Speed Skating, è un'Italia d'oro ai Mondiali Universitari

Si sono chiusi oggi domenica 6 marzo i Mondiali Universitari di velocità su ghiaccio in pista lunga disputati all’Ice Rink Pinè, lo stadio di Baselga di Pinè che ha visto competere per una settimana oltre un centinaio di atleti in rappresentanza di 14 nazioni per la terza edizione di una rassegna internazionale che l’Italia ospita per la prima volta. Grandi prestazioni degli azzurri che hanno dominato il medagliere con 7 ori davanti a Giappone (2 ori, 6 argenti e 2 bronzi), Polonia (2, 5, 4) e Cina (2 ori).

Due i grandi trionfi italiani nelle prove a squadra con l’oro nella staffetta ad inseguimento Team Pursuit, dove il terzetto azzurro composto dal veneziano Davide Ghiotto, dal marchigiano di San Benedetto del Tronto Riccardo Bugari e dal perginese Alessio Trentini ha chiuso in testa con il tempo di 3’57”82 davanti a Polonia e Russia, quindi nella prova a staffetta sprint in cui Mirko Nenzi, Cristian Sartorato e ancora una volta Alessio Trentini hanno conquistato un altro primo posto in 1’22”79 superando la concorrenza di Polonia e Russia.

E dopo il successo di squadra, ecco quelli individuali: Ghiotto centra venerdì l’oro nei 5000 in 5’42”21 lasciandosi alle spalle il giapponese Ryosuke Tsuchiya e il polacco Adrian Wielgat, per poi raddoppiare il sabato con l’assolo sui 10.000 grazie al nuovo primato personale di 13’47”71 contro cui nulla hanno potuto il giapponese Ryosuke Tsuchiya (un’altra volta 2°) e l’austriaco Linus Michael Heidegger (3°). Mirko Nenzi fa sua venerdì la gara dei 1000 in 1’11”40 precedendo il giapponese Yuto Fujino e l’ungherese Konrad Naghi per poi bissare il sabato nei 50 monopolizzando entrambe le serie (35”946 e 35”826 i suoi tempi) e chiudendo davanti all’atleta di Taipei Ching-Yang Sung e di nuovo al giapponese Yuto Fujino. Per finire il settimo e ultimo oro azzurro grazie a Riccardo Bugari (CP Pinè) nella Mass Start maschile dominata sull’austriaco Armin Siegfried Hager e sul polacco Marcin Bachanek.


TAG: