Curling, a Plzen giornata da batticuore: l’Italia cala il tris!!!

Pubblicato il

L’Italia del curling cala un altro tris. Bottino pieno per gli azzurri nella terza giornata del torneo di qualificazione olimpica in programma a Plzen, in Repubblica Ceca, ultima possibilità di guadagnarsi un posto ai Giochi Invernali di Pyeongchang 2018. Sia la nazionale maschile che quella femminile hanno infatti vinto le rispettive sfide odierne: gli uomini contro la Germania, le donne contro la Cina e, in serata, contro le tedesche. Risultati ottenuti al termine di sfide al cardiopalma, che tengono l’Italia in posizione privilegiata lungo la strada verso la qualificazione olimpica, con gli ultimi match di round robin che si riveleranno decisivi.

Emozioni fortissime già dal mattino: contro la favorita Cina, sin lì imbattuta, la formazione tricolore guidata da Violetta Caldart e formata da Diana Gaspari (skip, Dolomiti Cortina), Veronica Zappone (third, 3S Luserna), Stefania Constantini (second, Dolomiti Cortina), Angela Romei (lead, 3S Luserna) e Chiara Olivieri (alternate, Dolomiti Cortina) realizza un’impresa incredibile. Sotto 4-1 per via di un errore nel quarto end quando la partita viaggiava equilibrata sull’1-1, le azzurre erano ancora in svantaggio 5-2 dopo sette mani. Una situazione disperata, ma risollevata da una magia di Gaspari, abilissima a firmare una giocata da 3 punti per il 5-5. Da lì un punto nella nona mano e altri due, da incorniciare, nella decimo, per una rimonta da pazzi. E forse ancor più emozionante è stata la sfida in serata contro la Germania, battuta 10-9 all’extra end vendicando così la sconfitta degli Europei. Andate due volte in vantaggio e poi riprese prima da 3-0 a 3-3 e poi da 5-3 a 5-5 dopo sei riprese, le azzurre, riportatesi sul 6-5, a causa di un errore hanno poi subìto ben 4 punti nell’ottavo end. Destino che pareva anche qui segnato, con l’Italia capace invece di arrampicarsi fino al pari, costringendo le avversarie all’extra end: lì, infine, è servito il “compasso” per stabilire la stone vincente. Millimetri che ci hanno premiato per il 10-9 finale, consegnandoci un successo – il terzo finora in questo torneo – che lancia le azzurre al primo posto parziale in classifica a pari merito con Cina e Danimarca a due incontri dal termine della fase a gironi.

E giornata esaltante è stata, quella di oggi, anche per la nazionale maschile. La squadra tricolore allenata da Soren Gran e composta da Joel Retornaz (skip, Sporting Club Pinerolo), Amos Mosaner (third, Aeronautica Militare), Andrea Pilzer (second, Curling Cembra), Daniele Ferrazza (lead, Curling Cembra) e Simone Gonin (alternate, Sporting Club Pinerolo) coglie infatti il terzo successo in quattro partite superando all’extra end la Germania con il risultato di 6-4. Sotto 3-1 dopo due mani, l’Italia ha prima ricucito fino al 3-3, quindi alla decima ripresa ha pareggiato nuovamente sul 4-4, annullando così il nuovo e provvisorio vantaggio tedesco. All’extra end, infine, i due punti decisivi che hanno regalato il successo agli azzurri al termine di un match tirato ed equilibratissimo. Una vittoria che vale al momento il primo posto in classifica a pari merito con Cina e Danimarca quando mancano soltanto tre incontri per chiudere la fase a gironi.

Questo il programma delle partite (uomini in maiuscolo, donne in minuscolo):

Venerdì 8 dicembre
ore 9: FINLANDIA-ITALIA – ore 14: Italia- Repubblica Ceca (in diretta sul canale Youtube della Federazione Internazionale) – ore 19: REPUBBLICA CECA-ITALIA
Sabato 9 dicembre
ore 9: Italia-Lettonia – ore 13.30: ITALIA-DANIMARCA