Pista Lunga, Italia da sogno e Ghiotto show ai Mondiali Universitari di Minsk

Pubblicato il

Si chude con il punto esclamativo l’infinita ed estenuante stagione della pista lunga azzurra. A Minsk, in Bielorussia, dove poco più di una settimana fa Francesca Lollobrigida ha conquistato la Coppa del Mondo di Mass Start, nel week-end appena trascorso sono andati in scena i Mondiali Universitari 2018, con l’Italia assoluta protagonista, capace di cogliere la bellezza di 7 medaglie complessive. Mattatore della manifestazione Davide Ghiotto (Cosmo Noale Ice), tre volte sul gradino più alto del podio nelle quattro gare a cui ha preso parte; ma è stata in realtà l’intera squadra tricolore, guidata nell’occasione da Matteo Anesi – vice insieme a Fabris del c.t. azzurro Marchetto -, a brillare.

Gioie azzurre su quasi tutte le distanze, a partire dalle strepitose doppiette di Davide Ghiotto e Michele Malfatti (Sporting Club Pergine), rispettivamente primo e secondo sia nei 5000 che nei 10.000. I due hanno poi trionfato insieme ad Alessio Trentini (Velocisti Ghiaccio Pergine) anche nel Team Pursuit, dove il nostro terzetto si è lasciato alle palle Kazakistan, secondo, e Olanda, terza. Un ottimo Trentini andato anche vicino al podio dei 1500, dove ha chiuso 4° a soli 13 centesimi di secondo dal terzo posto, mentre nei 1000 ha centrato la top ten terminando al 10° posto. Nono invece Ghiotto nella Mass Start, altra gara in programma.

Italia bene pure al femminile grazie a Gloria Malfatti (Sporting Club Pergine), unica partecipante della squadra tricolore e bravissima a conquistare l’argento nella Mass Start e il bronzo sui 5000 metri (con nuovo primato personale in 7’34″48), mentre su 3000 e 1500 si è piazzata tra le migliori dieci rispettivamente con la e la 6ª posizione.