Sky AHL, l'inizio della 2a fase riserva molte sorprese

L' EHC Alge Elastic Lustenau e la Supermercati Migross Asiago Hockey iniziano il Master Round nel migliore dei modi con due vittorie esterne. Sempre nel Master Round si conferma leader il Renon che vince nel terzo tempo contro l'FBI VEU Feldkirch. Sorprese nel Girone di Qualificazione - Gruppo A. L'EC Bregenzerwald supera la Sportivi Ghiaccio Cortina Hafro leader della classifica del Girone A. Ne approfitta il Gherdeina che vince e sorpassa i Red Bull Hockey Juniors avvicinandosi alla vetta della classifica del Gruppo A. Nell'unica partita del Girone di Qualificazione - Gruppo B, l'HC Egna Riwega s'impone con shutout contro l'EC Kitzbühel.
 
HDD SIJ Acroni Jesenice – EHC Alge Elastic Lustenau 2:4
Jesenice e Lustenau sono vecchie conoscenze ed entrano nella partita con un gioco molto aggressivo. Pertanto, ad ogni azione pericolosa seguiva un'altra azione pericolosa. I ruoli di protagonisti sono andati sicuramente ai rispettivi portieri; Žan Us e Patrick Machreich. Gli Steelers hanno perso la prima occasione di segnare non sfruttando un doppio powerplay, ma poi sono riusciti a segnare lo stesso in un nuovo powerplay con Eric Pance. Il Lustenau ha inseguito il pareggio: prima l'ha mancato in powerplay ma successivamente  Maximilian Wilfan ha realizzato in un altro powerplay. Se la squadra di casa ha comandato le operazioni nel primo tempo così non avviene nel secondo tempo. Petr Vala si muove verso la porta degli sloveni ma Sebastjan Hadžič, il nuovo giocatore dei balcanici,  lo ferma. Poi c'è la rete di Philip Winzing che in contropiede riporta gli ospiti in vantaggio ma prima della fine del tempo i padroni di casa pareggiano con  Sašo Rajser. Ma ancora una volta gli ospiti sono più determinati e quando manca meno di un minuto alla fine del 2° periodo si riportano in vantaggio con Gator Gricinskis. Il terzo tempo diventa incandescente e molto combattuto ma la squadra slovena pur costruendo di più non riesce ad arrivare al pareggio. Luka Kalan non riesce a segnare e sul contropiede Winzing segna un goal pesantissimo nell'economia della gara. Jesenice ci prova in molti modi a recuperare il goal di svantaggio ma nemmeno con l'extra attacker la squadra di casa riesce a pareggiare. Il Lustenau vince per 4:2 e sale in classifica al 2° posto del Master Round. 
 
Rittner Buam – FBI VEU Feldkirch 6:1
Dopo aver vinto il secondo Scudetto italiano consecutivo domenica ad Asiago, i Rittner Buam, leader della Sky Alps Hockey League sfidano l’FBI VEU Feldkirch. L´allenatore del Renon Riku- Peeteri Lehtonen stasera ha dovuto rinunciare agli acciaccati Kevin Fink, Christoph Vigl e Johannes Fauster. I “Buam” hanno cominciato subito all’attacco, creando buone occasioni da gol, ma l’ex portiere dell’Egna, del Milano e Cortina, Alex Caffi non si è fatto superare da Kostner e compagni. Così la prima frazione si chiude senza reti. Ad inizio del periodo centrale i padroni di casa passano meritatamente in vantaggio. Max Ploner sfrutta un assist di Janis Sprukts per l’1:0. Per il difensore è la prima rete stagionale. Al 33.21 il Feldkirch trova il pareggio con il topscorer Dylan Stanley. Sull´1:1 le due squadre vanno all´ultimo riposo. A 13 minuti dal termine Tommaso Traversa riporta i suoi nuovamente in vantaggio, due minuti più tardi Andreas Alber segna il 3:1. Al 54° Max Ploner realizza la sua personale doppietta e dopo soli 57 secondi Ivan Tauferer segna in doppia superiorità numerica la rete del 5:1. Il 6:1 finale porta infine la firma dell’attaccante svedese Victor Ahlström. Il Renon si riconferma anche nel Master Round.
 
