Tescari e Grisenti i migliori ma...

Outdoor a Varsavia: così si presenta lo scenario della 43a edizione di Mondiali juniores di pista lunga: 80 atleti, fra15 e i 20 anni a caccia di un titolo iridato fra i 500, 1000, 1500 e 5000, 3000 (femminile), Mass Start e quelle di squadra,  inseguimento e sprint  senza dimenticare il titolo Allround.

Le  prime due giornate dei campionati non ha regalato grandi sorprese, meglio, non hanno regalato grandi soddisfazioni al team Italia. Deborah Grisenti ha terminato quella inaugurale in ventisettesima posizione nella generale. L’azzurra nella distanza corta, così come Noemi Bonazza ha terminato lontana dalle posizioni che contano: trentasettesima la prima, quarantatreesima la seconda.

Non è manda meglio a Francesco Tescari che  ha terminato trentunesimo nella generale. Se andiamo ad analizzare a fondo, partendo dai 500m., vediamo che il bottimo è stato magro anche in questo caso, nonostante tre azzurri in gara: ventottesimo Francesco Tescari, cinquantunesimo Francesco Cotza, cinquantaquattresimo Jeffrey Rosanelli.  

Meglio la seconda giornata? Non proprio. Anche qui per trovare la prima azzurra, nei 1000m, bisogna far scorrere la classifica verso il basso, parecchio, prima di incontrare Debora Grisenti, trentaseiesima e Noemi Bonazza quarantatreesima.

Nei 1000m maschili il solito Francesco Tescari è stato il migliore ma… quarantaseiesimo, mentre Rosanelli ha terminato cinquantaduesimo

Conclusione di giornata riservata alla team sprint maschile con il trio azzurro Cotza, Rosanelli e Tescari che in batteria 2 ha dovuto fare i conti con Christoph Muller, Noël Müller e Johannes Brunner.

Entrambe le squadre out… agli azzurri non è bastata la caduta di un tedesco: anche loro sono incappati in una squalifica terminando così la loro performance.

 L.R.


File allegati:
- Risultati Mondiali Juniores pista lunga

TAG: Mondiali Juniores Pista Lunga