Mondiali: dopo la sconfitta contro la Repubblica Ceca, l’Italia sabato in pista contro la Norvegia

Quinta sconfitta sul ghiaccio di Bratislava per l’Italia che cede alla distanza contro la Repubblica Ceca per 8:0. Ma fino a metà partita (ed anche oltre) buoni spunti  anche se il primo goal del torneo non è arrivato. Ora arrivano le due partite decisive. Sabato alle 16:15 ci sarà la Norvegia che ha conquistato i primi punti del Girone contro l’Austria (5:3). Quest’ultima formazione sarà l’ultima sfida per gli Azzurri lunedì sera ed in questo momento il team d’oltre Brennero, al pari della nostra Nazionale, è fermo a zero punti. Proprio da questi ultimi due match si deciderà la permanenza dell’Italia nella Top Division. La sfida contro la Norvegia sarà in diretta su Eurosport 2 dalle ore 16:15.

Quinta sfida dell’Italia ai Mondiali di Top Division. Sul percorso degli Azzurri c’è la Repubblica Ceca che per ora ha raccolto tre vittorie (5:2 Svezia, 7:2 Norvegia e Lettonia 6:3) ed una sconfitta (Russia 0:3). Per l’Italia ci sono alcune novità. I difensori sul ghiaccio sono sette per via dell’infortunio al volto di Jan Pavlu contro la Russia. Fa il suo esordio Tommaso Traversa (migliore degli Azzurri a fine partita) che entra subito nel primo blocco di attacco con Gander ed Andergassen, ricostituendo una linea azzurra già vista nel corso della stagione e linea di punta del Brunico. Per il resto i blocchi rimangono inalterati. La Repubblica Ceca è in piena corsa per uno dei primi quattro posti del girone ed è sospinta da un tifo incessante tra gli oltre 9000 dell’Ondrej Nepela Arena.  Da segnalare l’esordio nel torneo per il portiere Pavel Francouz.

Il nuovo arrivato, Tommaso Traversa, si fa subito vedere con una robusta carica ad un giocatore avversario e l’Italia che costringe alla prima presa Francouz. Poi decisa reazione della Repubblica Ceca. Buona circolazione del disco ma nulla di più per la formazione dell’est durante il primo powerplay (01.50) fischiato per troppi uomini sul ghiaccio. Alla prima vera occasione la Repubblica Ceca passa in vantaggio con un tiro al volo in diagonale da media distanza che s’infila sotto la traversa dopo un pregevole scambio tra Kubalik e Gulas, l’autore del goal (07:04). Tiro di prima intenzione al 10:49 dell’87. Al 12:24 a momenti c’è il quasi autogoal di Bardaro su un’azione insistita degli avversari con il disimpegno dell’attaccante che incoccia sul pattino di McMonagle e per poco non entra in rete. Al 14:55 clamorosa occasione di Kubalik con l’attaccante della Repubblica Ceca che solo nello slot si fa parare il disco da un prontissimo De Filippo. A due minuti dalla fine Ivan Tauferer è penalizzato. Sul secondo powerplay Stefano Marchetti prende un disco sul casco ma si rialza. Nella restante parte di superiorità, grande circolazione del disco ma nessun vero pericolo. Quando si torna a giocare a ranghi completi bella azione con Bardaro che manda al tiro Rosa ma l’estremo della Repubblica Ceca sventa. Proprio sulla sirena finale altra parata salva risultato di De Filippo.

L’inizio del secondo è di chiara marca italiana con Diego Kostner che va al tiro un paio di volte ma trova la pronta risposta di Francouz. Poi al 23′ azione ficcante della formazione dell’est. Ma la Nazionale riesce a spezzare il gioco avversario con un’azione tra Traversa e Gander. Poi dal 26′ la Repubblica Ceca spinge sull’acceleratore per il raddoppio con due azioni veramente pericolose. Il raddoppio arriva, però, nella maniera più inaspettata con un tiro dalla lunga distanza che sbatte sui gambali del goalie italiano ed entra in porta (27:09). Dopo questo episodio la partita continua veloce con l’Italia che risponde a tono ad ogni iniziativa avversaria ed al 31esimo altra grossa occasione azzurra con Deluca che ben smarcato da Lambacher manda il disco direttamente all’incrocio. Si gioca da una parte e dall’altra: De Filippo ci mette il gambale ma poi sul proseguimento dell’azione Michael Frolik riceve il disco davanti allo slot dopo un’azione travolgente sulla sinistra di Moravicik e realizza da distanza ravvicinata (32:07). Ma non è finita perché in powerplay arriva un gran tiro in diagonale di polso di Voracek e rete su respinta di Kovar (33:43). Nel finale Miceli si libera per il tiro in corsa ma il portiere avversario para.

