Curling, dopo il raduno azzurro a Pinerolo va in scena il torneo Sys-Tek

Pubblicato il

Non si ferma l’attività del curling azzurro. Un settembre di intenso lavoro quello delle nazionali italiane, con i più importanti atleti tricolori che scenderanno sul ghiaccio di Pinerolo da domani per il torneo Sys-Tek, competizione per club con dieci squadre coinvolte tra maschili e femminili. Dopo cinque giorni di raduno proprio nel centro tecnico piemontese, i quattordici atleti azzurri convocati dall’allenatore azzurro Soren Gran e dal direttore tecnico Marco Mariani vestiranno così le maglie delle loro società per abituarsi anche al ritmo partita in seguito ai tanti allenamenti delle ultime settimane. Presenti in primis Joel Retornaz, Amos Mosaner e Simone Gonin, i primi olimpionici del dopo Pyeongchang a intraprendere il percorso di programmazione quadriennale verso Pechino 2022. Se in campo maschile non sono arrivate defezioni e tutti gli atleti hanno risposto positivamente alla nuova pianificazione, nel settore femminile c’è tanto lavoro per rinnovare l’organico dopo gli addii di Diana Gaspari e Chiara Olivieri.

Questi, intanto, gli azzurri convocati per il raduno di Pinerolo: Marta Bendetto (Torino 150), Daniele Constantini (Curling Club 66 Cortina), Joel Retornaz (Sporting Club Pinerolo), Alberto Pimpini (Aeronautica Militare), Amos Mosaner (Aeronautica Militare), Sebastiano Arman (Aeronautica Militare), Stefania Constantini (Curling Club Dolomiti), Federica Ghedina (Curling Club Dolomiti), Valeria Girardi (Curling Club Dolomiti), Angela Romei (3S Luserna), Simone Gonin (Sporting Club Pinerolo), Veronica Zappone (3S Luserna), Elena Dami (Torino 150) e Fabio Ribotta (Sporting Club Pinerolo).

Al torneo Sys-Tek al via da domani a Pinerolo in programma due gironi: quello A composto da Team Retornaz Pinerolo, Reale Mutua Torino, Team Piemonte Virtus, Draghette Torino e Pinerolo Torino 2006, in quello B invece Trentino Cembra, Sporting Hotel Cavalieri J, 3S Luca Lovero, Fireblock e Apero – Team Chiasso. Domani e sabato le partite dei raggruppamenti, domenica invece semifinali e finale.

Infine, a livello internazionale da segnalare il VII Congresso della World Curling Federation tenutosi a Budapest e a cui hanno preso parte il presidente Fisg Andrea Gios, il segretario generale Ippolito Sanfratello, il responsabile di settore Eros Gonin e il direttore tecnico Marco Mariani, segno importante dell’interesse della Fisg per l’impostazione del nuovo quadriennio olimpico. Molte le novità e le delibere approvate: prima su tutte la ratifica di ammissione di 10 squadre ai prossimi Giochi Olimpici Invernali della specialità del Mixed Doubles e la partecipazione di 24 team, contro i 16 attuali, per i prossimi Youth Olympic Games di Losanna 2020. A partire dal 2020 i Campionati del Mondo del Mixed Doubles saranno aperti a 20 squadre con 16 team che si qualificheranno nella stagione precedente (nel 2019 durante le gare di Stavanger in Norvegia) e ulteriori 4 si aggiungeranno dal World Challenge che verrà organizzato nei mesi di gennaio/febbraio. L’argomento è stato dibattuto a lungo durante i lavori con la presentazione di diversi emendamenti, segno dell’interesse che la nuova specialità ha riscontrato nella prima partecipazione ai Giochi Olimpici di Pyeong Chang nel febbraio scorso.