HC Val Pusteria Lupi  – Migross Supermercati Asiago Hockey 1:2 
Le due squadre si ritrovano dopo pochi giorni. Sabato l’Asiago ha battuto per 3-1 i Lupi della Val Pusteria nella gara di semifinale verso lo Scudetto di Serie A. Questa sera la formazione ospite non può disporre di Kris Kolanos ed Andrea Strazzabosco. Nel primo tempo il Val Pusteria gioca con quattro linee e cerca d’avvicinarsi alla porta di Frederic Cloutier ma senza successo mentre l’Asiago risponde con delle veloci azioni. La squadra ospite si affida molto alla linea Scandella- Long-Nigro. Il ritmo è già dai playoff ma il primo tempo finisce senza reti. Nella ripresa il Val Pusteria è più incisivo e gioca meglio ma non riesce a superare l’attenta difesa dell’Asiago. Nella terza frazione la gara letteralmente decolla. Sono i padroni di casa a trovare il vantaggio con Tauber al 50’ minuto dopo una disattenzione della difesa stellata. Ma la reazione dell’Asiago arriva a 10 minuti dalla fine del terzo tempo. Il gol del pareggio lo sigla meno di due minuti dopo Magnabosco in superiorità numerica, assistito da Stevan e Tessari. Al 56’ l’Asiago passa in vantaggio con la determinante prima linea: Nigro su assist di Scandella porta in vantaggio i berici. Il Val Pusteria gioca la carta del sesto uomo di movimento ma senza risultati. Con questa vittoria l’Asiago scala la classifica del Master Round mentre il Val Pusteria perde già contatto con la capolista Renon. 
 
EC Bregenzerwald – S.G. Cortina 6:4
La squadra di casa dell'ECB Bregenzerwald parte molta determinata e con concentrazione: dopo due minuti è Putnik a segnare la prima rete dell'incontro. Il Cortina è sorpreso dalla buona partenza degli austriaci e deve commettere qualche fallo per fermare l'avanzata dell'ECB. Christian Ban raddoppia per i padroni di casa. Anche il Cortina ha le sue azioni pericolose ma Misa Pietila compie interventi decisivi. Nel secondo periodo gli ospiti giocano molto meglio. Dopo appena 18 secondi c'è la rete di Moser che dimezza lo svantaggio ma poi la squadra di casa si riorganizza ed intorno al 30' piazza un uno-due quasi decisivo: Christian Ban firma l'allungo e poi realizza un altro goal per il suo personale hattrick. Si arriva così nell'ultimo periodo. Il Cortina ci mette tanto impegno ed accorcia le distanze con Caletti e Brace che riportano sotto gli ampezzani. Così si assiste a Dornbirn ad un gran finale di partita. Ancora il capitano Christian Ban determinante con il suo poker di goal grazie ad un rigore. Ma la partita è ancora molto calda. Gli ampezzani accorciano nuovamente le distanze e si portano ad un solo goal di differenza grazie a De Biasio. Ma intorno al 58' arriva la rete che decide l'incontro quando Kauppila in inferiorità numerica segna il 6:4 per il Brgenzerwald. 
 
HC Egna Riwega – EC „Die Adler“ Stadtwerke Kitzbühel 3:0 
L’HC Egna Riwega inizia la seconda fase con l’assenza di Matteo Peiti. La gara contro il Kitzbühel è subito molto dura e combattuta. Si gioca per la qualificazione ai playoff: i due team ci mettono molta intensità fin dalle prime battute di gioco per una gara molto fisica. Con il passare dei minuti, l’Egna cresce. Prima colpisce un palo e poi gioca molto tempo in powerplay. Sul finire del primo tempo le Wild Goose passano in vantaggio in doppio powerplay. Ratislav Gaspar serve un buon assist a Linus Lundstrom che realizza nella porta vuota. L’Egna al comando per 1-0. Nel secondo tempo partita sempre molto intensa. Le Aquile crescono maggiormente ma non riescono a superare la difesa dell’Egna. La squadra di casa raddoppia dopo 24’: Linus Lundstrom entra nella zona difensiva avversaria e poi lascia il disco a Gaspar Ratislav che segna con un tiro da media distanza. In questa circostanza la visuale del portiere avversario non era delle migliori per il traffico davanti porta. La gara rimane sempre molto combattuta e l’Egna va al secondo intervallo in vantaggio per 2:0.  Nel terzo tempo l’Egna controlla la partita e chiude bene gli spazi. La formazione ospite ha qualche difficoltà nell’organizzare una risposta. Ancora una volta è decisivo Linus Lundstrom che da dietro porta serve un passaggio per Martin Graf. Il giovane giocatore segna la prima rete in Alps Hockey League dopo 47 minuti di gara. La gara si chiude con la vittoria dell’Egna che vince per 3:0. Con questa vittoria le Wild Goose si confermano al 2° posto del Girone B di qualificazione dietro Zell am See. Daniel Morandell festeggia il suo secondo shutout stagionale. 
 
