Pista Lunga, l'Italia sul ghiaccio di Heerenveen

Dopo tre tappe in terra asiatica arriva anche la prima volta dell'Europa in questa stagione di Coppa del Mondo. Domani ad Heereveen, in Olanda, scatta infatti il quarto appuntamento di questa annata, l'ultimo prima della pausa per le festività natalizie. L'Italia del c.t. Marchetto ci arriva forte degli ottimi risultati della scorsa settimana ad Astana: in Kazakistan la Nazionale ha messo in mostra uno straordinario Andrea Giovannini (Fiamme Gialle Predazzo), vincitore della Mass Start, dopo le medaglie della specialità, ad Harbin e Nagano, a firma Fabio Francolini (H20 Varese) e Francesca Lollobrigida (Aeronautica Militare). Proprio questo terzetto è il più grande indiziato per una corsa a nuovi piazzamenti sul podio nella gara di sabato, mentre domani sarà la volta del Team Pursuit. Giovannini, Tumolero (Fiamme Oro Moena) e Malfatti (S.C. Pergine), nell'inseguimento a squadre hanno finora soltanto sfiorato per pochi centesimi i primi tre posti finendo quinti Harbin ed Astana e quarti a Nagano: domani l'opportunità di ottenere finalmente un piazzamento nei top 3, in una giornata che proporrà anche i 500 maschili e femminili. Una distanza, quest'ultima, che fino ad oggi ha prodotto piazzamenti nella top ten di Division B grazie a Yvonne Daldossi (Forestale Roma, 8ª a Nagano), Mirko Nenzi (Fiamme Gialle Predazzo, 9° ad Astana) e David Bosa (Fiamme Oro Moena, 10° ad Harbin, 6° e 7° nelle due serie di Astana). Per domenica occhi puntati in particolare ancora su Giovannini, pronto a cimentarsi anche nei 10.000, distanza in cui è primatista nazionale.

 

Photo Credit: ISU


TAG: