Sky Alps HL, il Renon in finale. L'Asiago a Gara 5

I Rittner Buam si qualificano alla finale della SKY Alps Hockey League grazie alla vittoria per 4:2 a Cortina martedì sera. Dopo aver perso la prima gara di semifinale, i Campioni in carica d'Italia hanno vinto per tre volte di fila ed hanno piegato la resistenza ampezzana. La seconda semifinale avrà bisogno di tutte e cinque le gare per decidere l'altra finalista che sfiderà il Renon. La Supermercati Migross Asiago Hockey 1935 vince Gara 4 di semifinale a casa dell' HDD SIJ Acroni Jesenice per 4:3 e pareggia la serie (2:2). Il match decisivo si terrà ad Asiago giovedì.
 

HDD SIJ Acroni Jesenice – Migross Supermercati Asiago Hockey 1935 3:4
L'Asiago deve vincere Gara 4 per allungare la serie delle semifinali. Gli ospiti sembrano iniziare bene. Giulio Scandella segna il goal d'apertura della serata dopo tre minuti in powerplay, trovando il fondo della rete con un tiro al volo. I padroni di casa diventano pericolosi per la prima volta nel match grazie anche ad una superiorità ma Jaka Ankerst fallisce il suo tentativo di segnare grazie anche all'intervento di Frederic Cloutier. Dopo otto minuti di gioco arriva il pareggio sloveno. Eric Pance ferma un disco con il pattino e poi realizza. Poco dopo Cloutier si ripete contro un'altra occasione di Ankerst e sulla stessa continuazione dell'azione i berici riprendono il vantaggio nel match. In questo frangente c'è un intervento non eccelso del portiere di casa che viene superato da un tiro innocuo di Josè Antonio Magnabosco dopo 13 minuti di un già intenso primo tempo. L'Asiago chiude la prima frazione in vantaggio per 2:1. Nella ripresa Jesenice ci mette molto impegno per pareggiare già durante il primo powerplay. Ma gli ospiti sono concreti sotto porta e quasi dal niente arriva la rete dell'allungo vicentino. Krys Kolanos riceve un buon passaggio e poi tenta di superare l'estremo Stojanovic e non ci riesce ma Andreas Lutz è veloce sul rimbalzo. Jesenice ci riprova in powerplay ma anche questa volta gli sloveni non riescono a segnare. Ci pensa Žan Jezovšek al termine di una veloce azione in parità numerica per accorciare le distanze. Ma al 34' (ed un minuto dopo la precedente rete) Kris Kolanos dimostra tutta la sua bravura con un disco scagliato nell'angolo più lontano della porta che vale il 4:2 Asiago dopo due tempi. Anche nel terzo tempo Jesenice parte all'attacco. Nel far questo scopre il fianco alle veloci incursioni dei veneti. Davide Conci non riesce a concretizzare una buona occasione su una di queste veloci fughe. Gli sloveni insistono ed accorciano le distanze al 49' con un gran tiro di Martin Oraze in powerplay. La gara è giocata a viso aperto. L'Asiago colpisce una traversa mentre i balcanici sfiorano per due volte il pareggio. Quando mancano 39 secondi alla fine del terzo tempo, l'Asiago riceve una penalità. Jesenice gioca in 6 contro 4 ma gli italiani sono bravi ad amministrare il tempo finale. La formazione stellata vince per 4:3 e giovedì ospiterà Jesenice nella gara 5 che sarà un dentro o fuori per la finale contro il Renon in una serie di semifinale dalle mille emozioni.

