Sky Alps HL, l'Asiago pareggia i conti in Gara 2

La Migross Supermercati Asiago Hockey 1935 ha vinto la seconda gara della Finale della Sky Alps Hockey League contro i Rittner Buam. Il Renon per due volte pareggia i conti contro gli stellati che poi nel terzo tempo costruiscono il successo per il 4:2 finale. Questa è la prima vittoria stagionale della formazione di coach Tom Barrasso nei confronti della formazione altoatesina dopo sei sconfitte consecutive. La terza gara della serie di finale avrà luogo mercoledì a Collalbo.

La gara inizia subito su ritmi molto alti, con botta e risposta di Dan Tudin e Federico Benetti nel giro di pochi secondi dal primo ingaggio, ma nulla di fatto. Al 6' pericolo per il Renon su una discesa veloce di Anthony Nigro che però non inquadra la porta avversaria ma porta ad una superiorità numerica. Durante la fase con l’uomo in più Giulio Scandella pesca Andreas Lutz che colpisce la traversa con una botta in diagonale su cui Patrick Killieen ha una grande dose di fortuna, evitando il peggio su un tocco di Matteo Tessari, a pochi passi dal vantaggio. A ridosso del 10' l'Asiago costruisce una conclusione dalla blu, Killeen non riesce a controllare del tutto la conclusione di Nigro, con Lutz davanti allo slot prontissimo a toccare il disco fra i gambali del goalie avversario portando in vantaggio i padroni di casa. Il Renon si scuote e praticamente comincia a giocare rispetto alla prima parte di gara in cui aveva pensato solo a controllare le azioni offensive avversarie, replicando in contropiede poco produttivo. L'Asiago comunque continua a spingere, con Kris Kolanos che cerca l'angolo basso trovando Killeen pronto alla provvidenziale deviazione di gambale. A cinque minuti dal termine un tiro senza pretese di Scandella si trasforma in un problema perché Killeen si fa trovare fuori posizione ed è costretto a fermare il disco per evitare problemi in mischia. Poco dopo Kolanos scende veloce, si libera ma il suo tiro di polso finisce clamorosamente fuori dopo una grande azione personale. Barrasso perde Josè Magnabosco per infortunio verso la fine della frazione, riorganizza le sue linee, con il Renon che si fa vivo un paio di volte dalle parti di Cloutier ma senza dare preoccupazioni alla difesa vicentina. Al 18’ Lutz fugge in contropiede e chiama al miracolo Killeen, costretto poi a ripetersi un con intervento provvidenziale su un diagonale di Dan Sullivan. Al suono della sirena squadre a riposo con l'Asiago in vantaggio 1-0, risultato che non premia la squadra di coach Barrasso superiore rispetto ad un Renon piuttosto impalpabile nei primi 20' di Gara 2. Primi minuti del secondo periodo che mostrano l'Asiago deciso a continuare l'atteggiamento della prima frazione, con Lutz imbeccato da Kolanos ma incapace ad angolare la sua conclusione per impegnare realmente Killeen. Al 24' Traversa trova un varco scoperto della difesa avversaria a piazza un disco che vale l'1-1 non senza qualche demerito da parte di Cloutier, piazzato in modo errato sulla conclusione improvvisa dell'attaccante avversario. Due minuti dopo ci prova Janis Sprutks ma stavolta il portiere asiaghese para. Al 27', con l'Asiago in power play, prima Killeen si salva di gambale sul tiro di Dan Sullivan, ma nulla può sul disco piazzato da Stefano Marchetti che riporta in vantaggio i veneti. Il Renon centra un palo con Oscar Ahlstrom in superiorità numerica a ridosso di metà periodo ma l'azione poi sfuma perchè la difesa "stellata" libera il terzo. Al 35' Julian Kostner entra in velocità e cerca di piazzare un disco basso sul primo palo ma Cloutier respinge in tuffo, nel momento migliore di un Renon che comincia a beneficiare il giro a 4 linee rispetto alle 3 di un Asiago poco lucido nella gestione del disco. Tocca poi a Tudin cercare il diagonale ma il suo disco è largo. Dopo una lunga fase di marca altoatesina è Scandella a portare in attacco i suoi ma lo slap dell’attaccante sfiora il palo con Killeen fuori causa. Ultimi 2 minuti con il Renon in superiorità, con l'Asiago che difende col cuore e con i denti, andando al secondo riposo sempre in vantaggio ma per 2-1. Da segnalare che per infortunio l’Asiago perde anche Davide Dal Sasso. Equilibrio sostanziale nel terzo periodo, con l'Asiago che controlla gli attacchi di un Renon pericoloso con Markus Spinell ed Ebner senza però concretizzare, mentre sull'altro fronte Kolanos sbaglia una situazione favorevole dopo 43 minuti di gioco. Al 47’ il Renon accelera in zona centrale, Michael Sullivan si addormenta su Frei che fredda imparabilmente un impreparato Cloutier che abbozza solo l'intervento. Trovato il pareggio gli alto atesini prendono coraggio e mettono molta pressione nel terzo asiaghese, approfittando anche di una certa stanchezza che vede l'Asiago soffrire gli attacchi avversari. Borgatello ci prova dalla distanza, poi Sprukts cerca di tirare ma viene steso da Long in maniera ingenua e così l'Asiago è costretto a giocare in inferiorità. Passata l'insidia dell'uomo in meno l'Asiago torna a farsi pericoloso e al 34' Marchetti piazza un grande disco in mezzo per Scandella che spara il disco del nuovo vantaggio "stellato" con Killeen fuori causa. Il gioco si libera dei tatticismi e le due squadre mettono sul ghiaccio cuore e tecnica, con i padroni di casa che lasciando sempre un attaccante alto e continuano a cambiare le proprie linee rispetto ad un Renon che si affida ai soliti uomini che vengono contenuti molto bene dalla difesa avversaria. Un paio di cambi sbagliati permettono ai "Buam" di farsi pericolosi con Frei e Tudin, prima che Lehtonen chiami time out a circa due minuti e mezzo dalla fine. A 35'' dalla sirena Traversa centra il palo davanti alla gabbia di Cloutier, poi ci pensa Kolanos a mettere la firma sulla vittoria dell'Asiago con il 4-2 a porta vuota. L'Asiago vince meritatamente Gara 2, batte il Renon per la prima volta in stagione e ora si torna a Collalbo per Gara 3 con un successo a testa. 
 
Sky Alps Hockey League, Gara 2 di finale 
Lunedì, 03.04.2017, 20:30: Migross Supermercati Asiago Hockey 1935 - Rittner Buam 4:2 (1:0; 1:1; 2:1)
Referees: LAZZERI, WIDMANN, Bärnthaler, Ch. Cristeli
Goals Asiago: 1:0 Lutz (9./Nigro-Kolanos); 2:1 Marchetti (27./PP1/Nigro-D.Sullivan); 3:2 Scandella (52./Long-Marchetti); 4:2 Kolanos (59./EN/Lutz-D.Sullivan); 
Goals Rittner Buam: 1:1 Traversa (24./Borgatello-Tauferer); 2:2 Frei (46./M.Spinell)
La serie è in parità (1:1) 
 
Mercoledì 5 aprile Gara 3 a Collalbo (ore 20:00)
 
La foto è David S. Wassagruba 

TAG: Serie A