Serie A - Final Four Scudetto: alla conquista del tricolore

Tutto pronto ad Asiago per la disputa della Final Four – Scudetto – Serie A in quello che sarà un weekend molto importante per l’hockey ghiaccio. Dopo la presentazione dell’evento, giovedì, presso l’Auditorium del “Il Giornale di Vicenza”, e dopo gli ultimi risultati in pista, si sono ufficializzati gli accoppiamenti di questa finalissima che assegnerà lo Scudetto N°83. Due semifinali di grandissimo impatto e poi una finale che, qualunque sarà l’esito della prima giornata, non potrà deludere le attese per l’altissima posta in palio. Si ricorda che chi vince lo Scudetto, oltre a fregiarsi del Titolo di “Campione d’Italia”, stagione 2016/17, avrà anche il diritto d’iscriversi alla prossima edizione della Continental Cup.

Prima Semifinale: Rittner Buam (1°) – SG Cortina Hafro (4°)

La squadra vincitrice della stagione regolare della Sky Alps Hockey League sarà di fronte al Cortina che non è riuscito nell’intento di arrivare al Master Round della AHL ma che rimane pur sempre una squadra di notevole spessore agonistico. Le due squadre sono accumunate da avere allenatori che conoscono molto bene le dinamiche dell’hockey italiano essendo stati anche giocatori. Se Riku Petteri Lehtonen avrà il non facile compito di riportare i suoi Rittner Buam sul tetto d’Italia, dopo la cocente sconfitta in Continental Cup, da non sottovalutare la formazione di coach Drew Omicioli, buona sorpresa in positivo della stagione.

Il Renon è la squadra che ha avuto il rendimento più regolare, quasi mai in difficoltà e dominatore della AHL dall'alto di un roster profondo e completo. La mancata vittoria in Europa sarà sicuramente un pungolo importante per la formazione di Collalbo, pronta a tornare sui binari della vittoria in questa occasione altrettanto storica: i Rittner Buam vanno a caccia del loro terzo Scudetto, e se vincessero sarebbero al terzo titolo in quattro anni, un segnale forte per tutto il movimento italiano. Come detto il roster altoatesino è lungo ed attrezzato, ed ognuna delle quattro linee offensive può essere decisiva per risolvere ogni contesa. La difesa, eccezion fatta per l’eterno Borgatello è caratterizzata da un’età media molto bassa ma sicuramente il valore tecnico non è da sottovalutare, così come la bravura del goalie Killeen, chiamato ad ergersi a baluardo decisivo.

Il Cortina è una formazione partita senza i clamori della ribalta ma che ha saputo scegliere bene in fase di mercato, mettendo assieme giocatori italiani insieme a stranieri che si sono sposati nella maniera più ottimale possibile per far sì che gli ampezzani fossero da subiti competitivi. Allarme rosso quando il disco sarà sulle stecche di Brace e Torquato, giocatori offensivamente devastanti, ma la crescita costante del gruppo italiano fa ben sperare: come dimenticare Nicola Fontanive, Riccardo Lacedelli, Moser o Caletti quando si prepara la difesa contro questo Cortina? In difesa poi De Biasio e Zandonella sono giocatori che da tantissimi anni gravitano al top nell’hockey italiano, e dovranno essere coadiuvati al meglio dalla coppia di stranieri Burton-Ciccarello.

Seconda Semifinale: HC Val Pusteria Lupi (2°) – Supermercati Migross Asiago Hockey 1935 (3°)

La seconda altoatesina presente alla Final Four sarà un Val Pusteria che secondo molti potrebbe essere la vera favorita dell'intera stagione agonistica, forte di un gruppo vario ed amalgamato, con stranieri funzionali e di sicuro valore che hanno impreziosito la qualità di una squadra che nelle ultime stagioni ha sempre fatto bene ma frenando clamorosamente quando si è trattato di piazzare la zampata decisiva per la vittoria. E se fosse dunque questa l’occasione buona per i gialloneri per alzare finalmente il primo agognato titolo italiano? Molto passerà dalla pinza, dallo scudo e dai gambali del goalie Tragust, sinora capace di prestazioni eccezionali in AHL, ma servirà comunque il lavoro di un gruppo che respira hockey insieme da tanti anni: basta citare la coppia di terzini Hofer-Helfer, due colonne in casa brunicense, mentre in attacco Bona e Oberrauch sono nomi che da anni stanno scrivendo pagine e pagine di gol. Attenzione chiaramente anche sugli import in casa giallonera, con i nordamericani Rabbit e Wiebe chiamati ad una conferma pesante e decisiva in chiave lotta per il titolo.

I padroni di casa dell’Asiago avranno sicuramente l'appoggio emotivo del proprio pubblico, questione da non sottovalutare in fase di pronostico ed approccio alla gara, senza dimenticare la stagione in crescendo che sta contraddistinguendo il rendimento della formazione veneta. Dopo un inizio molto macchinoso la squadra diretta da Tom Barrasso ha preso la scia giusta, inanellando una vittoria dietro l’altra e scalando la classifica. Di grandissimo valore inoltre l’aggiunta ad un roster già competitivo di Kris Kolanos, attaccante di peso e qualità che ha già fatto vedere di che pasta è fatto in zona gol e non solo. Tutto da scoprire il suo innesto in un attacco già esplosivo che vede nella coppia Nigro-Scandella un duo assolutamente difficile da fermare per ogni difesa avversaria, mentre la difesa guidata dai fratelli Sullivan dovrà guardare le spalle al goalie della Nazionale Cloutier.

 

BIGLIETTI

Informazioni per l’acquisto dei biglietti al link: www.asiagohockey.it/news.aspx?idNews=2183

DIRETTA STREAMING – TV

Tutte le partite della Final Four saranno trasmesse in diretta streaming su Asiago.tv e sul sito www.asiagohockey.it

La diretta della partita verrà trasmessa anche su EdenTv - canale 86 del digitale terrestre.

LIVE SCORE

Sul nuovo portale delle statistiche della FISG – www.powerhockey.info ci sarà il live con nuove implementazioni per seguire le due semifinali e la finale:

Renon – Cortina: http://www.powerhockey.info/gamepage.php?id=8200

Val Pusteria – Asiago: http://www.powerhockey.info/gamepage.php?id=8201

 

FINAL FOUR SCUDETTO – REGOLAMENTO

Lo Scudetto della Serie A di hockey ghiaccio, stagione 2016/17, sarà assegnato sulla pista dell’Odegar di Asiago. Le prime quattro squadre iscritte alla FISG, classificate al termine della stagione regolare della Sky Alps Hockey League, si contenderanno l’assegnazione dello Scudetto della 83esima edizione della massima serie di hockey ghiaccio.

In caso di parità al termine dei tempi regolamentari si procederà ad un overtime di 10 minuti (con sudden death) e poi 5 rigori. 

 

1a semifinale - SABATO 21 gennaio - ore 16:30 - Stadio Odegar - Asiago 

RITTNER BUAM - SG CORTINA HAFRO 

Arbitri: Alex Lazzeri, Turo Samuel Virta (Nicola Basso, Daniel Rigoni)

 

2a semifinale SABATO 21 gennaio - ore 20:30 - Stadio Odegar - Asiago 

HC VAL PUSTERIA LUPI - SUPERMERCATI MIGROSS ASIAGO HOCKEY 1935

Arbitri: Andrea Benvegnù, Andrea Moschen (Christian Cristeli, Matthias Cristeli)

 

Finale Scudetto - DOMENICA 22 gennaio - ore 18:00

Le squadre vincenti le semifinali 

Arbitri: Cassol, Pianezze, Biacoli e De Toni;

 

CLASSIFICA SKY ALPS HOCKEY LEAGUE (partite e punti) 

1

Rittner Buam

30

77

2

HC Lupi Val Pusteria

30

76

3

HDD SIJ Acroni Jesenice

29

60

4

EHC Alge Elastic Lustenau

30

56

5

Migross Supermercati Asiago Hockey 1935

30

56

6

FBI VEU Feldkirch

29

52

7

SG Cortina Hafro

30

51

8

EK Zeller Eisbären

29

38

9

Red Bull Hockey Juniors Salisburgo

30

38

10

HC Egna Riwega

30

38

11

HC Gherdeina valgardena.it

30

36

12

SSI Vipiteno Broncos Weihenstephan

30

36

13

EC Die Adler Stadtwerke Kitzbühel

29

29

14

SHC Fassa Falcons

30

26

15

EC Bregenzerwald

29

25

16

EC Klagenfurt II

29

17

 Foto di Max Pattis 

 


TAG: Serie A