Serie A: il Renon rivince lo Scudetto

I Rittner Buam si confermano Campioni d’Italia dopo aver battuto in rimonta la Supermercati Migross Asiago per 3-2 sul ghiaccio dell’Odegar. Dopo una partenza molto buona dei padroni di casa, c’è stata la rimonta degli ospiti che hanno recuperato un doppio svantaggio tra primo e secondo tempo. Nel terzo periodo il Renon ha conservato la rete di vantaggio di Alex Frei fino al 60’. Il Renon vince il secondo Scudetto consecutivo, il terzo in quattro anni.  Cala così il sipario su una Final Four – Scudetto – Serie A d’autentico spessore agonistico e con una finalissima di grandi emozioni.

Sul ghiaccio di Asiago si assegna lo Scudetto della Serie A, stagione 2016/17. Di fronte il Renon e l’Asiago  che si contendono la conquista dell’83esimo Scudetto nell’atto conclusivo della Final Four. Il Renon è arrivato a questo match dopo aver battuto nella 1° semifinale il Cortina Hafro 5-2. I padroni di casa hanno superato nella 2° semifinale il Val Pusteria per 3-1.

Incredibile inizio di partita: dopo soli 6 secondi disco filtrante di Sullivan per Kolanos che si presenta davanti a Killeen e lo fulmina con un polsino dalla destra, per l’1 a 0 dei giallorossi di casa. Il Renon cerca subito la reazione e nei minuti seguenti si presenta con costanza nel terzo avversario, ma senza creare vere occasioni da gol, mentre il contropiede asiaghese offre a Conci un’ottima chance, ma il tiro in back del giovane veneto è respinto da Killeen con lo scudo al 3.30. Il primo rischio corso da Cloutier arriva invece un paio di minuti dopo, con una deviazione sottogabbia di Traversa che si spegne poco a lato della porta, ma basta un ribaltamento di fronte e l’Asiago raddoppia: al 6.05 è vincente la deviazione dalla slot di Conci su tiro dalla blu di Magnabosco, ed è rapidamente 2 a 0 per i giallorossi. Minuto 7.28 e grandissima occasione per Simon Kostner che in controfuga si presenta alla destra di Cloutier, bravo ad alzare il disco sulle reti e a sventare il pericolo, mentre al 9.53 è la fortuna a salvare l’Asiago sul tiro dallo slot di Kostner che esce di un pelo. Pochi istanti dopo prima superiorità numerica altoatesina caratterizzata dalla carestia di occasioni create, ma al 12.05 il Renon batte un colpo: azione insistita di Thomas Spinell, disco che rimane sottoporta e inserimento vincente di Frei che al volo fulmina Cloutier il gol del 2 a 1. Al 14.17 bell’inserimento di Magnabosco che impegna Killeen sul suo palo, mentre 60 secondi dopo è Simon Kostner a sfiorare il pareggio con un tiro da due passi, quindi il match vive un lungo periodo di gioco veloce ma con soli tiri da lontano che non impensieriscono i goalie. Questo sino a 3 secondi dalla fine quando Borgatello da due passi impegna Cloutier con un rasoghiaccio fermato a terra. Al suono della prima sirena è 2 a 1 per l’Asiago.

Il secondo tempo si apre con una mischia incredibile davanti alla gabbia dei Rittner Buam, ma la prima linea dell’Asiago non riesce a sfondare il muro altoatesino, quindi al 21.53 arriva la seconda superiorità numerica per il Renon che riesce a creare solamente un tiro dal centro di Tudin, quindi recuperata la parità numerica è Tauferer a lasciare i suoi in meno, creando il primo power play per i vicentini ma a tantissimi secondi di possesso non corrispondono vere occasioni create. Al 27.40 arriva il primo vero brivido di frazione con l’incursione di Nigro che prova un tiro a incrociare che fa la barba al sette della porta difesa da Killeen, quindi al 28.01 il goalie canadese è superbo sulla deviazione ravvicinata di Kolanos. Al 30.15 è Lutz a provarci con un missile ravvicinato ma centrale, certificando la lunga pressione vicentina con l’ennesimo squillo dalle parti di Killeen. Dopo tanti errori l’Asiago viene punito al 32.55, quando un tiro dalla sinistra di Traversa coglie impreparato Cloutier, che dopo lunghi minuti di inattività si lascia passare il disco sotto le gambe ed è servito il 2 a 2 in pista. Qualche istante dopo Frei e Simon Kostner sbagliano due occasionissime graziando i vicentini da due passi, mentre al 35.45 Lutz e poco dopo Kolanos non riescono a concretizzare da sotto gabbia. Il match vive quindi di una fase interlocutoria, con i padroni di casa che abbassano il baricentro, quindi al 38.37 il Renon colpisce ancora grazie ad Alex Frei che devia in maniera vincente il tiro di Markus Spinell e spiazza Cloutier per il gol del 3 a 2 che chiude il secondo tempo.

