Continental Cup: i Rittner Buam si qualificano alle semifinali di Belfast dopo un cammino perfetto sul ghiaccio di casa

Pubblicato il

Finisce nel migliore dei modi il secondo turno della Continental Cup: i Campioni d’Italia in carica dei Rittner Buam, sul loro ghiaccio di casa della Ritten Arena, superano anche il MAC Budapest, nella terza e conclusiva gara della manifestazione e chiudono a punteggio pieno la tre giorni europea di hockey ghiaccio. Il Renon, così, conquista il primo posto, l’unico che vale la qualificazione ad una delle semifinali di Continental Cup, quella di Belfast, che si terrà a novembre. Un gran colpo, non scontato, per i Rittner Buam che dopo la conquista della Supercoppa, ottengono uno degli altri obiettivi stagionali. Dopo il capolavoro contro Jesenice, l’avversario più temibile, all’esordio venerdì, i Buam hanno superato sabato, non senza qualche difficoltà la Stella Rossa Belgrado. Poi domenica l’ultimo ostacolo contro i magiari del Budapest, ma anche in questa occasione il team di coach Riku-Petteri Lehtonen porta a casa la vittoria e la conseguente qualificazione. Ora c’è tempo per preparare il terzo turno/semifinale di Belfast (Irlanda del Nord) contro i padroni di casa dei Giants, i polacchi del GKS Katowice ed i croati del Medvescak Zagabria che militano nella EBEL.

Come da regolamento le prime due del girone di semifinale di Belfast e le prime due dell’altra semifinale di Lione daranno vita alla Finale di Continental Cup 2019.

Già prima della partita era chiaro, che il Renon con un successo o una sconfitta all’overtime avrebbe staccato il biglietto per la semifinale, il Budapest invece doveva vincere ai tempi regolamentari. I padroni di casa, con la loro esperienza internazionale, hanno chiuso però la pratica già nel primo periodo. Al 10.51 apre le marcature Alex Frei, che realizza il gol dell’1:0. Sei minuti più tardi altra rete del solito bomber caldarese, che trasforma in superiorità numerica un passaggio di Imants Lescovs per il 2:0. Con questo vantaggio i campioni d’Italia vanno anche al primo riposo.

Nel periodo centrale passa solo 1.43 minuti ed il Budapest riesce ad accorciare le distanze con Krisztian Nagy, che segna, sempre in powerplay, l’1:2. Risposta immediata del Renon con Kevin Fink, che al 30.29 riporta i suoi nuovamente sul doppio vantaggio. Poi il Budapest comincia a prendere in mano la partita, però gli attaccanti ungheresi sbattono sempre sullo strepitoso Thomas Tragust. L’estremo difensore dei “Buam”, già “man of the match” nella partita inaugurale contro lo Jesenice, è stato il giocatore chiave per il passaggio del turno della formazione di Collalbo.

Nell’ultimo drittel gli ospiti tentano il tutto per tutto, ma la difesa del Renon resiste. A cinque minuti dal termine Henrik Eriksson ha la grande chance di chiudere il match, però sul penalty si fa ipnotizzare da Bence Balizs. Gol che arriva solo un minuto più tardi con il difensore Kai Lehtinen, che con la sua seconda rete in due giorni fissa in superiorità numerica il 4:1 finale.

Il Renon chiude questo secondo turno con tre vittorie e nove punti conquistati al primo posto, con cinque lunghezze di vantaggio sugli sloveni dello Jesenice. I “Buam” volano così in semifinale, che si disputerà dal 15 al 17 novembre a Belfast in Irlanda del Nord. Nel gruppo E la squadra di Lehtonen se la vedrà con i padroni di casa, con i croati del Medvescak Zagabria, formazione che milita nell’EBEL, e con la squadra polacca del GKS Katowice.

Rittner Buam – MAC Budapest 4:1 (2:0, 1:1, 1:0)

Rittner Buam: Thomas Tragust (Hannes Treibenreif); Kai Lehtinen-Ivan Tauferer, Christoph Vigl-Imants Lescovs, Alexander Brunner-Andreas Lutz; Olegs Sislannikovs-Henrik Eriksson-Simon Kostner, Alex Frei-Dan Tudin-Thomas Spinell, Kevin Fink-Julian Kostner-Markus Spinell, Philipp Pechlaner-Alexander Eisath-Stefan Quinz; Coach: Riku-Petteri Lehtonen;

MAC Budapest: Bence Balizs (Miklos Rajna); Scott Macaulay-Tamas Pozsgai, Zsombor Garat-Cameron Burt, Jesse Dudas-Roland Vokla, Gabor Bugar-Matyas Odnoga; Tomas Klempa-Jared Brown-Keegan Dansereau, Krisztian Nagy-Istvan Terbocs-Kevin Szabad, Brance Orban-Chris Langkow-Christopher Bodo, Akos Szigeti-Barnabas Majoross-Bruno Kreisz; Coach: Gregely Majoross;

Arbitri: Maris Locans, Stefan Siegel (Alessio Bedana, Matthias Cristeli)

Reti: 1:0 Alex Frei (10.51), 2:0 Alex Frei (16.22), 2:1 Krisztian Nagy (21.43), 3:1 Kevin Fink (30.29), 4:1 Kai Lehtinen (56.40)

Penalità: Rittner Buam 16 – MAC Budapest 14

 

2° turno Continental Cup, Gruppo B a Collabo/Renon:

venerdì 19 ottobre

MAC Budapest – Crvena Zvezda Belgrado 8:0 (1:0, 6:0, 1:0)

Rittner Buam – HDD Jesenice 6:1 (3:0, 3:1, 0:0)

sabato 20 ottobre

MAC Budapest – HDD Jesenice 3:4 (0:1, 2:2, 1:1)

Rittner Buam – Crvena Zvezda Belgrado 6:4 (2:1, 0:2, 4:1)

domenica 21 ottobre

Crvena Zvezda Belgrad – HDD Jesenice 2:1 d.t.s. (0:0, 0:0, 1:1, 1:0)

Rittner Buam – MAC Budapest 4:1 (2:0, 1:1, 1:0)

 

Classifica finale

  1. Rittner Buam 9 punti/3 partite (16:6)
  2. HDD Jesenice 4/3 (6:11)
  3. MAC Budapest 3/3 (12:8)
  4. Crvena Zvezda Belgrado 2/3 (6:15)

Tabellone Continental Cup stagione 2018/19

Primo Round, 28-30 Settembre 2018:

Gruppo A a Sofia, Bulgaria: Irbis-Skate Sofia (BUL), Zeytinburnu Istanbul (TUR), Skautafelag Akureyrar (ISL), HC Bat Yam (ISR).

Secondo Turno, 19-21 Ottobre 2018:
Gruppo B a Collalbo, Italia: Rittner Buam (ITA), MAC Budapest (HUN), Acroni Jesenice (SLO), Crvena Zvezda Belgrade (SRB).

Gruppo C a Riga, Lettonia: HC Donbass (UKR), Kurbads Riga (LAT), Txuri Urdin San Sebastian (ESP), Skautafelag Akureyrar (ISL).

Terzo turno, Novembre 2018:
Gruppo D a Lione, Francia: Arlan Kokshetau (KAZ), HK Gomel (BLR), Lyon Lions (FRA), Kurbads Riga (LAT) . 16-18 Novembre 2018.

Gruppo E a Belfast, Irlanda del Nord: Belfast Giants (GBR), GKS Katowice (POL), Medvescak Zagreb (CRO), Rittner Buam (ITA). 15-17 Novembre 2018.

Finale, 11-13 Gennaio 2019:

Finale: le migliori due sia del Gruppo di Belfast che del Gruppo di Lione daranno vita alla finalissima del torneo. Il luogo di competizione sarà scelto tra le quattro partecipanti della finale.