Sempre argento, aspettando l'oro...

Non ci resta che aspettare la vittoria! Anche il ghiaccio canadese di Montreal, come quello di Salt Lake City, la settimana scorsa, ha “detto” che Arianna Fonatana è pronta per il gradino più alto del podio!

L’azzurra dopo aver dominato la sua batteria dei 1500m, nel momento della verità, ancora una volta non ha tradito le aspettative portando a casa un ottimo argento, frutto del secondo posto sulla distanza.

La giornata, per l’azzurra, si è aperta con la semifinale dove ha ceduto il primo posto alla coreana Minjeong Choi per un battito d’ali: meno di un decimo, 2:37.649 per l’asiatica, 2:37.746 per Arianna! Tanto è bastato per andarsela a giocare nella finale A.

Appuntamento che ha visto allineate in partenza oltre all’azzurra e alla coreana, l’altra temibile connazionale della Choi, la Suk Hee Shim, quindi la cinese Yuton Han, la giapponese Moemi Kikuchi e la canadese Joanie Gervais. Come in semifinale e in batteria, ventiquattro ore prima, le due coreane e la cinese erano le due “più pericolose”.

Arianna le ha provate tutte e alla fine, per la seconda volta, ha dovuto cedere alla Choi, che si è assicurata la vittoria in 2:38.970, unica ad essere scesa sotto i 2:39. Alla Fontana è bastato il 2:39.058 per battere d’un soffio l’altra coreana Suk Hee Shim, che guida la classifica di Coppa (sulla distanza) con 16.400, davanti all’azzurra con 14.400.

Nei 500m la corsa di Elena Viviani si è fermata con il terzo posto dei quarti di finale. Come ieri, bene, ancora una volta il poker della staffetta che si è qualificato per la finale A nei 3000m. Lucia Peretti, Arianna Fonatana, Elena Viviani e Arianna Valcepina hanno fermato il crono sui 4:10.539, poco meno di due decimi dalle russe Strelkova, Kostantinova, Malagich e Prosvirnova (4:10.351).

Passando alle gare maschili, in batteria 3 delle semifinali 1500m, Yuri Confortola si è guadagnato la finale B, con il quarto tempo (2:19.0414), preceduto dal corean YI Ra Seo (2:18.099) e dal cinese Dequan Chen (2:18.163) entrati in finale A; mentre il canadese Guillaume Bastille, anche lui in B (2:18.290). Nell’ultimo atto Confortola ha terminato quinto (2:28.905), per la dodicesima piazza finale.

A concludere la giornata, la staffetta dei 5000m con l’Italia di Tommaso Dotti, Nicola Rodigari, Yuri Confortola e Davide Viscardi (6:58.754), che ha mancato per poco la finale A: terzo posto e finale B alle spalle del quartetto inglese Shoebridge, Whelbourne, Eley e Stanley (6:58.031), e di quello olandese composto da De Lat, Breeuwsma, Knegt, Van Der Wart (6:58.191).

di Luca Reboa


TAG: