Italian Hockey League: penultima giornata di stagione regolare. Big match Appiano – Merano

La penultima giornata della seconda fase di Italian Hockey League potrebbe risultare decisiva, emettendo sentenze importanti in vista dei playoff: Appiano-Merano vale il primo posto assoluto nel tabellone, Bressanone-Pergine mette in palio i seed numero 4 e 5 ai playoff. Nel Qualification Round l’Alleghe ha la possibilità di blindare i playoff, ma non dipende solo dalla sua partita.

Andiamo con ordine e partiamo da Appiano-Merano, partitissima della giornata che vale il primo posto. Due punti di vantaggio per i meranesi, che devono dunque difendersi dall’assalto dei pirati. Proprio contro i bianconeri è arrivata l’unica sconfitta del Master Round dell’Appiano, eliminato dallo stesso Merano in Coppa Italia, e dunque in cerca di vendetta. Le ultime tre vittorie contro Caldaro, Bressanone e Pergine hanno fatto vedere di come i gialloblù abbiano assolutamente trovato i meccanismi per girare al massimo, grazie anche all’acquisto del ceco Prochazka che con 5 gol in 6 partite è capocannoniere della squadra. Qualcosa da rivedere solo in difesa, dove sono ancora diversi i gol subiti, mentre a livello complessivo sembra che la stabilità e la solidità non manchino assolutamente a quest’Appiano. Proprio con una grande difesa il Merano è riuscito ad arrivare al primo posto in classifica, subendo solamente 13 gol in 6 partite, contando sulla crescita di un Tura che sta parando col 92.5 % e di un reparto di ottimo livello. Da anni l’attacco non è un problema in casa bianconera, con almeno tre linee che possono fare la differenza, e tanti giocatori di esperienza che sanno trovare il guizzo vincente al momento giusto: Moren, Ansoldi e Mitterer stanno macinando gol uno dietro l’altro, dunque cercheranno di chiudere già questo sabato il discorso legato al primo posto nel tabellone playoff.

L’altra sfida nel Master Round mette di fronte Bressanone e Pergine, con le Linci che riposeranno tra una settimana e dunque chiudono qui la seconda fase. Quattro punti di svantaggio per i Falcons, che solo vincendo entro i 60 minuti avranno ancora la possibilità di sorpassare gli avversari, visto che nella prima sfida i trentini si sono imposti per 5 a 2. Non è stato un Master Round semplice per i brissinesi, che hanno raccolto solamente due punti col Caldaro, oltre a sei sconfitte. Sicuramente però questa è una sfida alla portata di Bona e compagni, che quantomeno vogliono mettere un po’ di benzina nel motore per prepararsi il meglio possibile ai playoff. Il Pergine sa di non poter sbagliare, dunque sarà una gara tutta da vivere. Le linci vogliono il quarto posto finale e il vantaggio della pista nel quarto di finale col Bressanone, servirà però una gara ordinata. Miglior attacco (assieme al Merano) del Master Round ma, nettamente, peggior difesa con 36 gol subiti in 7 partite. Ambrosi e compagni devono trovare quella stabilità mancata sinora per tenere la gara sui binari dell’equilibrio, e affidarsi ai soliti Dall’Agnol, Buonassisi e Cristellon per provare a vincerla.

Nel Qualification Round si parte con Como-Alleghe, sfida decisamente disperata per i lariani che hanno ancora una minima possibilità di qualificarsi ai playoff: battere le Civette ribaltando il 2 a 7 dell’andata, vincere col Varese all’ultima giornata e sperare che l’Ora non raccolga più di due punti. Decisamente difficile, ma quantomeno non provarci sarebbe un grande spreco. Dal canto suo l’Alleghe è all’ultima partita di questa seconda fase, e sa di avere un solo risultato a disposizione: la vittoria da 3 punti. Questo per tenere lontano l’Ora, distante due punti in classifica, ma con ancora due gare a disposizione. Le Civette dunque sanno di non poter assolutamente sbagliare se vogliono provare ad agganciare in rimonta i playoff, che sarebbero quantomeno una consolazione dopo una stagione molto travagliata.

Ora-Varese è una partita che vede di fronte dei Frogs alla disperata ricerca di punti e un Varese molto più tranquillo forte della certezza del secondo posto in classifica. In casa altoatesina il problema in questo Qualification Round è stato quello del gol, visto che 12 gol fatti in 6 partite portano i Frogs ad essere l’ultimo attacco del gironcino. Serve quanto prima una svolta per provare a giocarsi in volata il posto playoff, ricordando che solo vincendo (in caso di successo dell’Alleghe a Como), l’Ora potrebbe giocarsi tutto nella gara dell’ultima giornata col Val di Fiemme. Come detto invece per il Varese la situazione è ben diversa: dopo cinque anni i Mastini hanno riconquistato i playoff, e con due giornate d’anticipo, ora c’è eventualmente la possibilità per far rifiatare qualche titolare e provare qualche elemento con meno minutaggio in pista.

 

Italian Hockey League – Seconda Fase – Master Round – 9° Turno – 16 febbraio 

9sab 16/02/201919:30HC Falcons Brixen BressanoneHockey Pergine Sapiens
9sab 16/02/201919:30HC Eppan AppianoHC Merano Pircher

Italian Hockey League – Seconda Fase – Qualification Round – 9° turno – 16 febbraio 

9sab 16/02/201918:30Hockey ComoAlleghe Hockey
9sab 16/02/201920:00ASC Auer OraMastini Varese

 

CLASSIFICA MASTER ROUND
RK
TEAM NAME
TREND
GP
W
OTW
SOW
T
OTL
SOL
L
GF
GA
GD
PTS
1HC Merano Pircher6500001025131227 (16+11)
2HC Eppan Appiano650000012618825 (15+10)
3SV Kaltern Caldaro rothoblaas720101032118323 (9+14)
4Hockey Pergine Sapiens720000052536-1116 (6+10)
5HC Falcons Brixen Bressanone601000051022-1212 (2+10)

 

CLASSIFICA QUALIFICATION ROUND
RK
TEAM NAME
TREND
GP
W
OTW
SOW
T
OTL
SOL
L
GF
GA
GD
PTS
1Valdifiemme HC7600000136162027 (18+9)
2Mastini Varese640000022316720 (12+8)
3Alleghe Hockey730000042722514 (9+5)
4ASC Auer Ora620000041224-1212 (6+6)
5Hockey Como610000051434-208 (3+5)

Pubblicato il