Round Robin: ottima Italia contro la Svizzera ma....

Ai Campionati Europei di curling a Champery in Svizzera, l’Italia maschile di Mosaner, Retornaz, Ferrazza, Pilzar e Arman, dopo le difficoltà incontrate nella partita d’esordio nella A Division, contro la Svezia dalla quale è uscita sconfitta 8-2, (0-0, 3-0, 0-2, 0-0, 4-0, 1-0) ha affrontato il secondo confronto a testa alta, contro la forte Svizzera padrona di casa.

Come sempre, quando si ha poco da perdere e tutto da guadagnare, i classici “underdog” come dicono gli anglosassoni, gli azzurri hanno estratto dal cilindro una prestazione maiuscola: non solo hanno messo in difficoltà Sven Michel e compagni, ma hanno avuto la capacità fare bottino pieno contro i campioni in carica. 7-4 il finale per Retornaz e compagni con gli end tutti per l’Italia tranne due: 1-0, 0-0, 0-0, 0-2, 1-0, 0-1, 3-0, 2-0, 0-1.

Sulle ali dell’entusiasmo è arrivata la partita con la Russia, dove l’Italia che ci ha creduto fino infondo ma, purtroppo, sconfitta di misura: 6-5 per i russi (1-0, 0-0, 0-2, 1-0, 1-0, 0-0, 0-2, 0-1, 2-0, 1-0).
Azzurri che a questo punto, nel Round Robin 3, in classifica sono settimi con una vittoria e due sconfitte. A gonfie vele la Svezia con tre successi in altrettanti incontri.

Italia femminile, invece, che è partita dalla B Division e un esordio con il botto. La prima a conoscere la “durezza” delle stones azzurre è stata l’ Ungheria, liquidata con un netto 10-1 (4-0, 0-1, 3-0, 1-0, 1-0, 1-0).

Più impegnativa la partita contro l’Olanda volata subito sul 4-1 al termine del quarto end. Italia che a questo punto ha trovato la quadratura del cerchio arrivando sul 3-4 nel quinto end. Ma è ancora la formazione olandese che nel settimo e ottavo end si è portata a quota sette, prima del quarto punto “made in Italy”, nell’ultimo end, per il 7-4 (1-0, 0-1, 2-0, 0-2, 0-0, 2-0, 1-0, 0-1) finale a favore della nazionale dei tulipani.

Anche l’inizio del match contro la Bielorussia è stato da incubo: sotto 7-0 nei primi quattro end, le azzurre si sono riscattate nella seconda parte iniziando la rimonta dal quinto, vincendo 9-8 al decimo end (0-2, 0-2, 0-1, 0-2, 2-0, 2-0, 2-0, 0-1, 1-0, 2-0).

Classifica che vede le azzurre al terzo posto con due vittorie e una sconfitta. In testa la Norvegia a punteggio pieno.

L.R.


TAG: Europei