Paralimpiadi, si avvicina il debutto degli azzurri di Para Ice Hockey contro la Norvegia

Pubblicato il

Il countdown è ormai agli sgoccioli. Ancora poche ore e da domani 9 marzo prenderanno il via i Giochi Paralimpici Invernali di Pyeongchang 2018: dopo le grandi emozioni delle Olimpiadi, ecco un’altra splendida occasione per supportare i nostri atleti e condividere con loro le gioie e le fatiche che li attendono in questa straordinaria avventura. La Fisg è in prima fila in questa spedizione che conta complessivamente 25 atleti con disabilità più un atleta guida nello sci alpino, per quattro diverse discipline: para ice hockey, snowboard, sci alpino e sci nordico. Ben diciassette ragazzi compongono infatti la Nazionale azzurra di para ice hockey guidata dal c.t. Massimo Da Rin. Trattasi dell’unica disciplina della Federghiaccio presente a Pyeongchang dal momento che il wheelchair curling non è riuscito a centrare la qualificazione olimpica. Rispetto a Sochi, quando non arrivò alcun podio, l’Italia è chiamata a invertire la rotta e dare il segnale di riscatto che tutti si aspettano: a guidare il gruppo azzurro, e non solo metaforicamente, sarà il portabandiera Florian Planker, hockeista di 41 anni alla sesta partecipazione ai Giochi paralimpici invernali (le prime come sciatore alpino standing) .

Diciassette gli atleti convocati nella Nazionale di para ice hockey, reduce dal 6° posto a Sochi e dal 5° posto mondiale: Gabriele Araudo (Portiere, Sportdipiù Torino), Santino Stillitano (Portiere, Polha-Varese), Gianluigi Rosa (Difensore, Gruppo Sportivo Disabili Alto Adige), Bruno Balossetti (Difensore, Polha-Varese), Gianluca Cavaliere (Difensore, Gruppo Sportivo Disabili Alto Adige), Florian Planker (Difensore, Gruppo Sportivo Disabili Alto Adige), Andrea Macrì (Difensore, Sportdipiù Torino), Alessandro Andreoni (Attaccante, Polha-Varese), Valerio Corvino (Attaccante, Sportdipiù Torino), Stephan Kafmann (Attaccante, Gruppo Sportivo Disabili Alto Adige), Christoph Depaoli (Attaccante, Gruppo Sportivo Disabili Alto Adige), Sandro Kalegaris (Attaccante), Nils Larch (Attaccante, Gruppo Sportivo Disabili Alto Adige), Werner Winkler (Attaccante, Gruppo Sportivo Disabili Alto Adige), Gregory Brian Leperdi (Attaccante, Sportdipiù Torino), Roberto Radice (Attaccante, Polha-Varese), Eusebiu Antochi (Attaccante, Sportdipiù Torino). A loro toccherà la partita del debutto del torneo paralimpico, contro la Norvegia, il 10 marzo a Gangneung (ore 12 locali, ore 4 italiane).

L’Italia è ormai in Corea del Sud da circa una settimana. Lunedì ha svolto gli allenamenti nel palazzetto di Gangneung, quindi martedì un importante test nell’amichevole contro il Giappone vinta per 4-1. A sbloccare il risultato, alla fine del primo tempo, è stato Gianluca Cavaliere, che ha superato il portiere avversario con un potente tiro dalla distanza. A reti inviolate il secondo parziale, nel terzo è Gregory Leperdi a portare l’Italia sul 2-0 con Gianluigi Rosa autore del 3-0. Dopo la marcatura giapponese, Cristoph DePaoli ha infine fissato il risultato sul definitivo 4-1. L’occasione, per il responsabile tecnico Massimo Da Rin e per i tecnici Mirko Bianchi e Carlo Muhr, di provare gli schemi anti-Norvegia. “Sono soddisfatto – ammette Da Rinnon solo per il risultato ma anche per come i ragazzi hanno affrontato la gara sotto il profilo mentale. Spero che contro la Norvegia riusciremo a mantenere questa concentrazione: si tratta di una Nazionale che conosciamo bene, contro di loro giocheremo una partita secca e sarà fondamentale non farci prendere dal nervosismo, sarò importante fare quello che sappiamo ed essere il più possibile concreti“.

Italia che ha poi ripreso regolarmente gli allenamenti a Gangneung: ad attenderla, dopo la Norvegia, gli impegni con Canada e Svezia, le avversarie del girone iniziale. Per gli azzurri l’obiettivo è piazzarsi tra le prime due del gruppo per guadagnarsi l’accesso alle semifinali e, da lì, puntare dritti alla medaglia. Non siamo che all’inizio, ma fiducia e ottimismo certo non mancano. Intanto stasera alle ore 19 (ore 11 italiane) si apriranno le porte di Casa Italia, mentre domani alle ore 20 (ore 12 italiane) si terrà la cerimonia inaugurale in diretta su RaiSport+HD con il nostro Florian Planker capofila, nel ruolo di portabandiera, della spedizione azzurra.