Short track, in Olanda la staffetta femminile concede il bis

Allo Sportboulevard di Dordrecht l’Italia dello Short Track chiude alla grande la stagione di Coppa del Mondo con la staffetta femminile che si regala un’altra medaglia d’oro dopo il successo della scorsa settimana in Germania. Il quartetto formato da Arianna Fontana, Lucia Peretti, Elena Viviani ed Arianna Valcepina (con Cecilia Maffei impegnata in semifinale) chiude in 4’16’’466 piazzandosi davanti a tutti, complice anche la squalifica della Corea al termine della gara. Un risultato eccezionale che lancia ora l’Italia verso i Mondiali in programma dall’11al 13 marzo a Seoul, proprio in Corea del Sud.

 

Nell’individuale Arianna Fontana sfiora anche il podio, finendo quarta nei 500 e riscattando così la squalifica di Dresda per falsa partenza in batteria. Sempre nei 500, eliminata ai quarti di finale, chiude 13a in classifica generale sulla distanza Elena Viviani, mentre Arianna Valcepina si ferma al 19° posto. Nei 1000 Arianna Sighel finisce out ai quarti terminando 14a sulla distanza, suo miglior risultato individuale in Coppa, con Lucia Peretti 18a e Cecilia Maffei 23a.

 

Tra gli uomini bene Yuri Confortola, ottavo nella seconda serie dei 1000 metri con Tommaso Dotti, 22°, primo azzurro alle sue spalle. La staffetta maschile Rodigari, Viscardi, Dotti e Cassinelli  si ferma invece in semifinale e chiude la finale B in 7’08’’968 alle spalle di Ungheria, Stati Uniti e Belgio piazzandosi all’ottavo posto nella graduatoria finale. Un quartetto azzurro che tornerà in pista nei prossimi Mondiali di marzo a Seoul. “Abbiamo dimostrato di essere super competitivi ma soprattutto siamo felici di portare entrambe le staffette in Corea, che è la cosa che più ci importa – le parole dell’allenatore azzurro Kenan Gouadec -. Ora abbiamo il tempo per migliorare ancora e prepararci: questi ultimi risultati sono un’iniezione di fiducia importante in vista del futuro”.

 

 


TAG: