Sky Alps HL, i risultati della 2a giornata della 2a fase

Nella seconda giornata della 2a fase il Renon si conferma leader del Master Round con una vittoria all'overtime ad Asiago. I Rittner Buam ora hanno 5 punti di vantaggio sul Lustenau che sorprende il Brunico. Cade ancora, infatti,  il Val Pusteria che si fa rimontare nel 3° tempo e poi perde ai rigori. Il Cortina ritorna alla vittoria contro un Fassa che rimane in partita fino a metà del terzo tempo. Ampezzani si confermano al 1° posto del Girone A di qualificazione ai playoff. Il Vipiteno parte molto bene nel primo tempo e poi allunga travolgendo un Egna che non riesce ad arginare la potenza dei Broncos. 

Migross Supermercati Asiago Hockey 1935 – Rittner Buam 3:4 OT
Proprio sei giorni dopo aver vinto il titolo italiano, stagione 2016/17, allo stadio Odegar, i Rittner Buam sono di nuovo ad Asiago per il 2° turno del Master Round. Entrambe le squadre hanno vinto la prima partita del Master Round. Andrea Strazzabosco e Krystofer Kolanos sono assenti per la squadra di casa. Alexander Eisath e Kevin Fink mancano per i "Buam". Il primo periodo è giocato molto guardingo dalle due squadre con un ritmo molto accorto. Dopo sette minuti Matteo Tessari ha segnato il primo gol per l’Asiago in azione powerplay dopo un tiro di Mike Sullivan. Gli ospiti hanno cercato di rispondere, ma non sfruttano un doppio powerplay e poi Christian Borgatello colpisce il palo. I Rittner Buam entrano nel secondo tempo molto più carichi e dopo 18 secondi Victor Ahlström devia in rete un tiro di Christian Borgatello. Ma dopo questo flash, il gioco è sullo stesso ritmo del primo periodo. La partita è tattica con poche emozioni e poche occasioni da rete. Thomas Spinell ha un'occasione per segnare ma l'ultimo assist per Traversa non è agganciato dall’attaccante. Il secondo periodo si chiude in parità (1: 1). Durante il terzo periodo la partita cambia completamente volto. Due reti in 4 minuti. Prima c’è il goal di Andreas Lutz ma il disco nella circostanza viene deviato in rete dal difensore dei Buam (Roland Hofer). Gli ospiti poi hanno risposto con Oskar Ahlström dopo una mischia davanti alla porta dell’Asiago. I Rittner Buam, poi, passano avanti per la prima volta nel match  dopo un grande colpo di Fabian Ebner durante un'azione in doppio powerplay. Ma a metà del periodo di nuovo Matteo Tessari porta al pareggio i giallorossi dopo aver girato intorno alla porta di Killen. Il tempo regolare termina in parità (3:3). Durante l’overtime succede di tutto. Ci sono state molte possibilità di segnare specialmente per i giallorossi di casa. Colin Long poi sembrava aver segnato, ma gli arbitri. dopo una lunga visione dei video replay, non hanno convalidato il gol. Quando mancano 39 secondi alla fine dell’overtime, Dan Sullivan tenta un tiro, ma rompe il bastone. Daniel Tudin ha rubato il disco e ha segnato da solo davanti a Cloutier in velocità per la vittoria dei Rittner Buam (4: 3) in situazione d’inferiorità numerica. I Campioni d’Italia in carica si riconfermano come leader indiscussi del Master Round. Asiago, dopo questa partita, finisce nella quinta posizione del Master Round. 
 
