Para Ice Hockey: il bilancio dopo le prime due giornate di campionato italiano

Pubblicato il

È ripartito a mille il Campionato italiano di para ice hockey. La prima doppia sfida ha messo di fronte a Varese la Polha Armata Brancaleone e gli Sportdipiù Tori Seduti Torino: entrambe le squadre, prima di darsi battaglia sul ghiaccio, hanno ricordato il mitico “Ciaz”, Andrea Chiarotti, motore di tutto il movimento italiano e portabandiera ai Giochi di Sochi 2014, scomparso lo scorso giugno. Formazione rimaneggiata per i Tori Seduti, per la prima volta senza due colonne quali Gregory Leperdi e Valerio Corvino, entrambi ritiratisi, mentre Varese ha dovuto fare a meno nel primo doppio impegno di Bruno Balossetti e di Roberto Radice: quest’ultimo però assente per una bella ragione, visto che è appena diventato papà della piccola Emma. I padroni di casa non hanno avuto pietà della compagine piemontese (a ranghi ridotti con appena 6 elementi) e si sono imposti con ampio margine in entrambe le sfide: 7-0 e 7-1. Il trascinatore è stato il nazionale azzurro Sandro Kalegaris, che ha messo a referto 12 punti tra gol e assist. Nel weekend appena trascorso, invece, ci si è spostati al PalaTazzoli di Torino. Qui i campioni d’Italia in carica, le GSD Alto Adige South Tyrol Eagles, ovvero le aquile del Sud Tirolo hanno avuto la meglio sui Tori Seduti in tutte e due le partite: 2-0 e 3-2 i risultati a loro favore.

Il 10 e 11 novembre si tornerà in campo in Alto Adige per la sfida tra le South Tyrol Eagles e l’Armata Brancaleone.