Sportivi Ghiaccio Cortina Hafro (7) – Rittner Buam (1) 2:4
Dopo due sconfitte consecutive il Cortina cerca sul ghiaccio di casa la possibilità di rimettere in parità una serie che il Renon sembra dominare dopo aver perso Gara 1. La squadra di casa deve rinunciare a Francesco Adami che sconta la seconda giornata di squalifica, oltre a Caletti e De Zanna. Il Renon ritrova Fabian Ebner. La squadra di casa parte sicuramente bene, gioca meglio rispetto ai Buam e va vicino alla rete con Zachary Torquato e Federico Lacedelli che però non hanno la precisione necessaria per centrare il bersaglio grosso. La squadra di coach Drew Omicioli continua a giocare con concentrazione concedendo pochissimo ad un Renon superficiale e poco preciso nell'impostazione della propria azione offensiva. Nel finale della prima frazione arriva la rete degli ospiti, pronti ad approfittare di uno sbandamento difensivo degli avversari dopo un presunto fallo non fischiato su Alex Talamini, e tocca a Markus Spinell piazzare l'1-0 alle spalle di Marco De Filippo a poco più di due minuti dalla prima sirena. Dopo alcune proteste della panca cortinese si torna a giocare ma le due squadre vanno poi a riposo con il Renon in vantaggio 1-0. Secondo periodo che inizia come il primo, con il Renon che però sembra guadagnare metri di ghiaccio con il passare dei minuti, mentre il Cortina continua a lottare per costruire un pareggio che sarebbe meritato per quanto fatto fino ad ora. Sempre pericoloso Torquato insieme a Jordan Ciccarello, ma i due attaccanti trovano un Patrik Killeen ben piazzato davanti al suo slot. Ci provano poi Brace e Fontanive, ma ancora una volta alla prima occasione buona (al 9') il Renon colpisce, questa volta con Victor Ahlström che piazza il disco dove De Filippo non può intervenire. Il Cortina non si arrende e continua a giocare, e nel giro di pochi secondi al 12' trova un meritato pareggio: prima è Brace con un tiro dalla blu in superiorità, poi tocca a Riccardo Lacedelli correggere in rete su un grande assist di Nicola Fontanive, e la gara è di nuovo aperta. Le due squadre superano due fasi di inferiorità, Tudin sfiora la segnatura ma De Filippo salva da campione mentre i compagni giocano comunque con la solita grinta, andando al secondo riposo sul 2-2. Terzo periodo che mantiene il copione dei due tempi precedenti, con i cortinesi sempre decisi ad attaccare ma il Renon esce nuovamente alla distanza approfittando anche della stanchezza che comincia a farsi sentire nelle file della squadra di Omicioli. I minuti passano e De Biasio sfiora il vantaggio della squadra di casa, ma arriva poi la rete di Thomas Spinell decisivo che approfitta di un rimbalzo concesso da De Filippo su un tiro dalla distanza. Con nuovo vantaggio il Renon gioca con maggior tranquillità e amministra al meglio la situazione, chiudendo la partita con la rete di Alex Frei che regala la finale ai "Buam" ed elimina ogni speranza per un Cortina che ha comunque lottato e giocato a testa alta fino all'ultimo secondo di questa Gara 4. Il Renon è la prima finalista di sempre della Sky Alps Hockey League.

Sky Alps Hockey League, Gara 4 semifinale (best of five):
Martedì, 28.03.2017: HDD SIJ Acroni Jesenice (4) – Migross Supermercati Asiago Hockey 1935 (3) 3:4 (1:2, 1:2, 1:0)
Arbitri: LAZZERI, STERNAT, Bärnthaler, Cristeli.
Goals Jesenice: 1:1 Pance (9./Sotlar-DiCasmirro), 2:3 Jezovsek (34./Rajsar-Logar), 3:4 Oraze (50./pp-Magovac-Sotlar)
Goals Asiago: 0:1 Scandella (3./pp-Kolanos-Sullivan D.), 1:2 Magnabosco (13./Casetti), 1:3 Lutz (26./Kolanos-Casetti), 2:4 Kolanos (35./Lutz-Miglioranzi)
 
Jesenice ed Asiago sono sul 2:2 nella serie
Giovedì ad Asiago la decisiva Gara 5.
 
Martedì 28.03.2017: Sportivi Ghiaccio Cortina Hafro (7) – Rittner Buam (1) 2:4 (0:1; 1:2; 0:2)
Arbitri: GAMPER, WIDMANN, F. Giacomozzi, Tschrepitsch.
Goals Cortina: 1:2 Brace (32./PP1/ Torquato-Fontanive); 2:2 R.Lacedelli (32./Fontanive-Zandonella)
Goals Rittner Buam: 0:1 M.Spinell (17.); 0:2 V. Ahlström (29./O. Ahlström – F.Ebner); 2:3 T.Spinell (43./Tudin-F.Ebner); 2:4 Frei (54./M.Spinell-Sprukts);
 
I Rittner Buam vincono la serie di semifinale per 3:1 nella serie ed accedono alla finale che partirà sabato 1 aprile alla Ritten Arena di Collalbo contro Asiago o Jesenice. 

TAG: Serie A