Pista Lunga, Coppa del Mondo Junior a Collalbo

Dopo la tappa dello scorso novembre a Minsk, in Bielorussia, nel week-end arriva in Italia il secondo appuntamento di Coppa del mondo Junior di pista lunga. Sabato e domenica si terrà infatti a Collalbo una due giorni fortemente attesa, con al via pure la Nazionale del c.t. Giorgio Baroni, che molto bene si era comportata poco meno di due mesi fa all'esordio. Quindici gli atleti convocati tra junior e under 23 (categoria quest'ultima che da quest'anno è stata aggregata alle tappe junior di Coppa del Mondo) dal coach azzurro, a caccia di conferme e grandi risultati sul ghiaccio di casa: Linda Bortolotti (C.P. Piné-Pulinet; under 23), Chiara Cristelli (C.P. Piné-Pulinet; junior), Francesco Betti (C.P. Piné-Pulinet; junior), Noemi Bonazza (C.P. Piné-Pulinet; junior), Deborah Grisenti (S.C. Pergine; junior), Gloria Malfatti (S.C. Pergine; under 23), Linda Rossi (S.C. Pergine; junior), Jeffrey Rosanelli (S.C. Pergine; junior),  Alessio Trentini (V.G. Pergine; under 23), Luca Zanghellini (V.G. Pergine; under 23), Andrea Stefani (S.G. Roana; under 23), Gabriele Galli (H2O Varese; junior), Enrico Salino (V.G. Torino; junior), Giulia Lollobrigida (Cosmo Noale Ice; under 23) e Daniel Niero (Aeronautica Militare; under 23).

Fari puntati ovviamente su Noemi Bonazza, seconda con record di categoria sui 1500 a Minsk e atleta copertina della Nazionale junior. "Il settore femminile è uno dei nostri punti di forza - spiega Baroni -: speriamo Noemi possa ripetersi, ma abbiamo ottime speranze anche per la Cristelli, e pure la Grisenti è in ripresa. Dovrò gestire con attenzione le risorse, il programma di gare in questo senso potrebbe impedirmi di schierare nel Team Sprint la miglior formazione possibile, ma chiunque gareggerà sono certo che darà il meglio per ben figurare davanti al nostro pubblico". Tra gli junior maschili, dove Rosanelli è reduce da un'influenza e non potrà essere quindi al meglio della condizione sarà fondamentale, per un discorso età, fare esperienza senza caricare troppo i ragazzi di aspettative, mentre molto ci si attende dagli under 23. "Stefani e Zanghellini possono ripetere gli ottimi podi di Minsk, così come il Team Sprint, che in Bielorussia aveva chiuso 4° per soli 4 centesimi, avrà qui l'occasione di rifarsi - prosegue il c.t. azzurro -. Le Mass Start, soprattutto in questa categoria, sono sempre un terno al lotto, ma con Lollobrigida e Niero abbiamo buone chance. Il freddo non renderà il ghiaccio veloce e pure il vento giocherà un ruolo importante: speriamo di essere bravi e fortunati".

Sabato il programma prevede 1000, 3000 e Team Sprint, mentre domenica sarà la volta di 500, 1500 e Mass Start.


TAG: