Alps Hockey League: continua la marcia del Val Pusteria. Larghe vittorie anche per Renon ed Asiago. Il Gherdeina perde a Klagenfurt

Serata con sei partite per la Alps Hockey League nella settimana che precede l’assegnazione dell’85esimo Scudetto italiano ed il titolo austriaco delle squadre partecipanti alla AHL. Vittoria senza affanni del Val Pusteria che liquida il Milano a domicilio con un perentorio 5:0 e si riprende la rivincita sulla sconfitta patita nel capoluogo milanese lo scorso 22 dicembre. Il Brunico conserva sempre un largo margine sui più diretti inseguitori che cercano di rimanere nella scia della capolista giallonera. Il Renon conquista il 19esimo successo nelle ultime 21 partite e liquida il Kitzbuhel dal secondo tempo in avanti fino a chiudere il match per 6:2. Risponde il Lubiana che supera lo Zell am See in trasferta ma solo al termine di una combattuta partita. L’Asiago rifila un nettissimo 8:0 al Fassa che è alla sua terza partita consecutiva in cui  rimane a zero reti segnate. Sconfitta di misura del Gherdeina a Klagenfurt: i ladini, 11°, devono fare i conti con il ritorno degli avversari per la qualificazione ai pre-playoff.

Alps Hockey League:
EHC Alge Elastic Lustenau – EC Bregenzerweld 1:4
EK Die Zeller Eisbären – HK SZ Olimpija 1:3
EC KAC II – HC Gherdeina valgardena.it 4:3
Rittner Buam – EC „Die Adler“ Stadtwerke Kitzbühel 6:2
Hockey Milano Rossoblu vs. HC Pustertal Wölfe 5:0
Migross Supermercati Asiago Hockey 1935 vs. HC Fassa Falcons 8:0

L’EC Bregenzerwald ha conquistato il derby del Vorarlberg contro l’EHC Alge Elastic Lustenau e rimane in corsa per i pre-playoff. Segue il Klagenfurt-II che supera il Gherdeina e conquista il 15° posto dando linfa alla sua rimonta dal fondo della classifica. Per la parte alta della classifica si confermano Val Pusteria, Rittner Buam, Olimpia Lubiana ed Asiago Hockey.

Migross Supermercati Asiago Hockey 1935 vs. HC Fassa Falcons 8:0 (3:0; 2:0; 3:0)
Arbitri: RUETZ, WALLNER, Rinker, Weiss

L’Asiago è al gran completo con tutti i suoi effettivi. Il Fassa, invece, non può disporre di Hannes Oberrauch, Elias Thum, Karl Ostman e Luca Zandonella. Buona partenza dell’Asiago che dopo tre minuti si porta in vantaggio con il dinamico duo Marco Rosa (assist) ed Anthony Bardaro (goal). La squadra di casa si dimostra nettamente superiore e cerca altre reti. Il primo powerplay della partita permette a Phil Pietroniro di realizzare il raddoppio su respinta della difesa dei Falcons (15’). Appena 30 secondi l’Asiago segna il 3:0 con un tiro al volo di Fabrizio Pace. Nel secondo tempo la storia della gara non cambia: è sempre l’Asiago a fare la partita. Matteo Tessari segna con un tiro molto angolato mentre Phil Pietroniro realizza la sua doppietta dopo due parate consecutive di Gianni Scola. I giallorossi si costruiscono altre notevoli occasioni ma non ci sono altre reti. Nel terzo tempo l’Asiago gioca con la stessa intensità e manda ko i Falcons. Mark Naclerio realizza con un po’ di fortuna il 6:0. Poi nel finale c’è ancora la squadra di casa. Luca Casetti – con una bella azione personale – e Josef Foltin permettono all’Asiago di vincere per 8:0 per una vittoria che vale il 6° posto in classifica. Frederic Cloutier ed Andrea Longhini condividono uno shutout (entrato dopo 56 minuti) per la formazione giallorossa. L’attacco del Fassa si è spento perché non segna più una rete da ben 185 minuti mentre la difesa ha subito 24 reti nelle ultime tre gare.

