Nazionale: anche la seconda gara al Vityaz

Anche nella seconda amichevole il Vityaz s’impone con un secco risultato (5-0) contro la giovane e sperimentale Nazionale che però nel terzo tempo ci mette tutto l’impegno possibile per tenere il ritmo degli avversari.

Dopo nemmeno 24 ore, l’Italia torna in pista a Bressanone nella seconda ed ultima amichevole contro il Vityaz, formazione della KHL, con cui si chiude sia il ciclo delle partite contro le squadre russe ed anche il raduno estivo iniziato lo scorso 24 luglio. La giovane squadra di coach Mair affronta il Vityaz, questa sera in pista con l’ex NHL Maxim Afinogenov. La formazione italiana schiera in porta Jacob Smith che prende il posto di Alex Caffi. Per il resto qualche variazione per l'assetto delle linee rispetto alla gara di lunedì.

L’Italia è molto guardinga nel primo tempo ma non basta per fermare l’attacco russo che in powerplay va a segno con Semin (4’) che libero davanti porta insacca la prima rete della serata dopo penalità ad Alex Lambacher. Poi l’Italia, però, regge il ghiaccio e non demorde in difesa e non disdegna qualche sortita offensiva ma i vari tentativi di Lambacher, Spinell e Traversa non vanno a buon fine. Il primo tempo si chiude con il minimo vantaggio dei russi.

Nella ripresa la formazione della regione di Mosca accelera e trova il raddoppio con un tiro dalla linea blu deviato nella circostanza da Makeyev. L’Italia risponde e Simon Kostner sbaglia una chiara occasione per dimezzare lo svantaggio quasi a porta vuota. La squadra russa ne approfitta, immediatamente, in contropiede e segna con Afinogenov il 3-0. Dopo questi due goal nel giro di soli 40 secondi (al 24’), il team russo produce altre due reti, entrambe in powerplay, prima della fine del secondo tempo con Kopeikin ed Horak.

Nel terzo tempo l’Italia reagisce e tiene bene il ghiaccio ma non riesce a trovare la via del goal ma dimostrando molti miglioramenti rispetto alla stessa gara di lunedì. Finisce 5-0. Ai rigori un goal per parte. Ora l’Italia tornerà sul ghiaccio il prossimo novembre per l’Euro Ice Hockey Challenge in Ungheria contro i padroni di casa, la Polonia ed il Giappone (2-6 novembre 2017).

Italia – Vityaz 0-5 (0-1/0-4/0-0)

Marcatori: 04:47 (0-1) Dmitry Semin (Roman Horak/Maxin Afinogenov) in sup.num.; 23:34 (0-2) Alexi Makeyev (Alexi Semenov); 24:14 (0-3) Maxim Afinogenov; 32:33 (0-4) Alexei Kopeikin (Dmitry Semin/Roman Horak) in sup.num.; 37:57 (0-5) Roman Horak (Alexei Kopeikin/Dmitry Semin) in sup.num.;

Formazione Italia: Jacob Smith 60’ (Alex Caffi); Alex Trivellato (C )- Enrico Miglioranzi; Luca Zanatta – Ivan Tauferer; Marco Marzolini – Jan Pavlu; Peter Spornberger – Luca Casetti; Massimo Cordiano; Raphael Andergassen – Giovanni Morini – Matthias Mantinger; Alex Lambacher – Stefan Spinell – Simon Kostner; Edoardo Caletti – Tommaso Traversa – Davide Conci; Simon Berger – Ivan Deluca – Lorenzo Lacedelli; Stephan De Luca; Dal Sasso; Allenatore Stefan Mair; Assistente: Teppo Kivela;

Formazione Vityaz: Mikhail Biryukov 60’ (Anton Todykov);Vojtech Mozik - Alexei Semenov (C); Stanislav Romanov - Sergei Gimayev; Yevgeni Katichev - Niclas Burström; Yuri Pautov - Mikhail Yepishin; Alexei Makeyev - Alexander Nikulin - Maxim Afinogenov; Nikita Vyglazov - Roman Horák - Artyom Shvets-Rogovoy; Alexei Kopeikin - Dmitri Syomin - Alexander Pankov; Alexander Denezhkin - Ivan Yatsenko - Artyom Voroshilo; Allenatore:  Valery Belov; Assistenti V.Uvaev e A. Sapozhnikov;

Tiri in porta: Italia 23 (5/6/12) – Vityaz 41 (12/18/11)

Penalità: Italia 7x2’ – Vityaz 6x2’

Tabellino integrale: http://www.powerhockey.info/gamepage.php?id=8725

Programma amichevoli contro le formazioni della KHL
29 luglio: Avangard Omsk - Italia 3-2 d.t.s. -  a Füssen in Germania
31 luglio: Vityaz - Italia 8:0 -  a Bressanone 
1° agosto: Italia - Vityaz 0:5 a Bressanone

 

 

 

 


TAG: Nazionali