HC Gherdeina valgardena.it – Red Bull Hockey Juniors 5:1 
ll Gherdeina si presenta all’appello senza l’infortunato Fabrizio Senoner, mentre il Salisburgo si schiera a ranghi completi. Inizio scoppiettante con entrambe le squadre che si duellano a viso aperto. Le prime chance sono di marca gardenese. Poco dopo arriva la risposta degli ospiti che sfiorano il vantaggio. La rete dell’1:0 arriva invece dalla parte opposta con Derek Eastman, il quale al 6° trova impreparato il portiere avversario su un tiro dalla distanza. Il proseguimento la gara è piacevole e condotta con un buon ritmo. I regali delle retroguardie non vengono sfruttati dai rispettivi attacchi. Al 19° Josef Straka realizza la d’astuzia la seconda rete per le “furie”. Alla ripresa sono i “tori rossi” austriaci ad essere la squadra più intraprendente. Al 23° Lukas Kainz dimezza le distanze sorprendendo Gianluca Vallini sotto i gambali. All’HCG servono un paio di minuti per digerire il gol, poi si rende pericoloso con Gabriel Vinatzer e il solito Josef Straka. Anche il Salisburgo non scherza cosicché la contesa rimane molto piacevole. Al 32° Brendan Ellis suona la carica ai suoi segnando in contropiede il 3:1. Poco dopo è Derek Eastman a gonfiare per la quarta volta la rete del Salisburgo. Anche un time-out non riesce a scuotere gli ospiti che prima della pausa si beccano il 5:1 firmato Gabriel Vinatzer. Nel terzo tempo la gara è sempre aperta ma il Gherdeina riesce a controllare fino al termine con la vittoria per 5-1. Importante vittoria del Gherdeina che supera i Red Bull nella classifica del girone di qualificazione A. Le Furie conquistano la settima vittoria consecutiva ed ora tornano in lotta per i playoff. La squadra di Selva Val Gardena è dietro per un punto al Cortina che ha perso a Dornbirn contro il Bregenzerwald. 
 
Sky Alps Hockey League Master Round: 
 
Wed, 25.01.2017: HDD SIJ Acroni Jesenice – EHC Alge Elastic Lustenau 2:4 (1:1, 1:2, 0:1)
Referees: LENDL, LEŠNJAK, Bedynek, Bergant
Goals JES: 1:0 Pance (14./pp1/ Sotlar- Logar), 2:2 Rajsar (39./Manfreda- Ankerst)
Goals EHC: 1:1 Wilfan (19./pp1/Vala- Winzig), 1:2 Winzig (30./Gricinskis), 2:3 Gricinskis (40./Auer), 2:4 Winzig (46./Wolf- Vala)
 
Wed, 25.01.2017: HC Pustertal Wölfe – Migross Supermercati Asiago Hockey 1935 (20:30) 1:2 (0:0; 0:0; 1:2)
Referees: FERRINI, LEGA, DeToni, Wiest.
Goal Pustertal: 1:0 Tauber (50./Erlacher-Lancsar); 
Goal Asiago: 1:1 Magnabosco (52./pp1/Stevan-M.Tessari); 1:2 Nigro (56./Scandella-Long); 
 
Wed, 25.01.2017: Rittner Buam – FBI VEU Feldkirch 6:1 (0:0, 1:1, 5:0)
Referees: MOSCHEN, SUPPER, Holzer, Manfroi.
Goals Rittner Buam: 1:0 M.Ploner (25./Sprukts-F.Ebner); 2:1 Traversa (47./Tudin); 3:1 Alber (49./Tudin-Traversa); 4:1 M.Ploner (54./F.Ebner-Frei); 5:1 I. Tauferer (54./pp2/F.Ebner-Sprukts); 6:1 V. Ahlstrom (57./M.Ploner-F.Ebner);
Goal Feldkirch: 1:1 Stanley (33./Draschkowitz-Jancar); 
 
Sky Alps Hockey League Qualification Round A: 
 
Wed, 25.01.2017: HC Gherdeina valgardena.it – Red Bull Hockey Juniors 5:1 (2.0, 3:1, 0:0)
Referees: VIRTA, WALLNER, Rinker, Stefenelli.
Goals Gherdeina: 1:0 Eastman (5./G.Vinatzer9); 2:0 Straka (18./G.Vinatzer); 3:1 Ellis (31./B.Kostner-Staka); 4:1 Eastman (31./Straka-F.Kostner); 5:1 G.Vinatzer (36./Ellis-B.Kostner); 
Goals Red Bulls: 5:1 Kainz (31./Daubner);
 