Goals ASH: 1:0 Anthony Bardaro (03:41/Rosa-M.Tessari); 2:0 Phil Pietroniro (15:56/PP1/Bardaro-Naclerio); 3:0 Fabrizio Pace (16:21/Bina-Marchetti); 4:0 Matteo Tessari (24:02/Bardaro-Rosa); 5:0 Phil Pietroniro (28:35/Naclerio-C.Pietroniro); 6:0 Mark Naclerio (52:41/Conci-Magnabosco); 7:0 Luca Casetti (57:30/Miglioranzi-C.Pietroniro); 8:0 Josef Foltin (59:56/P.Pietroniro-Conci);

Hockey Milano Rossoblu vs. HC Val Pusteria Lupi 0:5 (0:3; 0:0; 0:2)
Arbitri: BENVEGNU, LEGA, Mantovani, Slaviero.

Quarto incontro stagionale tra l’Hockey Milano Rossoblu e la capolista Val Pusteria. La squadra di casa non può disporre di Federico Cordin e Stefan Ilic. Hannes Stoll è il portiere del Val Pusteria ed il suo back-up è Gregor Bachmann. Assenti Thomas Erlacher, Maximilian Leitner e Marko Virtala. Buona partenza dei Lupi che realizzano la prima rete dopo appena 57 secondi con Markus Gander che con un tiro in diagonale supera Martino Valle Da Rin. L’attaccante del Brunico si ripete qualche minuto dopo e durante il primo powerplay disponibile a favore del Brunico con un tiro al volo (4’). Il dominio dei Lupi è totale e la partita è molto diversa da quella giocata tra le due squadre, sempre a Milano, lo scorso 22 dicembre. Felix Brunner colpisce il palo. Prima della fine del primo tempo, Raphael Andergassen realizza il 3:0 con un tiro centrale in mezzo a gambali. Il secondo è molto più equilibrato. Il Milano si fa pericoloso in powerplay mentre Tommaso Traversa è vicino al quarto goal degli ospiti. Sul finire del periodo centrale grande occasione per Tommaso Terzago ma si va al secondo riposo con il Brunico in vantaggio per 3:0. Il terzo tempo si apre con una bella parata di Martino Valle Da Rin ma poi il Brunico realizza il 4:0 con Tommaso Traversa al termine di una bella azione in powerplay dopo appena 42 secondi di gioco. Il match non ha più molto da dire e diventa molto veloce. Il Milano gioca senza portiere con larghissimo anticipo per meno di un minuto. L’ultimo assolo è del difensore Cody Corbett che a due minuti dalla fine della gara realizza il definitivo 5:0 con un tiro all’incrocio. Il Val Pusteria si conferma al primo posto con 19 punti di vantaggio sulla coppia Renon-Lubiana. Il Milano retrocede in 16eisma posizione in classifica dopo la vittoria del Klagenfurt-II in casa contro il Gherdeina. Hannes Stoll, alla sua quarta partita stagionale con il Brunico, conquista il suo primo shutout stagionale.

Goals PUS: 0:1 Markus Gander (00:57/Traversa-Andergassen); 0:2 Markus Gander (04:39/PP1/T.Virtala-A.Hofer); 0:3 Raphael Andergassen (17:11/Traversa-Gander); 0:4 Tommaso Traversa (40:42/PP1/Andergassen-Helfer); 0:5 Cody Corbett (58:06/M.Oberrauch/A.De Lorenzo Meo);

Rittner Buam vs. EC „Die Adler“ Stadtwerke Kitzbühel 6:2 (1:0; 3:1: 2:1)
Arbitri: HOLZER, STRASSER, Huber, Martin.

