Vola la danza azzurra con Charlene Guignard e Marco Fabbri

Bratislava terra di conquista: dopo il weekend, il bilancio della spedizione in Slovacchia, in occasione del 22nd Ondrej Nepela Trophy, non può che essere encomiabile. Non solo per la vittoria di Roberta Rodeghiero, ma per la prestazione globale di “Casa Italia”: già perché a questa va aggiunto un podio e un sesto posto.

Procediamo con ordine: il podio è frutto del secondo posto di Charlene Guignard e Marco Fabbri, splendidi interpreti nella danza e secondi solo a Maia e Alex Shibutani. Il duo “made in USA” ha concluso la sua esibizione con il totale di 162.98, primo sia nel punteggio del corto che del libero.

La coppia azzurra ha strappato applausi con il totale di 143.94, determinato dal secondo posto nel corto (58.14) e nel libero (85.80): tre punteggi finiti molto vicini anche il primato personale della coppia.

Se da una parte è arrivato il podio, non va dimenticata l’ottima prestazione dell’altra coppia azzurra scesa sul ghiaccio: Misato Komatsubara e Andrea Fabbri che ha terminato in sesta posizione con 108.48 punti.

Terzo posto e gradino più basso del podio per i padroni di casa: gli slovacchi Federica Testa e Lukas Csolley con il totale di 127.22.
L.R.