SSI Vipiteno Broncos Weihenstephan – HC Egna Riwega 7:2
La squadra di casa esordisce nella seconda fase, dopo una pausa di nove giorni, e sfida l’Egna. I Broncos sono al completo per la prima volta in stagione. Il Vipiteno parte forte ed agisce fin dalle prime pattinate. La formazione di coach Clayton Beddoes schiaccia l’avversario. Francis Verreault-Paul, top scorer dei Broncos, realizza la prima rete dopo cinque minuti grazie ad un bel tiro molto preciso da distanza ravvicinata. Passano meno due minuti ed il Vipiteno raddoppia. Danny Deanesi con un tiro di polso supera Daniel Morandell. L’Egna fa fatica ad impostare il suo gioco e prende anche alcune penalità. La squadra di casa sfrutta un doppio powerplay: Zdenek Bahensky segna un goal facile. Il primo tempo registra l’assoluto dominio dei Broncos che chiudono il tempo avanti per 3:0. Nel secondo tempo l’Egna cambia il portiere: entra Steiner Moritz ed esce Daniel Morandell. Ma la squadra di casa controlla sempre il gioco. Dopo un minuto David Roupec realizza ancora in powerplay. Poi Denny Deanesi supera anche il nuovo portiere.  L’Egna reagisce dopo metà partita. Linus Lundstrom, il top-scorer delle Wild Goose, costruisce la prima rete dell’Egna in inferiorità numerica. Ma è sempre la squadra di casa a fare il gioco. Prima della fine del secondo tempo c’è la sesta rete dei Broncos. Il protagonista è ancora Verreault-Paul. Nel terzo tempo la situazione non cambia e la gara rimane sempre saldamente nelle mani della squadra dell’Alta Val d’Isarco. Prima di metà tempo ancora un guizzo di Matthias Mantinger che permette al Vipiteno di gestire il finale di gara. L’Egna cerca di mitigare il passivo e ci riesce con la rete di Radovan Gabri. La gara finisce 7-2 a favore del Vipiteno che ferma la corsa dell’Egna dopo tre vittorie consecutive tra prima e seconda fase. Per i Broncos si tratta della decima vittoria consecutiva in casa. Ma la situazione del Girone di Qualificazione B su fa difficile per le due squadre altoatesina. Lo Zell am See ha un vantaggio di quattro punti sull’Egna e sette sui Broncos anche se siamo praticamente all’inizio del Girone. 
 
Sportivi Ghiaccio Cortina Hafro – HC Fassa Falcons 3:0 
Dopo la sconfitta a Dorbirn contro il Bregenzerwald, il Cortina, leader del Gruppo A di Qualificazione, gioca in casa contro il Fassa. I Fassa gioca la sua prima partita della seconda fase dopo 9 giorni di pausa. Martin Castlunger è assente per infortunio ma la squadra ospite recupera Thomas Dantone e Cesare Sottsas. L’inizio della partita è molto lento. Le due squadre giocano in maniera molto difensiva. Dopo 4 minuti il Cortina segna la prima rete. Riccardo Lacedelli apre un passaggio sulla linea blu per Tanner Burton. Il difensore del Cortina fa un paio di pattinate e poi scarica un potente tiro sotto la traversa. Il tempo poi non offre molto e non si registrano altre reti. Il secondo tempo inizia in maniera molto nervosa e con molte penalità. Il gioco, però, è più divertente che non nel primo tempo. Il Cortina crea molte occasioni in attacco ma il Fassa si salva grazie anche alle parate di Gianni Scola. Zachary Torquato sbaglia un contropiede in penalty killing da solo davanti a Scola. Ancora il Cortina in attacco ma il disco non entra in porta nonostante alcune nitide occasioni. Riley Brace sbaglia anche un rigore. Il secondo tempo si chiude senza reti. Nel terzo tempo il Cortina non riesce a chiudere la partita. Dopo otto minuti Francesco Adami segna in contropiede il raddoppio dei padroni di casa che possono chiudere con più tranquillità il match. Poi c’è ancora un rigore per il Cortina. In questa circostanza Edoardo Caletti non sbaglia. La formazione di casa vince per 3:0, dopo tre sconfitte, e si conferma al primo posto del Girone A di qualificazione. Marco De Filippo festeggia il 3° shutout della stagione, il secondo contro i Falcons.  Il Fassa rimane con zero punti ed ottiene la settima sconfitta consecutiva.
 
EHC Alge Elastic Lustenau - Val Pusteria 4:3 FSO
Il Val Pusteria parte alla carica sul ghiaccio di Lustenau. Dopo 51 secondi Raphael Andergassen realizza la prima rete in gran velocità. I pusteresi ci mettono molta pressione ma il secondo goal non si concretizza. Con il passare dei minuti, i Leoni entrano in partita e dopo nove minuti pescano il pareggio con Martins Cipulis che batte Thomas Tragust. Il Val Pusteria non sembra scosso da questa rete e continua il suo gioco fatto di buone combinazioni ed azioni veloci. Armin Hofer sigla il nuovo vantaggio dei Lupi che vanno al primo riposo in vantaggio per 2:1. Nel secondo periodo la gara è molto bella. I pusteresi legittimano il loro vantaggio con un gioco di gran ritmo e molto fisico. La logica conseguenza è il terzo goal altoatesino con Max Oberrauch che segna il 3:1 circa verso metà gara. Ma l'hockey è uno sport che si gioca fino all'ultimo. Nel terzo periodo le cose cambiano. I Leoni entrano con una marcia in più. Prima Stefan Hrdina accorcia le distanze al 50' e poi arriva il pareggio (3:3) di Stefan Wiedmaier (53'). Nella restante parte di periodo non si registrano altre reti così il match va all'overtime. Il Lustenau si crea le migliori occasioni ai prolungamenti ma neanche dopo sette minuti di overtime c'è un vincitore. Max Wilfan decide ai rigori dopo undici tentativi. Con questa sofferta ma importante vittoria il Lustenau, grazie al 4:3 ai rigori contro il Val Pusteria, difende la seconda posizione nel Master Round.
 
EC-KAC II - EK Zeller Eisbären 1:3
La partita si apre subito con un rete dopo 61 secondi di gioco: Marco Richter realizza al termine di una discesa solitaria. Le Giubbe Rosse partono sicuramente meglio nella gara ed a metà tempo potrebbero anche raddoppiare ma Marco Brucker fallisce da distanza favorevole. Nonostante qualche problema a gestire la difesa, gli ospiti pareggiano sul finire del periodo quando il capitano Franz Wilfan, che ha giocato per tanti anni anche per la squadra carinziana, segna con un tiro di polso dopo un tentativo solitario. Nella ripresa Dominik Frank, portiere dello Zell am See, compie un'importante parata su Florian Kurath mentre poco minuti dopo Brucker sbaglia una buona occasione. Poco prima di metà partita gli Orsi Polari potrebbero passare in vantaggio con un tiro al volo dello svedese Frederik Widen. In questo frangente il portiere del KAC, Thomas Dechel, riesce a fare una grande parata. Poi al 36' lo Zell am See passa in vantaggio con la rete di Fabian Scholz dopo un bel passaggio di Markus Pock. Poi nel terzo tempo i carinziani non riescono a mantenere la velocità ed il ritmo degli avversari. Igor Rataj allunga per gli ospiti quando mancano 11 minuti alla fine del terzo tempo. Gli Orsi Polari poi controllano il match fino al 60' ed escono da Klagenfurt con una vittoria per 3:1. 
 
FBI VEU Feldkirch – HDD SIJ Acroni Jesenice 1:4
Il Feldkirch gioca un inizio di gara molto promettente ma gli sforzi degli avanti del Veu non trovano nessun spunto vincente nella solida difesa degli sloveni. Ma poco dopo 3 minuti di gioco, i balcanici passano a condurre con un tiro dalla distanza di Jaka Ankrest ma nella circostanza Alex Caffi aveva la visuale coperta. Questa è anche l'unica marcatura del primo tempo ma quando si torna a giocare Jesenice raddoppia con Ales Jeklic. Due minuti più tardi Dennis Sticha dimezza lo svantaggio con un gran tiro con il Feldkirch che crede nel pareggio. La squadra slovena, però, gestisce bene questa situazione ed i loro piani di gioco. Questo è un fattore che permette ai Red Steelers di realizzare un altro goal con Luka Kalan che ristabilisce le due reti di distanza. Nel terzo periodo Jesenice controlla il vantaggio e poi chiude la partita con la rete della sicurezza con Saso Rajsar (55'). Jesenice vince per 4:1 e va al terzo posto del Master Round. 
 
Red Bull Hockey Juniors – EC Bregenzerwald 3:1
I Red Bulls partono molto bene nella partita con un sacco di tiri ma per la prima rete dei salisburghesi bisogna aspettare il 14' quando Maximilian Daubner realizza il vantaggio dei padroni di casa dopo un bel passaggio di Patrik Kittinger. Cinque minuti più tardi Dario Winkler realizza il raddoppio in powerplay con i "Tori Rossi" che chiudono il primo tempo avanti di due reti. Nel secondo periodo la squadra di casa preme per un'altra rete  ma il tempo è senza marcature. Il Salisburgo vuole chiudere il match all'inizio del terzo tempo ma non trova  il goal neanche in doppia superiorità. Poi gli sforzi dei salisburghesi vengono premiati dalla rete di Marcus Jörgensen che mette al sicuro la gara per i padroni di casa. Ma il portiere dei Red Bulls, Kevin Reich, non può festeggiare lo shutout perché all'ultimo minuto Christian Ban realizza la prima rete del Bregenzerwald. Salisburgo vince per 3:1 e raggiunge la seconda piazza del Girone A di qualificazione ai playoff.
 
