grande parata di Commisso su un tiro di Spimpolo deviato davanti alla gabbia, mentre un paio di minuti dopo ci prova Virzì in controfuga. Questo è il preambolo al gol trentino, che arriva all’8.58 per merito di GIlmozzi che parte dalla sinistra e spara un perfetto polsino che si insacca tra il gambale e la pinza di Tura facendo esplodere i tanti tifosi gialloneri. Pochi istanti dopo ancora Fiemme pericoloso con Gilmozzi (tiro salvato dal corpo di un difensore) e Locatin fermato da Tura col gambale. Il Milano prova a farsi vedere con Petrov, il cui back impegna Commisso, mentre al 13.57 è ancora Gilmozzi a rendersi pericoloso, ma viene ipnotizzato da Tura tutto solo davanti alla gabbia lombarda. Nel finale di drittel arriva la prima superiorità per i fiemmesi, ben contenuta dalla difesa meneghina, mentre a 75 secondi dalla fine è Re a provarci con una staffilata dalla blu ma Commisso è attento. 1-0 per il Fiemme alla prima sirena, vantaggio meritato.

Durante i secondi 20 minuti gli spettatori vengono immersi da un turbinio d’mozioni, con tantissime occasioni e diversi gol. Il drittel si apre con un power play del Fiemme senza vere occasioni, quindi il Milano prende letteralmente fuoco: al 23.20 Terzago e Betti sfiorano il pareggio impegnando Commisso, al 24.45 è la traversa a fermare il tiro di Pozzi a botta sicura, mentre il goalie trentino è nuovamente superbo su Petrov che ci prova al volo dalla sinistra, imitato poco dopo da Ciresa con un diagonale respinto da Tura. Minuto 28.23: superiorità per il Milano, Fiemme ostaggio nel suo terzo fino al tiro del pareggio, scoccato da Schina in maniera forte e precisa dalla destra per l’1 a 1 al 30.05. Poco dopo grande chance per Pozzi che sbaglia in 1 contro 0, ma all’11.54 il match si ribalta grazie a Ciresa, che si inventa una discesa chiusa da un diagonale che toglie le ragnatele della porta di Tura. Pochi istanti dopo i trentini giostrano in power play, e rubando un disco al Milano partono in controfuga in 4 contro 2 chiudendo in maniera vincente con Gilmozzi su perfetto servizio smarcante di Nicolao, ed è 3 a 1 al 12.26. Qualche istante dopo superiorità numerica lombarda ma Commisso è molto bravo a salvare su Vanetti e Petrov, ma il gol arriva al 16.06, quando il rientrante Terzago insacca da due passi un disco sporco davanti alla gabbia di Commisso per il 3-2. Nel finale di periodo gioco che rimane molto fisico e veloce, ma senza ulteriori occasioni da segnalare, e incontro che prosegue sul minimo vantaggio fiemmese.

Il terzo periodo si apre con una doppia superiorità per il Milano, praticamente consecutiva, e bastano dieci secondi per il pareggio firmato ancora da Schina, con un missile dalla blu che Commisso non trattiene e si vede beffardamente rotolare alle spalle. Ancora Schina e Petrov sfiorano il vantaggio, quindi per lunghi minuti regna l’equilibrio in pista. All’8.25 altra superiorità per i lombardi, e altro gol, il terzo in questa situazione: dopo un lungo possesso Vanetti in tuffo trova il rebound vincente su un disco davanti alla gabbia, ed è 4 a 3 al 50.05. Lo svantaggio non da la scossa al Fiemme, in un match molto fisico e con tante cariche dure. È Commisso anzi a tenere in piedi i suoi con parate in serie su Terzago e Petrov. Al 56.15 ci provano Chelodi e Lazzeri, ma Tura sventa quelle che saranno le ultime vere occasioni per i trentini. Il Milano infatti erge un muro invalicabile, e non serve togliere Commisso a 32 secondi dalla fine per trovare il pareggio ad un Fiemme combattivo ma non concreto nel terzo periodo. Allo scoccare del 60esimo è il Milano che conquista il suo primo trofeo dopo che nella stagione 2011/12 aveva vinto sempre al Pranives di Selva i playoff del campionato di A2.

A fine partita i genitori di Leo Holzknecht hanno ricevuto da parte dei rispettivi capitani la maglia di entrambe le squadre e l'applauso dei 1500 del Pranives. Poi le premiazioni di rito con Tommaso Teofoli, consigliere di settore hockey per la Fisg e l'Avv. Walter Andriolo, Vicepresidente di LIHG.  

 

Finale di Coppa Italia 2016/17

Nuovo Fiemme 97 – Milano Rossoblù 3:4 (1:0, 2:2, 0:2)

Marcatori: 08:58 (1:0) Gilmozzi (Nicolao, Chelodi); 30:05 (1:1) Schina (Spimpolo) in sup.num.; 31:55 (2:1) Michele Ciresa; 32:26 (3:1) (PP1) Federico Gilmozzi (Paolo Nicolao); 35:06 (3:2) (ES) Tommaso Terzago; 41:01 (3:3) (PP2) Andrea Schina; 50:05 (3:4) (PP1) Andrea Vanetti (Domenico Perna, Alessandro Re);

Tabellino integrale: http://www.powerhockey.info/gamepage.php?id=8354

 

 

I genitori di Leo Holzknecht ricevono le maglie di Hockey Milano Rossoblu e HC Nuovo Fiemme 97. 

 

Le premiazioni per la Coppa Italia (da sinistra): il Presidente del Gherdeina valgardena.it, Markus Rabanser, l'Avv. Walter Andriolo, Vice Presidente di LIHG, Tommaso Teofoli, consigliere di settore per la FISG ed Alessandro Re, capitano dell'Hockey Milano Rossoblu.   

 

Il 2° posto del Nuovo Fiemme

 

ALBO D’ORO – COPPA ITALIA

1973/74 SG Cortina Doria
1974/75 SG Cortina Doria
1991/92 Caoduro Asiago Hockey AS
1997/98 HC Courmaosta Lions
2000/01 Supermercati A&O Asiago Hockey AS
2001/02 Supermercati A&O Asiago Hockey AS
2002/03 HCJ Milano Vipers
2003/04 HC Forst Bolzano Foxes
2004/05 HCJ Milano Vipers
2005/06 HCJ Milano Vipers
2006/07 HC Villani Bolzano
2007/08 SG Generali Aquile FVG Pontebba
2008/09 HC Interspar Bolzano Foxes
2009/10 Ritten Sport Renault Trucks
2010/11 HC Val Pusteria
2011/12 Hafro SG Cortina
2012/13 HC Valpellice
2013/14 Ritten Sport Renault Trucks
2014/15 Rittner Buam
2015/16 HC Valpellice Bodino Engineering
2016/17 Hockey Milano Rossoblu


TAG: Serie A