Alps Hockey League: il Val Pusteria si aggiudica il primo posto della stagione regolare. Ma ancora battaglia per l’accesso diretto ai quarti di finale

Interessante settimana quella che si sta disputando in Alps Hockey League e che ha per protagoniste le squadre italiane impegnate nel torneo transnazionale. Il primo fattore è che il Val Pusteria, in maniera più che meritata, e grazie ad un dominio iniziato dalla prima giornata, ha vinto la stagione regolare ed ha acquisito il vantaggio della pista per i quarti di finali ed eventuali semifinali e finale. Un bel traguardo per la formazione giallonera che permette, per la terza volta in tre anni, ad una squadra italiana di vincere la regular season dopo Renon ed Asiago nei primi due anni. Intanto la lotta si fa sempre più dura per la corsa agli altri tre posti ancora da riempire per l’accesso diretto ai quarti di finale. Per il Lubiana, 2° in classifica, si tratta ormai di  una pura formalità con la squadra della capitale slovena che deve fare un punto nelle ultime partite per raggiungere tale traguardo. Per gli altri due posti (3° e 4°) sarà sicuramente lotta fino all’ultima giornata. Renon, Red Bull Juniors, Lustenau ed Asiago si devono spartire due dei quattro posti ancora liberi altrimenti sarà pre-playoff. Ricordiamo che con le modifiche al calendario, l’ultima di stagione regolare è stata fissata al 9 marzo e quindi bisognerà aspettare forse fino a quella data per avere i responsi finali.

Intanto la settimana si è aperta con il risicato ma importante successo dei Rittner Buam che hanno superato il Cortina in casa per 1:0 ma forse la notizia della partita è stata quella dell’infortunio occorso al giocatore della Nazionale Alex Frei che si è rotto l’avambraccio. In una delle sue stagioni migliori l’attaccante caldarese ha terminato anzitempo la stagione ed è sicuramente una grave tegola non solo per il Renon ma anche per il movimento visto che Frei è anche il miglior giocatore di scuola italiana nella classifica statistiche di tutta la AHL. Martedì in pista anche il Gherdeina che è stato sconfitto dal Feldkirch ma per i ladini, fissi all’undicesimo posto e già qualificati per i pre-playoff, non cambia la sostanza della loro classifica. Giovedì poi si sono avute tre partite. Il Val Pusteria vincendo a Vipiteno ha ottenuto il primato totale della stagione regolare. Ritorno al successo del Cortina che s’impone in maniera perentoria in casa contro l’EC Bregenzerwald. L’Asiago deve aspettare i rigori per piegare Jesenice ma grazie ai due punti, giallorossi sempre in corsa per i primi quattro posti.

Alps Hockey League, 19.02.2019:
Rittner Buam vs. Sportivi Ghiaccio Cortina Hafro 1:0 (1:0; 0:0; 0:0)
HC Gherdeina valgardena.it vs. VEU Feldkirch 2:3 (0:1; 2:0; 0:2)

Alps Hockey League, 21.02.2019:
Migross Supermercati Asiago Hockey 1935 vs. HDD SIJ Acroni Jesenice 3:2 SO
Sportivi Ghiacchio Cortina Hafro vs. EC Bregenzerwald 6:1
Wipptal Broncos Weihenstephan vs. HC Lupi Val Pusteria 0:2

Le gare nel dettaglio Rittner Buam vs. Sportivi Ghiaccio Cortina Hafro 1:0 (1:0; 0:0; 0:0)
Arbitri: BAJT, A. LAZZERI, Arlic, Mantovani.

Importante vittoria dei Rittner Buam che piegano con il minimo vantaggio (1:0) la Sportivi Ghiaccio Cortina Hafro e grazie a questo successo il team di coach Riku-Petteri Lehtonen guadagna il terzo posto con due punti di vantaggio sul Salisburgo. Per la squadra di Collalbo è la quarta vittoria stagionale contro il Cortina. Nella squadra ospite mancano Ayotte, Moser ed Alessandro Zanatta. Nonostante due superiorità a favore ed una maggiore pressione, il Cortina non trova spunti vincenti dalle parti di Tragust. Anzi, una volta uscito dalla panca puniti, Thomas Spinell porta in vantaggio il Renon dopo 18’ di gioco per quello che si rivelerà anche l’unica segnatura dell’incontro. Nel secondo tempo il Renon gioca più all’attacco ma il Cortina risponde bene grazie anche alle parate di Marco De Filippo. Anche nell’ultimo periodo il risultato non cambia grazie al grande lavoro delle difese. Poi l’epilogo finale del match con il Cortina che ci prova con l’extra attacker ma Thomas Tragust difende il risultato e conquista il suo quinto shutout. Sabato match più che decisivo per l’accesso diretto ai quarti di finale: alla Ritten Arena ci sarà il Salisburgo in un match molto importante per la classifica finale della stagione regolare. Il Cortina rimane in decima posizione con due punti di vantaggio sul Gherdeina.