Sky Alps Hockey League:
Master Round:
28.01.2017: Migross Supermercati Asiago Hockey 1935 – Rittner Buam 3:4 FOT (1:0, 0:1, 2:2, 0:1)
Goals Asiago: 1:0 M.Tessari (7./PP1/M.Sullivan-J.Magnabosco); 2:1 Lutz (41./D.Sullivan-Miglioranzi); 3:3 M.Tessari (50./PP1/M.Stevan-M.Sullivan); 
Goals Rittner Buam: 1:1 V.Ahlström (20./Borgatello-I.Tauferer); 2:2 O.Ahlström (44./V.Ahlström/S.Kostner); 2:3 F.Ebner (48./I.Tauferer); 3:4 Tudin (66./SH1); 
 
28.01.2017: FBI VEU Feldkirch – HDD SIJ Acroni Jesenice 1:4 (0:1, 1:2, 0:1)
Goal Feldkirch: Sticha (24./Winzig-Lindgren)
Goals Jesenice: Ankerst (4./Rajsar-Magovac), Jeklic (22./Cimzar-Jezovsek), Kalan (27./DiCasmirro-Magovac), Rajsar (56.)        
 
28.01.2017: EHC Alge Elastic Lustenau - Val Pusteria 4:3 FSO (1:2, 0:1, 2:0, 0:0, 1:0)
Goals Lustenau: Cipulis (9./Hrdina-Devecka), Hrdina (51./Gricinskis-Auer), Stefan Wiedmaier (54./Vala-Devecka), Wilfan (67./dec. penalty)
Goals Pustertal: Andergassen (1./Rabbit-Lancsar), Hofer (15./Laner), Oberrauch (29./Wiebe-Hofer)
 
Qualification Round A:
28.01.2017: Red Bull Hockey Juniors – EC Bregenzerwald 3:1 (2:0, 0:0, 1:1) 
Goals RBJ: Daubner (14./Kittinger-Östling) Winkler (19./PP-Egger-Jörgensen), Wappis (56./Jörgensen-Kainz) 
Goal ECB: Ch. Ban (60./Kauppila)
 
28.01.2017: Sportivi Ghiaccio Cortina Hafro – HC Fassa Falcons 3:0 (1:0; 0:0; 2:0)
Goals Cortina: 1:0 Burton (4./R.Lacedelli-P.Rizzo); 2:0 F.Adami (48./Brace-De Biasio); 3:0 Caletti (55./PS)
 
Qualification Round B:
28.01.2017: EC-KAC II - EK Zeller Eisbären 1:3 (1:1, 0:1, 0:1)
Goal KAC: Richter (2./Kreuzer-Vallant)
Goal EKZ: Wilfan (19./Scholz-Widen), Scholz (36./Pöck), Rataj (49./Scholz-Widen)
 
28.01.2017: SSI Vipiteno Broncos Weihenstephan – HC Neumarkt Riwega 7:2 (3:0; 3:1; 1:1)
Goals Sterzing: 1:0 Verreault-Paul (5./Bahensky-S.Baur); 2:0 Deanesi (7./Maffia-I.Deluca); 3:0 Bahensky (15./PP2/Stofner- Verreault-Paul); 4:0 Roupec (21./PP1/Hackhofer-Stofner); 5:0 Mantinger (26./I.Deluca); 6:1 Verreault-Paul (37./Mair-Deanesi); 7:1 Mantinger (47./I.Deluca-D.Erlacher); 
Goals Neumarkt: 6:1 Lundstrom (34./SH1/Gaspar); 7:2 Gabri (55./Gaspar-Nedved); 
 
Le classifiche

Master Round
1. Rittner Buam 11 punti
2. EHC Alge Elastic Lustenau 6
3. HDD SIJ Acroni Jesenice 5
4. HC Val Pusteria 5
5. Migross Supermercati Asiago Hockey 4
6. FBI VEU Feldkirch 0

Girone Qualificazione  Gruppo A
1. Cortina Hafro 9 punti
2. Red Bulls Junior 6
3. HC Gherdeina valgardena.it 5 (-1 partita)
4. EC Bregenzerwald 3
5. Fassa Falcons 0 (-1 partita)

Girone Qualificazione Gruppo B 
1. EC Zeller Eisbären 11 punti
2. HC Egna Riwega 7
3. SSI Vipiteno Sterzing Weihenstephan 4 (-1 partita)
4. EC Die Adler Stadtwerke Kitzbühel 0 (-1 partita)
5. KAC II 0

 
 
Foto di David S. Wassagruba 
 

TAG: Serie A