Il Renon recupera per questa partita Kevin Fink e Simon Kostner mentre rispetto all’ultima partita è assente Adam Giacomuzzi. Nei primi minuti è già decisiva una doppia penalità fischiata a Kevin Wirl: la squadra di casa è la più forte in powerplay della AHL ed anche in questo inizio di partita lo dimostra con la rete di Daniel Tudin dopo 169 secondi. Poi il protagonista del primo tempo è sicuramente il portiere degli austriaci, Rene Huber, che non prende altre reti nonostante i tanti tiri dei Buam (26). A metà partita la gara vive uno dei suoi momenti più importanti con tre goal in meno di due minuti. Johan Eriksson firma il raddoppio del Renon ma immediata reazione degli ospiti che dimezzano lo svantaggio con Adam Havlik. Ma il Renon ristabilisce le distanze ancora con Daniel Tudin. Poi prima della fine del secondo tempo il Renon realizza il 4:1 con Imants Lescovs. Nel terzo tempo il risultato cambia altre tre volte con le reti in rapida sequenza di Alex Frei, Friedrich Schroder ed infine di Andreas Lutz (44’) per il definitivo 6:2 dei Rittner Buam che vincono la 19esima partita negli ultimi 21 match. La formazione di Collalbo, con 65 punti all’attivo, rimane con questo successo al secondo posto in classifica ed allunga anche la sua serie positiva in casa. Quella di oggi era infatti la 13° vittoria stagionale in 14 uscite all’Arena Ritten.

Goals RIT: 1:0 Daniel Tudin (2:49/PP1/J.Kostner-T.Spinell); 2:0 Johan Eriksson (29:24/Frei-S.Kostner); 3:1 Daniel Tudin (30:55/T.Spinell-O.Sislannikovs); 4:1 Ivan Lescovs (37:25/Frei-S.Kostner); 5:1 Alex Frei (41:31/SH1/Eriksson); 6:2 Andreas Lutz (44:53/S. Quinz-J.Kostner);
Goals KEC: 2:1 Adam Havlik (29:33/Vojta-Kaleinikovas); 5:2 Friedrich Schroder (43:38);

EC KAC II – HC Gherdeina valgardena.it 4:3 (2:2, 1:1, 1:0)
Referees: Lesniak Borut, Supper Andreas, Bedynek Sebastian, Oberhuber Alexander

Una partenza molto movimentata ha caratterizzato la gara tra Klagenfurt-II e Gherdeina. Daniel Obersteiner ha realizzato la prima marcatura per i padroni di casa ma gli ospiti non hanno aspettato a lungo per la risposta e sono stati in grado di pareggiare il gioco al quinto minuto tramite Gabriel Vinatzer. In una partita emozionante Markus Pirmann ha realizzato il secondo vantaggio del Klagenfurt solo pochi secondi dopo il pareggio dei ladini. Ma il Gherdeina non demorde: Andrea Demetz è riuscito a pareggiare nuovamente il risultato. Il secondo tempo è molto più equilibrato. Tuttavia gli ospiti passano in vantaggio in powerplay con David Galassiti contro il più debole penalty killing avversario. Ma la risposta dei carinziani arriva sempre dallo special team con il pareggio di Hochegger alla fine del secondo tempo. Lo stesso Hochegger è l’autore dell’importante goal del nuovo vantaggio delle Giubbe Rosse che al 53’ permette al Klagenfurt di andare sul 4:3. Proprio il powerplay è diventata l’arma principale dei padroni di casa. Proprio questo risultato non cambierà più fino al 60’ con il Klagenfurt-II che arriva al 15° posto.

Goals KA2: Obersteiner (1./Hochegger- Pirmann), Pirmann (6./Cirtek), Hochegger (39. PP1/Duller), Hochegger (53.PP1/ Di Casmirro- Hammerle)
Goals GHE: Vinatzer (5./Demetz- Roupec), Demetz (12.), Galassiti (30. PP1/Roupec-Sullmann Pilser)

Foto di David S. Wassagruba 

Classifica AHL

1PUS31+8384
2RIT29+6165
3HKO29+4765
4EHC30+3760
5RBJ30+3760
6ASH29+2858
7VEU31+2556
8WSV30+2251
9SGC30-347
10JES28+2846
11GHE31-3337
12KEC31-3835
13EKZ33-5030
14ECB29-3326
15KA230-6620
16MIL30-6217
17FAS31-8311

Pubblicato il