Goal RIT: 1:0 Thomas Spinell (17:18/Luza-Tragust);

HC Gherdeina valgardena.it vs. VEU Feldkirch 2:3 (0:1; 2:0; 0:2)
Arbitri: MORI, SUPPER, Bedana, Kainberger.

Il Feldkirch vince al Pranives di Selva Val Gardena per 3:2 segnando i goal decisivi contro l’HC Gherdeina valgardena.it negli ultimi 10 minuti di gioco. Per il Feldkirch è la terza vittoria consecutiva e la squadra austriaca si conferma in settima posizione. Il Gherdeina rimane in undicesima posizione e spreca una grande occasione per superare il Cortina (sconfitto a Collalbo) in classifica. La squadra di casa non può disporre per questa gara di Brugnoli, Eastman e Simon Vinatzer. Sullmann questa sera gioca in difesa al posto di Eastman. Partita molto lenta nel suo inizio ma poi con il passare dei minuti diventa intensa e combattuta. Dopo il primo powerplay, il VEU passa in vantaggio con Steven Birnstill (13.) e questo sarà anche l’unico goal del primo periodo. Nel secondo tempo la partita è in equilibrio ma poi minuto dopo minuto il Gherdeina cambia la marcia. Dopo 33 minuti la squadra di casa pareggia con un tiro di Roupec dalla distanza deviato da Colin Long. Poi in contropiede Samuel Moroder segna il raddoppio. Il match rimane sul 2:1 per le Furie fino al terzo periodo quando ancora Steven Birnstill pareggia e sempre in powerplay (51.). Il VEU poi realizza il 3:2 con Kevin Puschnik dopo un errore nel cambio delle linee (53.) Questo goal non sarà più recuperato dal Gherdeina nonostante qualche buona occasione e Feldkirch che vince per 3:2.

Goals GHE: 1:1 Colin Long (33:45/Roupec); 2:1 Samuel Moroder (34:11/Long-Roupec);
Goals VEU: 0:1 Steven Birnstill (13:54/PP1/Soudek-Stanley); 2:2 Steven Birnstill (51:36/PP1/Gehringer-Draschkowitz); 2:3 Kevin Puschnik (53:07/Steurer)

Gio, 21.02.2019: Migross Supermercati Asiago Hockey 1935 vs. HDD SIJ Acroni Jesenice 3:2 SO
Arbitri: LEGA, PAHOR, M. Cristeli, Miklic.

L’Asiago si presenta a questa gara senza Phil Pietroniro e Marchetti ma recupera Forte. Per Jesenice assente Paradis. Nel primo tempo la partenza è a favore dei Red Steelers che comandano il gioco ma non trovano nessuna rete. La rete dopo sette c’è ma è annullata a Chad Pietroniro. Nella seconda parte del tempo Asiago più in partita ma primo periodo senza reti. Nella ripresa il match si sblocca. Dopo 99 secondi Bina realizza dopo un passaggio da dietro porta di Naclerio. Ma gli sloveni pareggiano dopo con Kalan che devia un disco dalla blu di Gagnon. A questo punto il match decolla e con i rispettivi portieri che diventano protagonisti (Cloutier e Climie). Nel terzo periodo partita molto avvincente. Naclerio lancia Magnabosco che porta in vantaggio i giallorossi ma ancora Jesenice in partita con il pareggio di Brus. Nel finale del terzo tempo le due squadre giocano a viso aperto e costruiscono tanto ma i portieri fanno la differenza in maniera determinante. Si va all’overtime ma neanche i 5 minuti del supplementare servono per decretare il vincitore. Ai rigori vince l’Asiago con quello decisivo dello specialista Bardaro. Giallorossi che rimangono ampiamente in corsa per l’accesso diretto ai quarti di finale mentre Jesenice è sempre al 9° posto ma a quattro punti dai Broncos.

Goals ASH: 1:0 Robert Bina (21:39/Naclerio-Magnabosco); 2:1 Mark Naclerio (42:33/Magnabosco-C.Pietroniro); 3:2 Anthony Bardaro (65:00/SO)
Goals JES: 1:1 Mathieu Gagnon (27:24/D.Rodman-Svetina); 2:2 Miha Brus (45:20/Tamzevic-Sodja);

Gio, 21.02.2019: Sportivi Ghiacchio Cortina Hafro vs. EC Bregenzerwald 6:1 (2:0; 3:0; 1:1)
Arbitri: BENVEGNU, METZINGER, Bergant, De Zordo.