Il primo brivido del terzo periodo arriva al 43.45 con una botta dalla blu di Marchetti alta non di molto, dopo lunghe fasi di gioco veloce e su buoni ritmi, mentre qualche istante dopo Scandella in controfuga impegna Killeen con il back. Al 44.54 occasionissima Renon con l’inserimento di Markus Spinell la cui deviazione al volo è fermata all’ultimo da Cloutier, abile nello spostarsi lateralmente e salvare i suoi, mentre al 47.09 grande incursione di Conci che spara sulla maschera del portiere dei Rittner Buam. Al 50.45 due minuti a Marchetti e tris di superiorità numeriche per gli altoatesini, ancora una volta non sfruttati dalla truppa di coach Lehtonen. Clamorosa occasione Asiago al 53.40 con Casetti, la cui incursione si chiude con un tiro che si schianta sul palo a Killeen battuto. Poco da segnalare nei minuti seguenti, caratterizzati da un Renon molto attento in difesa a contrastare un Asiago un po’ confusionario e incapace di creare vere occasioni.  Al 58.21 timeout chiesto da coach Barrasso per imbastire gli assalti finali alla gabbia altoatesina, poi a 80 secondi dalla fine Cloutier esce dalla gabbia e nel contempo Lutz impegna Killeen, che si deve replicare poco dopo su Sullivan e ancora Lutz, quindi negli ultimi secondi un Renon estremamente concentrato non offre il fianco ai giallorossi e i secondi scorrono veloci sino alla sirena finale, che sentenzia il successo per 3 a 2 dei Rittner Buam che si confermano così Campioni d’Italia dopo una rimonta vincente contro un comunque molto volitivo Asiago.  

Le parole di capitan Borgatello dei Rittner Buam: " Siamo stati molto bravi a non perdere la testa quando siamo finiti sotto di due reti. L'allenatore ci ha dato tranquillità e fiducia. Non era semplice recuperare un risultato di questo genere contro l'Asiago. Poi abbiamo iniziato ad ingranare la marcia giusta ed abbiamo fatto una bella rimonta. Nel terzo tempo è venuta fuori la nostra grande solidità e la nostra maggiore lucidità nel gestire i momenti difficili di una partita. Siamo una squadra che gioca a quattro linee e con tanti giovani di qualità. Non c'è che dire. Siamo un bel gruppo."

Finale – Final Four – Asiago – 22 gennaio

RITTNER BUAM - SUPERMERCATI MIGROSS ASIAGO HOCKEY 1935 3:2 (1:2/2:0/0:0)

Marcatori: 00:06  (ES) Krystofer Stanley Kolanos (Daniel Anthony Sullivan); 06:05 (0:2)  (ES) Davide Conci (Stefano Marchetti, Jose' Antonio Magnabosco Aguirre); 12:05 (1:2) (ES) Alex Frei (Markus Spinell); 32:55 (2:2)  (ES) Tommaso Traversa (Christian Borgatello, Julian Kostner); 38:37 (2:3) Alex Frei (Markus Spinell, Janis Sprukts);

Formazione Rittner Buam: Patrick Killeen 60:00 (Roland Fink); Christian Borgatello - Ivan Tauferer; Roland Hofer -Andreas Alber; Maximilian Ploner - Fabian Ebner; Christoph Vigl - Philipp Pechlaner; Oscar Erik Ahlström - Victor Per Ahlström - Simon Kostner; Tommaso Traversa -Daniel Richard Tudin - Thomas Spinell; Alex Frei - Janis Sprukts-Markus Spinell; Hanno Tauferer-Julian Kostner -Matthias Fauster; Allenatore: Riku-Petteri Lehtonen; Assistente allenatore: Erwin Kostner;

Formazione Asiago: Frederic Cloutier 60:00 (Davide Mantovani); Stefano Marchetti -Daniel Anthony Sullivan; Enrico Miglioranzi - Lorenzo Casetti; Francesco Forte-Michael Sullivan; Krystofer Kolanos- Colin Long -Giulio Scandella; Davide Dal Sasso-Anthony Nigro-Andreas Lutz; Davide Conci -Michele Stevan -Jose' Antonio Magnabosco; Matteo Tessari -Fabrizio Pace -Federico Benetti; Allenatore Tom Barrasso;

Tabellino completo - Powerhockey: http://www.powerhockey.info/gamepage.php?id=8204

Foto di David S. Wassagruba 

FINAL FOUR – SCUDETTO – SERIE A- ASIAGO 21/22 gennaio

1a semifinale - SABATO 21 gennaio - ore 16:30 - Stadio Odegar - Asiago 
RITTNER BUAM - SG CORTINA HAFRO 5:2
Arbitri: Alex Lazzeri, Turo Samuel Virta (Nicola Basso, Daniel Rigoni)

2a semifinale SABATO 21 gennaio - ore 20:30 - Stadio Odegar - Asiago 
HC VAL PUSTERIA LUPI - SUPERMERCATI MIGROSS ASIAGO HOCKEY 1935 1:3
Arbitri: Andrea Benvegnù, Andrea Moschen (Christian Cristeli, Matthias Cristeli)

Finale Scudetto - DOMENICA 22 gennaio - ore 18:00 – Stadio Odegar – Asiago
RITTNER BUAM – SUPERMERCATI MIGROSS ASIAGO HOCKEY 1935 3:2 

Arbitri: Arbitri: Cassol, Pianezze, Biacoli e De Toni;

I RITTNER BUAM SONO CAMPIONI D'ITALIA - STAGIONE 2016/17 - EDIZIONE N°83 - SERIE A


Marcello Cobelli, Presidente della Lega Italiana Hockey Ghiaccio e Tommaso Teofoli, consigliere settore hockey FISG, premiano il capitano dei Rittner Buam, Christian Borgatello; 

Tommaso Tefoli (Fisg) e Marcello Cobelli (Lihg) premiano Federico Benetti, Capitano dell'Asiago per il 2° posto; 

ALBO D’ORO SERIE A


1924 - 25 HC Milano
1925 - 26 HC Milano
1926 - 27 HC Milano
1927 - 29 non disputato
1929 - 30 HC Milano
1930 - 31 HC Milano
1931 - 32 GSD Cortina Hockey
1932 - 33 HC Milano
1933 - 34 HC Milano
1934 – 35 HC Diavoli Rossoneri Milano
1935 – 36 HC Diavoli Rossoneri Milano
1936 - 37 ADG Milano
1937 - 38 AMDG Milano
1938 - 40 non disputato
1940 - 41 AMDG Milano
1941 - 46 non disputato
1946 - 47 HC Milano
1947 - 48 HC Milano
1948 - 49 HC Diavoli Rossoneri Milano
1949 - 50 HC Milano
1950 - 51 HC Milano Inter
1951 - 52 HC Milano Inter
1952 - 53 HC Diavoli Rossoneri
1953 - 54 HC Milano Inter
1954 - 55 HC Milano Inter
1955 - 56 non disputato
1956 - 57 SG Cortina
1957 - 58 HC Milan Inter
1958 - 59 SG Cortina
1959 - 60 Diavoli HC Milano
1960 - 61 SG Cortina Rex
1961 - 62 SG Cortina Rex
1962 - 63 HC Bolzano Ozo
1963 - 64 SG Cortina Rex
1964 - 65 SG Cortina Rex
1965 - 66 SG Cortina Rex
1966 - 67 SG Cortina Rex
1967 - 68 Sg Cortina Rex
1968 - 69 HC Gardena Recoaro Ortisei
1969 - 70 SG Cortina Doria
1970 - 71 SG Cortina Doria
1971 -72 SG Cortina Doria
1972 - 73 HC Bolzano Coca Cola
1973 - 74 SG Cortina Doria
1974 - 75 SG Cortina Doria
1975 - 76 HC Gardena Cinzano
1976 - 77 HC Bolzano Coca Cola
1977 - 78 HC Bolzano Henkel
1978 -79 HC Bolzano Despar
1979 - 80 HC Gardena Recoaro
1980 - 81 HC Gardena Finstral
1981 - 82 HC Bolzano Wurth
1982 - 83 HC Bolzano Wurth

Introduzione playoff
1983 - 84 HC Bolzano Wurth
1984 - 85 HC Bolzano Wurth
1985 - 86 HC Merano Lancia
1986 - 87 AS Mastini Varese Hockey Kronenbourg
1987 - 88 HC Bolzano Dival
1988 - 89 AS Mastini Varese Hockey Kronenbourg
1989 – 90 HC Bolzano Lancia
1990 - 91 HC Milano Saima (Scudetto assegnato tramite Poule Scudetto)
1991 - 92 HC Devils Mediolanum
1992 - 93 HC Devils Milano Lions
1993 - 94 AS Milan Hockey
1994 - 95 HC Bolzano Forst
1995 - 96 HC Bolzano Forst
1996 - 97 HC Bolzano Forst
1997 - 98 HC Bolzano Forst
1998 - 99 HC Merano
1999 - 00 HC Forst Bolzano Foxes
2000 - 01 Supermercati A&O Asiago
2001 - 02 HC Junior Milano Vipers
2002 - 03 HC Junior Milano Vipers
2003 - 04 HC Junior Milano Vipers
2004 - 05 HC Junior Milano Vipers
2005 - 06 HC Junior Milano Vipers
2006 - 07 SG Cortina De Vilmont Champagne
2007 - 08 HC Interspar Bolzano Foxes
2008 - 09 HC Interspar Bolzano Foxes
2009 - 10 Supermercati Migross Asiago
2010 - 11 Supermercati Migross Asiago
2011 - 12 HC Bolzano Foxes
2012 - 13 Supermercati Migross Asiago
2013 - 14 Ritten Sport Renault Trucks
2014 - 15 Asiago Hockey 1935
2015 - 16 Rittner Buam
2016 - 17 Rittner Buam

 

 


TAG: Serie A