Roberta Rodeghiero vince il 22° Ondrej Nepela Trophy

Era nell’aria o forse no… ma per Roberta Rodeghiero non era questo il problema: doveva solo pensare a replicare nel modo migliore quanto di buono aveva fatto vedere al 7° Lombardia Trophy con il 4° posto alla prima “uscita stagionale”: missione compiuta e anche di più… La “cura” estiva di tre settimane, in Canada, doveva dare i suoi frutti, quei miglioramenti che si aspettava e così è stato.

A Bratislava, in Slovacchia, nella sua seconda gara della stagione, nel 22° Ondrej Nepela Trophy, l’asiaghese non ha fallito: ha dato tutto e di più, raccogliendo il massimo risultato grazie a quella vittoria sognata e arrivata. Buono il programma corto… di più nel libero... Nella prima parte (corto) Roberta Rodegliero ha seminato, se così vogliamo dire, terminando al 6° posto con 47.53; davanti le due svedesi Joshi Helgesson (59.51), in testa, Viktoria Helgesson (49.85), terza e la statunitense Ashley Cain, seconda con 54.05; a precedere l’azzurra anche la tedesca Nathalie Weinzierl (49.40) e l’austriaca Kerstin Frank (48.65).

La buona prestazione di Roberta si è consolidata nel libero, non solo: il punteggio di  103.30 davanti ad Haruka Imai e alla leader del corto, Joshi Helgesson, terza, dice tutto. Tanto basta il gap, fra lei e le altre pattinatrici, per andare a vincere, con 150.83 punti, davanti alla svedese, seconda con 150.05 e alla statunitense Ashley Cain, sul gradino più basso del podio con 142.95, dopo aver terminato il libero in terza posizione.

E se il buongiorno si vede dal mattino, dopo il Lombardia Trophy e la performance in Slovacchia, per l'azzurra si prospetta una stagione davvero interessante...