Nazionale senior: seconda vittoria, Polonia ko

Seconda partita e seconda vittoria per l’Italia all’Euro Ice Hockey Challenge di Danzica. Dopo il successo in overtime contro l’Ungheria, arrivano i 3 punti contro i padroni di casa della Polonia, e ora agli azzurri manca solo un punto nell’ultima sfida contro il Giappone (domani alle ore 17) per vincere il torneo. Il Blue Team “cucina” i polacchi nel secondo tempo per poi mangiarseli nel terzo grazie alla rete di Pietroniro e al gol a porta vuota di Frigo. Shut-out per Bernard, che nel finale para il possibile e anche qualcosa in più, l’Italia si impone 2-0.

Avvio equilibrato

Per il secondo match del torneo coach Beddoes tiene a riposo la linea “bolzanina” Deluca-Bardaro-Insam e inserisce al suo posto il terzetto pusterese Traversa-Andergassen-Gander. In difesa, invece, entrano a roster Hofer e Pietroniro, che prendono il posto di Trivellato e Tauferer. L’avvio di partita è equilibrato con poche occasioni da una parte e dall’altra. Le più importanti arrivano con gli special team sul ghiaccio: per gli azzurri è Frigo, ottimamente servito da Lambacher, a non trovare il pertugio giusto, i polacchi invece devono arrendersi di fronte al miracolo di Bernard su Urbanowicz. Prima frazione a reti bianche, il secondo tempo è sostanzialmente un dominio azzurro ma la porta di Murray sembra davvero stregata.

Secondo tempo tutto azzurro

Più passano i minuti, più la pressione azzurra cresce, tanto che coach Valtonen prova anche a chiamare time-out per calmare le acque. Ma il tema del match non cambia di una virgola e l’Italia sfiora il gol in tantissime occasioni. Le più clamorose sono per Mantinger (due volte), Berger, Lambacher e per Frigo, che apparecchia l’azione in maniera splendida ma non riesce a bucare Murray. Nel terzo tempo l’Italia abbassa leggermente il baricentro, ma dopo aver superato indenne una lunga inferiorità colpisce senza pietà: Traversa vince l’ingaggio, Pietroniro arma il bastone e la rete si gonfia per l’1-0. Il finale è un assedio dei padroni di casa, che giocano anche in 6 contro 4 (penalità per Spornberger), ma Bernard è una piovra e sul filo della sirena Frigo sigla il raddoppio.

Larkin e Bernard, vittoria meritata

“La vittoria di oggi è davvero meritata – commenta capitan Thomas Larkin – soprattutto per il lavoro che abbiamo fatto nelle inferiorità numeriche con tanti tiri bloccati. La “C” di capitano? È il più grande onore della mia carriera, ci tengo tantissimo e mi dà una spinta in più”. Sulla stessa lunghezza d’onda anche il portiere Andreas Bernard, protagonista soprattutto nel finale: “Ho parato quello che c’era da parare – racconta – e i terzini mi hanno aiutato molto. Il nostro secondo tempo è stato sicuramente il migliore del torneo, siamo riusciti a tenere di più il disco mettendo in pratica quello che abbiamo preparato in allenamento”.

La “C” di capitano? Il più grande onore della mia carriera (Thomas Larkin)

Domani ultimo match contro il Giappone

L’Euro Ice Hockey Challenge di Danzica si concluderà nella giornata di domani. Azzurri in campo alle ore 17 con il Giappone. Si tratta del 33esimo scontro diretto fra le due nazionali, con l’Italia che ha un record positivo: 20 vittorie, 3 pareggi e 9 sconfitte con 121 gol fatti e 82 subiti.

POLONIA-ITALIA 0-2(0-0; 0-0; 0-2)

POLONIA: Murray (Raszka); Ciura-Bryk, Dronia-Bychawski, Kolusz-Wajda, Micahlowski-Brynkus; Przygodzki-Starzynski-Michalski, Dziubinski-Pas-Chmielewski, Jeziorski-Neupauer-Goscinski, Urbanowicz-Zygmunt-Marzec. Coach: Tomasz Valtonen

ITALIA: Bernard (Stoll); Larkin-Glira, Spornberger-Hofer, Pavlu-Pietroniro; Traversa-Andergassen-Gander, Frigo-Lambacher-Hochkofler, Mantinger-Castlunger-Lacedelli, Berger-Schweitzer. Coach: Clayton Beddoes

MARCATORI: 48.29 Pietroniro (0-1/Traversa), 59.59 Frigo (0-2 EN/Lambacher)

POWER-PLAY: Polonia 0/4 – Italia 0/3

Pubblicato il