Alps Hockey League: Asiago e Jesenice volano in semifinale. Il Brunico pareggia la serie

Pubblicato il

Dopo l’anticipo di lunedì, con la vittoria del Renon a Salisburgo, si sono giocate anche le altre tre gare per il quarto incontro playoff dei quarti di finale. Asiago e Jesenice non hanno fanno sconti ad i loro avversari e con quattro successi fila sbarcano in semifinale eliminando quindi Vipiteno e Lubiana. Il Val Pusteria, invece, sotto di un goal nel terzo tempo, reagisce e poi va vincere all’overtime contro il Feldkirch. In questo modo la sfida tra Brunico e Felkirch durerà almeno fino a sabato essendo il risultato nella serie in parità (2:2). Giovedì, quindi, per Gara 5, si giocherà solo a Collalbo e Feldkirch. Asiago e Jesenice si preparano già per le semifinali (22 marzo) mentre Vipiteno e Lubiana sono le prime squadre ad essere eliminate dai playoff e quindi la loro stagione è terminata.

SSI Vipiteno Broncos Weihenstephan (8) vs. Migross Supermercati Asiago Hockey 1935 (1) 1:5 (1:0; 0:4; 0:1)
Il Vipiteno ha un solo risultato utile per continuare la serie: una vittoria contro l’Asiago. I Broncos giocano sempre senza Ben Duffy. Rispetto all’ultima gara è assente Felix Tschimben.  Alcune novità nell’Asiago: sono assenti Anthony Nigro, Federico Benetti (infortunatosi nell’ultima gara) e Matteo Tessari.  Nel roster dell’Asiago ci sono Josef Foltin e Stephen Pietrobon. L’inizio della partita è subito ricco di emozioni perché le squadre giocano molto in attacco. Anthony Bardaro colpisce la traversa dopo 30 secondi. Poi risponde anche il Vipiteno ma Frederic Cloutier è pronto. Proprio i due portieri hanno un grande lavoro da svolgere. Davide Conci ha due buone occasioni per i giallorossi mentre Jure Sotlar e Luca Felicetti sono pericolosi per i Broncos. Poi intorno al 12’ Marco Rosa non finalizza una grande azione degli ospiti. Il primo powerplay dell’incontro è subito importante. Il Vipiteno si porta in vantaggio con un tiro al volo ed in diagonale di Mark Lee dopo 13 minuti e chiude il primo tempo avanti di una rete. Nella ripresa, ancora per alcuni minuti, la gara è sempre molto aperta ed i due portieri sono sempre molto coinvolti. Poi c’è il primo powerplay degli ospiti. Da un possibile raddoppio Broncos in penalty killing, c’è il pareggio Asiago con Michele Stevan che trova un varco e poi mette il disco nell’angolo. Nell’azione del pareggio, c’è un’altra penalità contro il Vipiteno e l’Asiago raddoppia con il tiro di Alex Gellert. Ma non è finita perché i giallorossi hanno trovato una marcia in più. Prima rete di Stephen Pietrobon che realizza su respinta di Vallini. Poi c’è il goal più bello con un’azione travolgente di Fabrizio Pace che deposita il disco sotto la traversa. Quattro goal in poco meno di quattro minuti. Gli ospiti chiudono il secondo tempo sul 4:1. Nel terzo tempo l’Asiago controlla il gioco e realizza il terzo powerplay su tre grazie a Pietrobon. Per l’ultimo arrivato in casa Asiago due reti.  La formazione giallorossa conquista la serie per 4:0 e passa in semifinale.
HC Val Pusteria Lupi (5) vs. FBI VEU Feldkirch (4) 4:3 OT (1:1; 1:2; 1:0; 1:0)
Alexander Kinkelin è il portiere dei Lupi in Gara 4 mentre tra i giocatori di movimento c’è anche David Laner. Niklas Gehringer e Benjamin Kyllonen non sono presenti nella squadra del Feldkirch. Durante i primi minuti di gioco la manovra dei Lupi è più incisiva in attacco: Max Oberrauch e Patrick Bona sono pericolosi davanti alla porta avversaria. Come spesso accade il primo powerplay della partita è già decisivo: Sean Ringrose, dopo 7 minuti, porta in vantaggio i Lupi con un tiro dalla media distanza. Poi minuto dopo minuto la squadra austriaca cresce nel gioco. Marcel Witting e Stefan Wiedmaier creano delle buone occasioni. Il pareggio arriva con Martin Mairitsch (17.). Il pareggio del Feldkirch è convalidato dopo il video replay. Nel secondo periodo la storia si ripete. Ancora Brunico più incisivo con le occasioni di De Lorenzo e Berger. Poi ancora Ringrose segna il nuovo vantaggio dei Lupi con una deviazione sotto porta. Ma da metà partita in poi il Brunico diventa nervoso e si prende le sue penalità, giocando in affanno. Il VEU pareggia dopo metà partita ancora con Mairitsch (31.) e poi dopo un minuto con Dylan Stanley in powerplay. Gli ospiti chiudono il secondo tempo in vantaggio per 3:2. Poi nel terzo tempo si gioca a viso aperto. Gli arbitri annullano un goal per parte per uomo in area. Poi il difensore canadese Nick Bruneteau realizza il pareggio dopo 53 minuti. Per la seconda volta di fila si decide il risultato all’overtime. Il momento decisivo è dopo 74 minuti quando Lukas Tauber realizza in powerplay con un tiro da distanza ravvicinata.  Il Brunico vince per 4:3 e pareggia la serie contro il Feldkirch (2:2). Nel fine partita c’è anche un po’ di nervosismo.  I Lupi vincono anche la prima gara casalinga in assoluto nei playoff della AHL.
HK SZ Olimpija (6) vs. HDD SIJ Acroni Jesenice (3) 0:6 (0:1, 0:2, 0:3) 
La formazione dello Jesenice ha terminato i quarti di finale con una poderosa vittoria in trasferta alla Hala Tivoli di Lubiana. Con un successo per 6-0, i Red Steelers hanno spazzato via l’Olimpia nei quarti di finale in un derby tutto sloveno. Ora Jesenice è in semifinale per il secondo anno consecutivo. Nonostante una penalità immediata, gli ospiti sono partiti alla grande. Dopo un errore offensivo dei Draghi sulla linea blu, Miha Logan ha concluso un contropiede saltando due uomini in modo perfetto. Gli ospiti hanno raddoppiato il vantaggio in situazione di power play al 33° minuto: Luka Kalan ha ricevuto il disco e ha battuto Tilen Spreitzer in mezzo ai gambali. Meno di due minuti dopo David Planko è arrivato al 0-3 con una stoccata precisa dalla linea blu. Quando Markus Piispanen ha aggiunto anche il suo nome alla lista dei marcatori, la partita era praticamente già decisa. Tuttavia, i campioni sloveni hanno messo grande attenzione in difesa ed attenzione nella partita, andando ancora a segno con Aleksandar Magovac e Nejc Stojan. In porta Clarke Saunders ha registrato il suo secondo shutout consecutivo nella serie. E’ stata la seconda vittoria più ampia nella storia dei playoff della Alps Hockey League.
 