Nel terzo tempo la partita è un continuo capovolgimento di fronte. L’Italia rimane alla ricerca del primo goal. Il primo ed unico powerplay della serata non regala molto agli Azzurri che rimangono comunque attivi. Al 54′ grande occasione per Bardaro che decide per il passaggio ma troppo tardi per Simon Kostner in una situazione di due contro uno.  Si susseguono folate offensive da una parte e dall’altra con le difese che hanno il sopravvento sugli attacchi ma alla fine arriva il sesto goal con Simon che al realizza su ribattuta dopo una triangolazione larga (56:02). Ma Repubblica Ceca che accelera e trova altri due goal con Jaskin (57:42) e Michael Frolik (57:58) per il risultato finale che premia la compagine dell’est per 8:0.

A fine partita, premiato come miglior giocatore Tommaso Traversa: “Sono stato molto contento di questa chiamata e di poter giocare con i colori della Nazionale. Oggi abbiamo interpretato meglio alcuni frangenti di questo match ed in alcuni momenti siamo stati anche superiori. Poi ci sono stati degli episodi che hanno girato la partita. Ma ora arriva il tempo decisivo e sono convinto che possiamo giocarci le nostre chance. Contro la Norvegia serviranno pattinaggio e velocità ma anche il fisico perché è una squadra che in questo senso di fa rispettare. Usare il fisico serve anche per caricare la squadra. Se ripartiamo dalle positività di oggi possiamo fare molto. Al goal è meglio non pensarci…più ci si pensa e più non arriva.”

Repubblica Ceca – Italia 8:0 (1:0/4:0/3:0)

Marcatori: 07:04 Milan Gulas (Dominik Kubalik); 27:09 (2:0) Radko Gulas (Dmitrij Jaskin); 32:07 (3:0) Michael Frolik (Michal Moravcik/Dominik Simon); 33:43 (4:0) Jan Kovar in sup.num. (Jakub Voracek/Michael Frolik); 34:17 (5:0) Dmitrij Jaskin (Filip Chytil/Michal Repik); 56:02 (6:0) Dominik Simon (Jakub Voracek/Michael Frolik); 57:42 (7:0) Dmitrij Jaskin (David Musil/Michal Repik); 57:58 (8:0) Michal Frolik (Jan Kolar);

Formazione Repubblica Ceca: Pavel Francouz 60:00 (Simon Hrubec); David Musil – Filip Hronek; Michael Moravick – Jan Rutta; Jan Kolar – Radko Gudas; David Sklenicka – Petr Zamorsky; Michael Frolik – Domink Simon – Jankub Voracek; Ondrej Palat – Radek Faksa – Jakub Vrana; Dominikl Kubalik – Jan Kovar – Milan Gulas; Dmitri Jaskin – Filip Chytil – Michale Repik; Allenatore: Milos Riha;

Formazione Italia: Marco De Filippo 60:00 (Andreas Bernard); Luca Zanatta – Ivan Tauferer; Alex Trivellato – Armion Hofer; Armin Helfer – Sean McMonagle; Stefano Marchetti; Tommaso Traversa – Raphael Andergassen – Markus Gander; Marco Insam – Diego Kostner – Angelo Miceli; Anthony Bardaro – Marco Rosa – Joachim Ramoser; Peter Hochkofler; Alex Lambacher; Ivan De Luca; Simon Kostner; Allenatore: Clayton Beddoes;

Minuti di penalità: Repubblica Ceca 2 (0/0/2) – Italia 6 (4/2/0)

Tiri in porta: Repubblica Ceca 48 (15/16/17) – Italia 15 (2/7/6)

Per risultati e classifiche

Il Programma di Eurosport per l’Italia di hockey su ghiaccio 

Venerdì 17/5 ore 20.15- Italia vs Repubblica Ceca – Diretta su Eurosport Player/Differita su Eurosport 2 a partire circa dalle ore 00:45)*
Sabato 18/5 – ore 16.15 – Italia vs Norvegia – Diretta su Eurosport 2 ed Eurosport Player
Lunedì 20/5 – ore 20.15 – Italy vs Austria – Diretta su Eurosport Player (differita su Eurosport 2 a partire circa dalle ore 24:00)*

*Per le differite in TV sarà comunicato in seguito l’esatto orario di messa in onda.

Tutte le foto di Carola Semino

 

 

 

Pubblicato il