Wed, 25.01.2017: EC Bregenzerwald – S.G. Cortina 6:4 (2:0, 2:2, 2:2)
Referees: BENVEGNU, HOFER, Giacomozzi, Krausz
Goals ECB: 1:0 Putnik (3./pp1/ Koczera-Haidinger), 2:0 Ban (8./pp2/Koczera- Fussenegger), 3:1 Ban (29./pp1/Haberl), 4:1 Ban (31./Wolf- Waldhauser), 5:3 Ban (48.), 6:4 Kauppila (58./sh1/ Nordh- Pietilä)
Goals SGC: 2:1 Moser (21./Fontanive- Caletti), 4:2 Caletti (31./Fontanive-Moser), 4:3 Brace (42./
Burton- Brighenti Moretti), 5:4 De Biasio (50./ Fontanive- Lacedelli)
 
Sky Alps Hockey League Qualification Round B: 
 
Wed, 25.01.2017: HC Neumarkt Riwega – EC „Die Adler“ Stadtwerke Kitzbühel 3:0 (1:0; 1:0; 1:0)
Referees: LAZZERI, STRASSER, Biacoli, Kalb.
Goals Neumarkt: 1:0 Lundstrom (18./pp2/Gaspar-Willeit); 2:0 Gaspar (24./Lundstrom-Willeit); 3:0 Graf (47./Lundstrom-Muzik);
 
Nell'unica partita in programma martedì sera, la formazione dell'EK Zeller Eisbären apre la seconda fase con una vittoria casalinga di misura per 2:1 contro l'EC - Klagenfurt II. La formazione degli Orsi Polari rafforza per il momento la sua 1a posizione al comando del Girone B di qualificazione ai playoff.

La squadra di casa parte come favorita per questo match ma deve metterci tanto impegno contro gli avversari per la maggior parte del primo periodo. Comunque la squadra salisburghese segna con Marküs Pöck dopo un errore del Klagenfurt nella sua zona difensiva. La rete è anche l'unica di un primo tempo dal ritmo molto veloce. L'inizio del secondo tempo regala ai fans molte emozioni. Entrambe le squadre si costruiscono buone occasioni ma non riescono a segnare. Il secondo tempo si chiude senza reti grazie anche alle rispettive parate dei portieri. Nel terzo tempo il risultato si sblocca nuovamente. Lo Zell am See raddoppia al 47' con la rete di Frederik Widen in powerplay: il giocatore svedese festeggia il suo compleanno nel migliore dei modi. Ma un minuto dopo le "Giubbe Rosse" ospiti riaprono la partita con la rete di Marco Brucker che dimezza lo svantaggio. Così si arriva nei minuti finali. Il Klagenfurt tenta il tutto per tutto, togliendo il portiere Thomas Dechel, ma il pareggio sfuma. Lo Zell am See vince il suo primo match, molto più difficile del previsto, nel Girone di Qualificazione B e rafforza la sua leadership. Si ricorda che gli Orsi Polari sono partiti da cinque punti bonus in questa seconda fase in virtù del loro 8° posto al termine della stagione regolare.

Sky Alps Hockey League, Qualification Round B
24.01.2017: EK Zeller Eisbären – EC-KAC II 2:1 (1:0, 0:0, 1:1)
Goals EKZ: 1:0 Pöck (5./Fazokas-57 Wilfan), 2:0 Widen (47.PP-Scholz-Rataj)
Goal KA2: 2:1 Brucker (48./Pusnik-Vallant)

 

Le classifiche

Master Round
1. Rittner Buam 9 punti
2. HC Val Pusteria 4
3. EHC Alge Elastic Lustenau 4
4. Migross Supermercati Asiago Hockey 3
5. HDD SIJ Acroni Jesenice 2
6. FBI VEU Feldkirch 0

Qualification Round A
1. Cortina Hafro 6 punti
2. HC Gherdeina valgardena.it 5
3. Red Bulls Junior 3
4. EC Bregenzerwald 3
5. Fassa Falcons 0 (-1 partita)

Qualification Round B
1. EC Zeller Eisbären 8 punti
2. HC Egna Riwega 7
3. SSI Vipiteno Broncos Weihenstephan 1 (-1 partita)
4. EC Die Adler Stadtwerke Kitzbühel 0
5. KAC II 0


TAG: Serie A