Alps Hockey League, Gara 4 – Quarti di finale (best of seven):
Tue, 13.03.2018, 19:15: HK SZ Olimpija (6) vs. HDD SIJ Acroni Jesenice (3) 0:6 (0:1, 0:2, 0:3)
Referees: OFNER, WIDMANN, Bedynek, M. Cristeli
Goals Jesenice: Logar (5./sh/Alagic-Pem), Kalan (33./pp/Planko-Pem), Planko (35./Alagic-J. Sodja), Piispanen (47./Kalan-Saunders), Magovac (49./Basic-Tavzelj), Stojan (53./pp/Logar-Piispanen)
Final score in the „best-of-seven“ quarterfinal series, JES – HKO: 4:0
 
Tue, 13.03.2018, 20:00: SSI Vipiteno Broncos Weihenstephan (8) vs. Migross Supermercati Asiago Hockey 1935 (1) 1:5 (1:0; 0:4; 0:1)
Referees: BULOVEC, RUETZ, Snoj, Tschrepitsch
Goal WSV: 1:0 Lee (15./PP1/Nyren-Sotlar);
Goals ASH: 1:1 Stevan (28./PP1); 1:2 Gellert (29./PP1/Rosa); 1:3 Pietrobon (31./Gellert-Scandella); 1:4 Pace (32.); 1:5 Pietrobon (50./Scandella-Bardaro);

Final score in the „best-of-seven“ quarterfinal series, ASH – WSV: 4:0

Tue, 13.03.2018, 20:00: HC Val Pusteria Lupi (5) vs. FBI VEU Feldkirch (4) 4:3 OT (1:1; 1:2; 1:0; 1:0)
Referees: BAJT, LAZZERI, F. Giacomozzi, Rezek
Goals PUS: 1:0 Ringrose (7./PP1/Andergassen-Hofer); 2:1 Ringrose (26./Andergassen-Oberrauch); 3:3 Bruneteau (52./J.Jacques); 4:3 Tauber (74./PP1/Pance -Di Casmirro);
Goals VEU: 1:1 Mairitsch (17./PP1/Birnstill-Tikkinen); 2:2 Mairitsch (31./Stanley-Birnstill); 2:3 Stanley (32./PP1/Birnstill-Tikkinen);
Score in the „best-of-seven“ quarterfinal series, VEU – HCP: 2:2
Foto di David S. Wassagruba