Nazionale Senior: l’Italia prova a vincere…il Kazakistan segna l’unica rete dell’incontro a porta vuota

Pubblicato il

Un’Italia molto solida in difesa cede per 1:0 al Kazakistan che vince l’Euro Ice Hockey Challenge di Katowice con tre vittorie in tre partite. Il goal partita dei kazaki è stato segnato esclusivamente a porta vuota a quattro secondi dalla fine del match. L’Italia ha provato a forzare la partita nel minuto finale alla ricerca dell’eventuale 1° posto nel torneo, levando un perfetto Marco De Filippo Roia, e sfiorando il vantaggio con l’extra attacker. Poi l’epilogo con la vittoria degli avversari. Cala così il sipario sulla tre giorni polacca in cui l’Italia ha messo una pista molta solidità difensiva, grande attitudine e profondo impegno. Una positiva esperienza di preparazione in vista dei Mondiali di Budapest di Divisione I – Gruppo A (22/28 aprile) dove incontrerà sempre Polonia, Ungheria e Kazakistan, oltre a Gran Bretagna e Slovenia.

La squadra che scende in pista contro il Kazakistan presenta delle novità. In porta ritorna Marco De Filippo. Sono assenti, rispetto alla gara di sabato contro l’Ungheria, Michele Marchetti, Riccardo Lacedelli e Daniel Glira. Sempre assente, come nelle altre gare, Joachim Ramoser. Ritornano a giocare per l’occasione Armin Helfer, Alex Frei e Thomas Larkin.

Si pattina e si gioca a buon ritmo nelle prime battute della partita. L’Italia risponde a tono ad ogni iniziativa avversaria e con il passare dei minuti, la formazione azzurra appare ben impostata e prova spesso il tiro dalla distanza. Il volume creato dalla formazione di coach Beddoes è buono ma non arriva l’occasione per segnare. Dopo tre minuti tiri in rapida sequenza di Mike Sullivan e Luca Frigo. La gara fila via molto veloce e l’Italia ci riprova con altre accelerazioni con il tiro di Diego Kostner ed un altro tiro di Sullivan. Ma il risultato non si sblocca. La formazione azzurra manda tanti dischi nello slot ma non arriva l’occasione giusta. Poi il Kazakistan si vede con un’azione di Pavel Akolzin che arriva da posizione defilata ma De Filippo para. Nel finale di tempo la formazione asiatica ci prova con maggiore insistenza grazie al powerplay finale.

Proprio l’uomo in più sarà una delle costanti della squadra kazaka che usufruirà nel secondo tempo di quattro superiorità a favore ma il penalty killing azzurro è senza sbavature di fronte agli avversari. Intorno al 28’ ed al 34’ la formazione asiatica mette pressione alla difesa azzurra, specialmente con due mischie furibonde, ma alla fine l’Italia blinda la sua porta. Gli Azzurri, comunque, quando possono non disdegnano sortite offensive ed intorno a metà partita provano a sorprendere la difesa kazaka. Comunque il risultato non si sblocca e si va al secondo riposo senza marcature.

Anche nel terzo tempo il canovaccio sembra essere il solito. Nessuna delle due squadre riesce a prevalere sull’altra e l’Italia è molto efficace nel liberare lo slot ed a far ripartire l’azione. In questa gioco nessuna delle due squadre cede ed al Kazakistan basta anche un punto per vincere il torneo. Ecco che si arriva alla scelta dell’Italia di togliere il portiere per l’uomo di movimento in più dopo un time-out. Il Kazakistan inizialmente sbaglia una buona occasione a porta vuota. Poi quando l’Italia si dispone in attacco arriva la ghiotta occasione: tiro di Armin Hofer dalla blu e tocco davanti porta di Viktor Schweitzer con il disco che però va alto. Sul proseguo dell’azione arriva la rete a porta vuota kazaka con Mikhailis. Italia che esce a testa alta. Per definire la classifica finale dell’EIHC bisognerà aspettare la fine di Polonia – Ungheria. Ora il prossimo passo della squadra azzurra sarà ad aprile con un’intensa preparazione che condurrà poi ai Mondiali di Budapest.

Il coach Clayton Beddoes: “Ho chiesto alla squadra cosa voleva fare nel finale di gara. Conservare il risultato per un piazzamento o tentare di vincere la partita ed eventualmente il torneo? La risposta è stata la seconda e senza indugi abbiamo scelto di giocare per vincere dopo aver chiamato timeout. In questo ho visto il carattere della squadra, del grande sacrificio e della voglia di giocare e vincere. Direi che sono complessivamente soddisfatto dell’attitudine di gioco e di quanto ha fatto vedere la squadra sul piano tattico e della difesa. Non c’è stata una squadra più forte delle altre in previsione Mondiale o per meglio dire nessuna delle tre incontrate mi ha impressionato più dell’altra. In questo momento l’Italia può giocare alla pari contro tutte le avversarie, partita dopo partita.

Il capitano Anton Bernard: “Abbiamo dimostrato il nostro valore durante l’arco del torneo. Abbiamo tenuto un bel ritmo per quasi tutte le tre partite, eccetto qualche errore individuale contro l’Ungheria. Abbiamo dovuto gestire complessivamente anche parecchi minuti in penalty killing ma direi che siamo stati all’altezza. Come sempre dobbiamo essere più cinici in attacco e ciò è una cosa su cui dobbiamo lavorare a fondo. Ma siamo sulla strada giusta.”

Italia – Kazakistan 0:1 (0:0; 0:0; 0:1)

Marcatori: 59:56 (0:1) Nikita Mikhailis (Egor Pethukov/Dmitry Gurkov) a porta vuota ;

Formazione Italia: Marco De Filippo Roia 58:46 (Jakob Smith); Armin Helfer – Armin Hofer; Mike Sullivan – Thomas Larkin; Alex Trivellato – Stefano Marchetti; Michael Angelo Zanatta; Giovanni Morini – Anton Bernard – Markus Gander; Luca Frigo – Diego Kostner – Simon Kostner; Alex Frei – Raphael Andergassen – Viktor Schweitzer; Ivan Deluca; Tommaso Goi – Peter Hochkofler; Allenatore: Clayton Beddoes;

Formazione Kazakistan: Dmitry Malgin 60:00 (Sergey Kudryatsev); Maxim Semyonov – Roman Sarchenko; Ivan Stepanenko – Alexi Maklyukov; Alexander Lipin – Kirill Polokhov; Yegor Shalapov – Damir Raspayev; Talgat Zhailauov – Ivan Kuchin – Roman Starchenko; Nikita Mikhailis – Anton Sagadeev – Yaroslav Evdokimov; Egor Pethukov – Dmitry Gurkov – Alikhan Asetov; Pavel Akolzin – Dmitry Shevcenko – Nursultan Belgibayev; Allenatore Galym Mambetalier;

Penalità: Italia 7×2’ – Kazakistan 2×2’

Tiri in porta: Italia 40 (18/10/14) – Kazakistan 31 (12/10/9)

Foto Pawel Bialic/PZHL

Calendario e risultati – EIHC – Katowice Janów (Polonia) – 16-18 febbraio 2018

16.02.2018
Kazakistan – Ungheria 5:2
Polonia – Italia 1:2 

17.02.2018
Ungheria – Italia 4:1
Polonia – Kazakistan 1:4

18.02.2018
Italia – Kazakistan 0:1
Polonia – Ungheria 2:3

Classifica

  1. Kazakistan 9 punti; 2. Ungheria 6 punti; 3. Italia 3 punti; 4. Polonia 0 punti;