Salgono le quotazioni dell'Italia!

Dopo il mancato successo d’un soffio contro la Russia e purtroppo la conseguente sconfitta, la Nazionale maschile si è prontamente rifatta contro Norvegia e Repubblica Ceca, nella A Division dei Campionati Europei di Champery, in Svizzera.

Di meglio non avrebbe potuto fare: contro la formazione scandinava, Retornaz e compagni hanno fatto vedere quello che si era già notato nelle partite con Svizzera e Russia: capacità e determinazione.

Così è stato, vincendo e convincendo! Il primo end è subito di marca azzurra: 2-0 alla Norvegia. Scandinavi che hanno accorciato le distanze nel secondo (1-2), prima di essere riallontanati nel terzo e nel quarto end, con gli azzurri che si sono portati sul 5-1 e match a questo punto in discesa.

Un solo piccolo brivido nell’end successivo andato alla Norvegia 2-0: ma è stato un fuoco di paglia! Nel sesto i ragazzi di Gallonetto hanno piazzato un 3-0 che ha dato respiro agli azzurri, prima di arrivare al decimo per il 9-5 firmato Italia e un bilancio vittorie-sconfitte in parità: 2-2.

Poche ore e il rapporto è passato in attivo: la vittoria di misura contro la Repubblica Ceca, l’ha fatto salire 3 a 2. Anche in questo caso, partita tirata fino alla fine e portata a casa 7-6 con gli azzurri che nel secondo e nel quinto end hanno chiuso a loro favore 2-0 e 3-0. Alla fine è risultata una partita molto equilibrata come si può vedere dagli end: 0-2, 2-0, 0-1, 0-0, 3-0, 0-1, 1-0, 0-1, 1-0, 0-1.

Migliora e non di poco, anche il bilancio del curling “in rosa”, grazie alle due vittorie di giornata: la prima contro la Polonia con il tecnico azzurro, Bjoern Schroeder che si è detto decisamente soddisfatto: “Anche dopo la quinta mano, in cui la squadra polacca ha rubato due punti, non si è creato panico o insicurezza nel team. Abbiamo giocato una partita attenta e controllata, facendo tutto quello che era necessario per vincere. Dopo la pausa la performance del team è migliorata e nelle ultime due mani la skip ha adottato la strategia giusta per portare a casa la vittoria”. Risultato finale: Italia batte Polonia 6-5 (2-0, 1-0, 1-0, 0-1, 0-2, 1-0, 0-1, 1-0, 0-1).

Disco verde anche nel secondo incontro di giornata: l’Italia ha sconfitto anche l’Austria 11-9, portandosi là davanti con 4 vittorie e una sconfitta, insieme Turchia, Ungheria e Norvegia.

Azzurre partite bene nel primo end: 5-0, prima di farsi recuperare al termine del terzo,con le austriache in grado di arrivare fino al meno uno (4-5); per fortuna l’Italia si è aggiudicata il quarto e quinto end con lo stesso parziale di 2-0, volando sul 9-4.

Successivamente sono bastati ancora due end: il settimo e il decimo di misura (1-0), per mettere al sicuro il quarto successo: (5-0, 0-3, 0-1, 2-0, 2-0, 0-1, 1-0, 0-3, 01, 1-0).

Domani l’Italia se la vedrà prima contro la Turchia, successivamente la Slovacchia.

L.R.


TAG: