Short Track, prosegue il lavoro a Courmayeur: 7 gli azzurri alle Olimpiadi di Pyeongchang 2018

Pubblicato il

E’ partito lunedì, con l’inizio della settimana, l’ennesimo periodo di duro lavoro per l’Italia dello short track in vista dei Giochi Olimpici Invernali di Pyeongchang 2018. La nazionale azzurra del c.t. Kenan Gouadec, concluse le quattro tappe di Coppa del Mondo, è infatti in raduno nel centro tecnico federale di Courmayeur per mettere nuova benzina in vista dell’appuntamento più atteso della stagione, quello olimpico. Nella prima metà di gennaio sono in calendario gli Europei di Dresda, in Germania, ultimo test di primissima fascia prima della rassegna a cinque cerchi, e così questo dicembre rappresenta il momento migliore per lavorare intensamente sulle gambe e sull’affiatamento di squadra.

La prima parte di stagione ha regalato all’Italia soddisfazioni importanti, con sei podi di Coppa del Mondo e prestazione eccellenti – soprattutto al femminile – che hanno confermato la competitività del gruppo tricolore. In virtù dei risultati ottenuti, e come comunicato ufficialmente dall’Isu, saranno sette gli azzurri che comporranno la delegazione azzurra a Pyeongchang: cinque donne e due uomini. La squadra femminile ha infatti conquistato il massimo numero di posti disponibili grazie alla qualificazione della staffetta, mentre al maschile, mancato il pass di squadra, sono stati decisive le prestazioni delle gare individuali. Numeri che potranno cambiare soltanto in seguito alla rinuncia di altre nazioni, a cui faranno seguito comunicazioni da parte dell’Isu.

C’è un po’ di rammarico per non aver raggiunto l’obiettivo di qualificare entrambe le staffette, purtroppo però al maschile, pur avendo un buon livello generale, non siamo riusciti ad avere la necessaria costanza di risultati per centrare il pass, con squalifiche anche molto severe che ci sono costate parecchio – spiega il c.t. azzurro Kenan Gouadec -. Ora ci aspetta un periodo di lavoro intenso perché il mese di dicembre è quello che ci servirà per preparare la squadra alla sfida olimpica, mentre gennaio sarà dedicato agli ultimi accorgimenti. C’è molto da fare, soprattutto per migliorare la continuità delle prestazioni. L’aspetto positivo sta però nel fatto che abbiamo già mostrato quale è il nostro potenziale e che i nostri atleti più forti si sono fatti trovare presenti. Ora vogliamo portare tutti al 100% per potersi esprimere al massimo al momento giusto“.

Questi, così, gli atleti al lavoro a Courmayeur: Arianna Fontana (Fiamme Gialle Predazzo), Arianna Valcepina (Fiamme Gialle Predazzo), Martina Valcepina (Fiamme Gialle Predazzo), Elena Viviani (Fiamme Gialle Predazzo), Tommaso Dotti (Fiamme Oro Moena), Lucia Peretti (C.S. Esercito Courmayeur), Mattia Antonioli (Bormio Ghiaccio), Andrea Cassinelli (V.G. Torino), Milan Grugni (Agorà Skating Team Milano), Davide Viscardi (Agorà Skating Team Milano), Federica Tombolato (A.E.V. Sportmann V.G. Bolzano), Nicole Botter Gomez (A.E.V. Sportmann V.G. Bolzano), Cecilia Maffei (Fiamme Azzurre), Nicola Rodigari (Carabinieri Selva di Val Gardena), Yuri Confortola (Carabinieri Selva di Val Gardena) e Cynthia Mascitto (S.C. Courmayeur). Tra questi, usciranno i nomi degli azzurri convocati per Pyeongchang.