Sky Alps HL, il Cortina ad un passo dai playoff

L'HC Val Pusteria è sconfitto a Jesenice e perde il 1° posto del Master Round. I Rittner Buam ne approfittano e ritornano in vetta dopo la vittoria in trasferta a Lustenau. La Sportivi Ghiaccio Cortina vince a Selva di Val Gardena ed è ad un passo dai playoff.

HC Gherdeina valgardena.it – Sportivi Ghiaccio Cortina Hafro 1:4 
Grande cornice di pubblico allo stadio Pranives per il big match tra Gardena e Cortina. Entrambe le formazioni, che questa sera schierano rispettivamente tre linee d’attacco, dal primo ingaggio in poi agiscono in modo difensivo. Poi col passare dei minuti, gli ospiti riescono a impegnare più di una volta Gianluca Vallini. La squadra di casa, invece, cerca solo difendersi. Negli ultimi cinque minuti di gioco si assiste a parecchie interruzioni, cosa che influenza assai il ritmo di gioco. Al 18° gli “Scoiattoli” passano in vantaggio con Nicola Fontanive, bravo a sfruttare un assist a pennello di Edoardo Caletti. Il secondo periodo per il Gardena inizia nei peggiori dei modi: in superiorità numerica il Cortina raddoppia fortunosamente con Tanner Burton. I ladini accusano il colpo, ma poi reagiscono assediando la porta degli avversari, che in tutte le circostanze riescono a proteggere e salvare il 2-0. Al 33° Jonas Johansson fallisce clamorosamente il primo gol gardenese, mentre Benjamin Kostner e Josef Straka colpiscono solo il palo. Successivamente, e prima del secondo riposo, il Cortina si rende pericoloso in contropiede ma Vallini risponde presente con tre o quattro parate veramente straordinarie. Nel terzo periodo il Gherdeina gioca fino in fondo. La prima rete è annullata per bastone alto. Poi la formazione di casa dimezza lo svantaggio con Benjamin Kostner dopo 55 minuti di gioco. Diego Iori ha sul bastone la possibilità del 2:2 ma sbaglia. Nella stessa azione il Cortina allunga per il 3:1 con Zach Torquato. Francesco Adami chiude il match due minuti più tardi con la rete a porta vuota del definitivo 4:1 del Cortina. La formazione di coach Drew Omicioli con questa vittoria avanza a pieno ritmo verso i playoff in attesa delle ultime due gare. Il Gherdeina è eliminato dalla corsa ai playoff. 
 
HDD SIJ Acroni Jesenice – HC Pustertal Wolves 4:2 (0:1; 2:1; 2:0)
Il duello tra Steelers e Lupi ha sempre portato a partite incerte. Così è stato anche questa volta. Lo Jesenice ha attaccato molto mentre gli ospiti hanno segnato sulle rare azioni costruite in attacco, mantenendo il livello e la tensione alta fino alla fine. Nel primo periodo la squadra di casa ha costruito un attacco dopo l'altro, avendo in ben due occasioni un giocatore in più sul ghiaccio, mentre gli ospiti raggiungono il vantaggio in power play. Max Oberrauch andava a segno da posizione ravvicinata. In vantaggio di un gol il Val Pusteria ha cercato di conservare il risultato nel secondo tempo, praticamente uguale al primo periodo di gioco. Jesenice ha attaccato di più, ma gli ospiti si sono fatti minacciosi in contropiede. Il pubblico presente ha assistito ad una lotta lunga dura ma senza segnature. I padroni di casa hanno costruito parecchio, come nell'azione conclusa da Sašo Rajsar che è valso il pareggio dei balcanici al 34’. Gli ultimi due minuti di gioco del secondo periodo erano estremamente interessanti. Nel primo contropiede a disposizione andava a segno Victor Schweitzer per i gialloneri. Solo 12 secondi prima di andare al secondo intervallo, Aleksandar Magovac è andato in rete in superiorità numerica per un appassionante 2:2 dopo i primi due drittel di gioco. 
Si decideva tutto nell'ultimo terzo di gioco. Jesenice in questa parte della partita risultava più attivo, ma non come quanto nelle prime due frazioni di gioco. La partita resta molto fisica ma leale, la tensione cresce e tutti erano in attesa del primo errore decisivo da una parte e dall'altra della pista. 
A quattro minuti e mezzo dalla fine della partita, la squadra di casa gestisce un contropiede, finalizzato da Eric Pance. Negli ultimi minuti Sebastjan Hadzic segna una rete a porta vuota e conferma così la vittoria della squadra slovena per 4:2. Il Val Pusteria ritorna in seconda posizione. Jesenice rimane in corsa per il vantaggio della pista nei quarti. 
 