Dopo cinque sconfitte consecutive la Sportivi Ghiaccio Cortina torna alla vittoria contro l’EC Bregenzerwald per 6:1. La squadra di casa non può disporre di Alessandro Zanatta, Moser e Pompanin ma recupera Ayotte che torna a giocare dopo due partite. La prima penalità dell’incontro è già decisiva ma per la squadra che l’ha subita: Daniel Stump realizza la sua prima rete in Alps Hockey League in inferiorità a favore del Cortina. Ed appena dopo 46 secondi altra rete della squadra di casa con Ayotte e sempre nella stessa penalità. Lo special team dei padroni di casa rimane sempre protagonista nel secondo tempo. Di Diomete e Sanna in poco più di due minuti raddoppiano il risultato in powerplay per il Cortina che si porta sul 4:0 (24. E 26.). Dopo questa rete l’ECB cambia portiere:entra Alexander Schmidt ed esce Karlo Skec. Ma la partita è saldamente nelle mani del Cortina che realizza altre due reti tra fine secondo tempo ed inizio terzo tempo con Barnabò ed ancora Devin Di Diomete. Sul 6:0 la partita non ha molto da dire ma gli austriaci trovano la prima ed unica rete dell’incontro con Poschmann al 52’ in superiorità. Cortina che vince per 6:1 e consolida il 10° posto.

Goals COR: 1:0 Daniel Stumpf (02:58/SH1/Di Diomete-Trecapelli); 2:0 Mathieu Ayotte (03:44/SH1/Marco Sanna); 3:0 Devin Di Diomete (24:11/PP1/Trecapelli-Bruneteau); 4:0 Marco Sanna (26:20/PP1/Adami-M.Zanatta); 5:0 Luca Barnabò (39:01/Ayotte-Adami); 6:0 Devin Di Diomete (40:26/Cordiano-Stumpf);

Goal ECB: 6:1 Philipp Poschmann (52:46/PP1/Jarvinen-Virtanen);

Gio, 21.02.2019: Wipptal Broncos Weihenstephan vs. HC Lupi Val Pusteria 0:2 (0:0; 0:2; 0:0)
Arbitri: LESNIAK, MOSCHEN, Piras, Snoj.

Il Vipiteno non può disporre di Daniel Erlacher e dopo 12 minuti anche di Jure Sotlar in non perfette condizioni fisiche per l’influenza. I Lupi non possono fare affidamento su Marko Virtala, Thomas Erlacher e Grossgasteiger. Il primo tempo è avaro di emozioni. Squadre che giocano molte contratte e poche occasioni. Il Vipiteno è un po’ più intraprendente con una deviazione di Tommy Gschnizter ed una bella azione di Mantinger e Kofler. Il primo tempo è senza reti. I Broncos aprono il secondo tempo in superiorità ma il risultato non cambia. Il Val Pusteria ci mette 23 secondi a realizzare due reti poco dopo metà partita (31.). Armin Hofer da dietro passa il disco per Alex De Lorenzo Meo che trova la prima rete del match con un tiro tutt’altro che preciso. Nell’azione dopo un tiro di Armin Helfer in diagonale dalla blu entra in porta forse dopo una deviazione. Nel finale di periodo, i Wipptal tornano ad attaccare ma è Brunico avanti 2:0. Nel terzo tempo il Val Pusteria controlla senza problemi e nonostante due penalità per parte il risultato non cambia più. I Lupi vincono la stagione regolare della Alps Hockey League con certezza matematica. Colin Furlong guadagna il nono shutout. Da segnalare che il Vipiteno nel terzo tempo non ha potuto contare anche su Borgatello e Kruselburger.

Goal PUS: 0:1 Alex De Lorenzo Meo (31:14/Hofer-Oberrauch); 0:2 Armin Helfer (31:37/Elliscasis-Traversa);

Foto di copertina Oskar Brunner

Classifica aggiornata al 21/02/2019

RankTeamGPWTLOTWOTLGF:GAPTS
1HC Pustertal Wölfe37300241143:5199
2HK SZ Olimpija36270621145:7586
3Rittner Buam35250910150:8377
4Red Bull Hockey Juniors35210644134:8875
5EHC Alge Elastic Lustenau362201022144:10272
6Migross Supermercati Asiago Hockey35180773134:9771
7VEU Feldkirch362001015126:10067
8Wipptal Broncos Weihenstephan361401066118:9460
9HDD SIJ Acroni Jesenice351701413142:11056
10S.G. Cortina Hafro361301544102:11051
11HC Gherdeina valgardena.it371402012101:12546
12EC ‘Die Adler’ Stadtwerke Kitzbühel35100203288:13338
13EK Die Zeller Eisbären37802234100:15434
14EC Bregenzerwald3680241392:14429
15EC KAC II3670281095:17023
16Hockey Milano Rossoblu3550280284:16117
17HC Fassa Falcons3520302175:17611

 

Foto di David S. Wassagruba Asiago – Jesenice

Pubblicato il