Curling, ruggito Italia a Plzen: Russia rimontata e sconfitta!

Pubblicato il

Emozioni, orgoglio e sorrisi per l’Italia del curling nella seconda giornata del torneo di qualificazione olimpica in programma a Plzen, in Repubblica Ceca, ultima possibilità di guadagnarsi un posto ai Giochi Invernali di Pyeongchang 2018. La nazionale femminile, sconfitta all’esordio per 7-4 dalla Danimarca, si prende infatti la sua rivincita superando con lo stesso risultato la Finlandia mentre gli uomini, vittoriosi ieri sull’Olanda, dopo il k.o. in mattinata contro la Cina hanno compiuto un autentico capolavoro nella seconda gara di giornata superando in rimonta la Russia all’ultimo end. Resta così tutto apertissimo sulla strada verso la qualificazione olimpica, con la fase di round robin che entra ora nel vivo.

Chiusura spettacolare, quella di oggi, per la nazionale maschile. La squadra tricolore allenata da Soren Gran e composta da Joel Retornaz (skip, Sporting Club Pinerolo), Amos Mosaner (third, Aeronautica Militare), Andrea Pilzer (second, Curling Cembra), Daniele Ferrazza (lead, Curling Cembra) e Simone Gonin (alternate, Sporting Club Pinerolo) in mattinata non riesce a reggere l’urto della Cina: pur in vantaggio 2-0, l’Italia subisce infatti sei punti tra il terzo e il quarto end e a nulla serve purtroppo il break di 2-0 alla quinta mano, con gli asiatici abili a piazzare subito altri tre punti veleggiando così in serenità fino al 10-5 finale. Ma in serata, contro la Russia, arriva l’impresa: sotto 4-1 dopo cinque end, nella sesta mano gli azzurri si portano incredibilmente sul 4-4 e da lì segue un testa a testa di tre riprese con i nostri eccezionali a ribaltare, proprio all’ultimo end, il nuovo vantaggio avversario. La partita si chiude così sul 6-5 in un confronto preziosissimo per la classifica della nazionale tricolore, dopo tre incontri prima a pari merito con Cina, Germania e Danimarca.

E fa festa anche la squadra femminile, tornata alla vittoria dopo il k.o. al debutto. Opposta alla Finlandia nella gara di giornata, la formazione tricolore guidata da Violetta Caldart e formata da Diana Gaspari (skip, Dolomiti Cortina), Veronica Zappone (third, 3S Luserna), Stefania Constantini (second, Dolomiti Cortina), Angela Romei (lead, 3S Luserna) e Chiara Olivieri (alternate, Dolomiti Cortina) si è imposta per 7-4 dominando per lunghi tratti la partita: avanti 2-0 dopo due end, le azzurre hanno prima subìto un punto nella terza ripresa, quindi hanno piazzato un parziale di 4-0 nelle tre mani successive portandosi 6-1 e indirizzando un match che ha visto la reazione delle avversarie prima di chiudersi però senza sorprese. Una bella reazione per l’Italia che resta così in corsa per la qualificazione ai Giochi di Pyeongchang, terza al momento in classifica dopo due incontri disputati.  Domani in mattinata la durissima sfida alla Cina, prima e imbattuta, quindi in serata quella alla Germania, vincente nello scontro diretto con le azzurre ai recenti Europei di San Gallo.

Questo il programma delle partite (uomini in maiuscolo, donne in minuscolo):

Giovedì 7 dicembre
ore 9: Cina-Italia – ore 14: ITALIA-GERMANIA– ore 19: Germania-Italia
Venerdì 8 dicembre
ore 9: FINLANDIA-ITALIA – ore 14: Italia- Repubblica Ceca (in diretta sul canale Youtube della Federazione Internazionale) – ore 19: REPUBBLICA CECA-ITALIA
Sabato 9 dicembre
ore 9: Italia-Lettonia – ore 13.30: ITALIA-DANIMARCA