EHC Alge Elastic Lustenau – Rittner Buam 1:5
Il Lustenau ha sfidato il Renon in casa. Partenza molto buona degli ospiti che passano in vantaggio dopo 4 minuti di gioco con Roland Hofer, che in superiorità numerica (Dominik Oberscheider era in panca puniti) sfrutta un assist di Dan Tudin per la rete dell´1:0. Per il difensore è il quarto gol stagionale. Dopo 15 minuti si è dovuto accomodare in panca puniti anche Dusan Devecka e poco più tardi i Rittner Buam raddoppiano con Janis Sprukts. Appena 76 secondi dopo, i padroni di casa accorciano però le distanze con Marcel Witting. Poi non è successo più nulla fino ad un minuto dalla fine del secondo periodo, quando Victor Ahlström realizza in inferiorità numerica il terzo gol del Renon e riporta i suoi sul doppio vantaggio. Per il topscorer dei “Buam” è il 19° sigillo in campionato. Nel terzo periodo il Renon chiude definitivamente la partita. Alex Frei segna a sette minuti dal termine in power-play il 4:1 ed al 56.19 Simon Kostner è abile a sfruttare un passaggio di Borgatello per il 5:1-finale, sempre con un uomo di più sul ghiaccio. In totale, il Renon stasera ha segnato ben quattro delle cinque reti in superiorità numerica. Con questa vittoria i “Buam” ritornano in testa alla classifica del Master Round con 21 punti dopo la sconfitta del Val Pusteria che ha perso in Slovenia contro Jesenice per 4:2.
 
FBI VEU Feldkirch – Migross Supermercati Asiago Hockey 2:4 
Il Feldkirch sfida l’Asiago che è privo di due giocatori importanti: Andreas Lutz e Giulio Scandella. 
La squadra austriaca ha una leggera superiorità territoriale, anche grazie ad un iniziale powerplay, e riesce a far girare con più continuità il disco in attacco. La Migross risponde con veloci contropiedi e ha una grande occasione con Anthony Nigro che colpisce il palo. Il primo tempo finisce sullo 0-0. L’Asiago sblocca il risultato dopo 46 secondi del secondo periodo con Micheal Sullivan che è bravo davanti porta a superare con una finta il portiere avversario Alex Caffi. Passano pochi minuti e i padroni di casa trovano il pareggio con un contropiede concretizzato da Martin Mairitsch. Gli stellati si fanno trovare più di una volta sbilanciati in avanti, ed è cosi, con un nuova ripartenza, che il Feldkirch trova sguarnita la difesa asiaghese e Winzig raddoppia. Gli uomini di Barrasso reagiscono e cercano il pareggio con caparbietà.  Kolanos, con uno dei suoi classici tiri da posizione defilata, riesce a realizzare il 2:2.  La Migross torna sul ghiaccio per il 3° tempo determinata a trovare 3 punti fondamentali per la classifica del Master Round. Rispetto ai primi due periodi mantiene l’iniziativa e costruisce diverse occasioni per andare in vantaggio. Bisogna però aspettare il 10’ minuto perché’ si sblocchi il risultato, ed è ancora Kolanos, in situazione di 4 contro 4, a trovare il gol del 3-2. Ma la vena realizzativa del numero 11 stellato non si esaurisce qui, ed infatti dopo poco meno di 3 minuti realizza il gol del 4-2 che chiude definitivamente la partita. Secondo „hat trick consecutivo per il forte attaccante canadese. 
 
SKY Alps Hockey League, Master Round:
 
Tue, 21.02.2017: HDD SIJ Acroni Jesenice – HC Pustertal Wolves 4:2 (0:1; 2:1; 2:0)
Referees: FICHTNER, LESNIAK, Legat, Pagon.
Goals Jesenice: 1:1 Rajsar (34./Manfreda-Ankerst); 2:2 Magovac (39./PP1/Ankerst-Pance); 3:2 Pance (55./Sotlar-Magovac); 4:2 Hadzic (59./EN/Cimzar-Kalan); 
Goals Pustertal: 0:1 Oberrauch (13./PP1/Bona-Wiebe); 1:2 Schweitzer (38./Sirokovs); 
 
Tue, 21.02.2017: FBI VEU Feldkirch – Migross Supermercati Asiago Hockey 1935 2:4 (0:0; 2:2; 0:2)
Referees: HOFER, PIANEZZE, Krausz, Rigoni.
Goals Feldkirch: 1:1 Mairitsch (24./Birnstill-Stanley); 2:1 Winzig (29./Birnstill-Breuss); 
Goals Asiago: 0:1 M.Sullivan (20./Long-Nigro); 2:2 Kolanos (34./Long-Nigro); 2:3 Kolanos (50./Long-Nigro); 2:4 Kolanos (53./Marchetti)
 
Tue, 21.02.2017: EHC Alge Elastic Lustenau – Rittner Buam 1:5 (1:2; 0:1; 0:2)
Referees: COLCUC, HOLLENSTEIN, Kalb, Stefenelli. 
Goal Lustenau: 1:2 Witting (16./Oberscheider-Gricinskis)
Goal Rittner Buam: 0:1 Hofer (4./PP1/Tudin); 0:2 Sprukts (14./PP1/Tudin -T.Spinell); 1:3 V. Ahlström (38./SH1/O. Ahlström); 1:4 Frei (53./PP1/Borgatello); 1:5 S.Kostner (59./PP1/Borgatello-O. Ahlström); 
 
SKY Alps Hockey League, Qualification Round A:
Tue, 21.02.2017: HC Gherdeina valgardena.it – Sportivi Ghiaccio Cortina Hafro (20:30) 1:4 (0:1; 0:1; 1:2)
Referees: LAZZERI, MOSCHEN, P. Giacomozzi, F. Giacomozzi.
Goal Gherdeina: 1:2 B.Kostner (55./I.Demetz-Johansson); 
Goals Cortina: 0:1 N.Fontanive (18./Caletti-Burton); 0:2 Burton (21./PP1/De Biasio-N.Fontanive); 1:3 Torquato (56./Brace-Ciccarello); 1:4 Adami (57./EN/Torquato-Brace); 
 
Master Round
1. Rittner Buam 21 punti (8 partite)
2. HC Val Pusteria Lupi 18 punti (8 partite)
3. Migross Supermercati Asiago Hockey 17 punti (8 partite)
4. HDD SIJ Acroni Jesenice 17 punti (8 partite)
5. EHC Alge Elastic Lustenau 9 punti (9 partite)
6. VEU FBI Feldkirch 6 punti (9 partite)
 
Qualification Round A
1. SG Cortina Hafro 20 punti (6 partite)
2. Red Bull Hockey Juniors 15 punti (6 partite)
3. HC Gherdeina valgardena.it 14 punti (6 partite)
4. HC Fassa Falcons 7 punti (7 partite)
5. EC Bregenzerwald 3 punti (7 partite)
 
Qualification Round B
1. HC Egna Riwega 18 punti (6 partite)
2. SSI Broncos Vipiteno Weihenstephan 17 punti (6 partite)
3. EK Zeller Eisbären 16 punti (6 partite)
4. EC ‚Die Adler‘ Stadtwerke Kitzbühel 6 punti (6 partite)
5. EC KAC II 1 punto (8 partite)

TAG: Serie A