Para Ice Hockey, Torneo Internazionale di Torino: un’ottima Italia è seconda

Pubblicato il

Una grande Italia, generosa e senza timori reverenziali, conquista il 2° posto all’8° Torneo Internazionale di Para-Ice Hockey di Torino: nonostante la sconfitta nella finalissima contro la Corea del Sud, gli Azzurri restano in partita fino ai minuti finali quando, sul 2-1 per gli avversari, nel tentativo disperato di pareggiare vengono sorpresi da un contropiede.

COREA DEL SUD – ITALIA 3-1 (K: Jong Ho Jang, 2 Lee Yong Min; I: Christoph Depaoli)

MVP: Jong Ho Jang (K) e Florian Planker (I)

Grande intensità di gioco fin dall’avvio, con gli asiatici all’attacco ma ben contenuti dalla difesa della nostra Nazionale. Le cose si mettono male nel secondo tempo, quando Jong Ho Jang prima e Lee Yong Min poi portano la Corea del Sud sul 2-0. Nel terzo tempo la reazione Azzurra è veemente: i ragazzi di coach Massimo Da Rin sfruttano al meglio il power-play per l’espulsione temporanea di un avversario e accorciano le distanze con Christoph Depaoli, stupendamente assistito da Florian Planker. Nei minuti successivi l’Italia sfiora per due volte il pareggio: prima con Nils Larch, la cui conclusione finisce alta, poi ancora con Depaoli, che per un soffio non arriva su un altro ottimo invito di Planker. Nei minuti conclusivi, con i padroni di casa riversati in attacco, Lee Yong Min fissa il punteggio finale sul 3-1 in contropiede, rimandando ai Mondiali di Ostrava i sogni di riscatto italiani. Soddisfatto dei suoi, Da Rin rilancia l’appuntamento per il Mondiale: “Sono molto contento perché, nonostante non giocassimo insieme da aprile, abbiamo tenuto duro facendo anche qualche bella vittoria: si tratta di un punto di partenza soddisfacente considerato l’inserimento di cinque giovani con ampi margini di miglioramento. I Mondiali sono ancora lontani ma dobbiamo crescere per giocarci le nostre chance; oggi, sotto di due gol, dovevamo prenderci qualche rischio, abbiamo avuto due occasioni per pareggiare ma se non segni prima o poi la paghi, lo sport è così”. In chiusura, un ricordo di Andrea “Ciaz” Chiarotti: “Nel lontano 2005, dopo aver giocato insieme in piedi, fu lui a tirarmi dentro al para-ice hockey: Andrea era una persona carissima che riusciva a mettere d’accordo tutti, è bello ricordarlo così e poter raccontare ciò che ha fatto”.

SLOVACCHIA – NORVEGIA 2-1 (S: Marian Ligda, Martin Joppa; N: Audun Bakke)

MVP: Miroslav Stasak (S), Johan Grønlie (N).

MIGLIORI GIOCATORI DEL TORNEO: Gabriele Araudo (Portiere, Italia), Audun Bakke (difensore, Norvegia), Lee Yong Min (attaccante, Corea del Sud).