Pista Lunga, presentati a Roma di Mondiali Juniores di febbraio 2019 a Baselga di Pinè

Pubblicato il

Il giorno seguente all’ufficializzazione delle Olimpiadi Invernali lombardo-venete per il 2026 proprio in sala giunta del Coni di Roma, al cospetto del presidente Giovanni Malagò, il Trentino ha presentato i due eventi mondiali giovanili che andranno in scena nel mese di febbraio 2019. Dal 15 al 17 febbraio toccherà al pattinaggio di velocità con la 48esima edizione del Mondiale Juniores in quel di Baselga di Pinè, quindi dal giorno successivo toccherà alla Val di Fassa ospitare la 38esima edizione dei Mondiali Junior di sci alpino. Presente oggi a Roma, in rappresentanza della Fisg, il Segretario Generale Ippolito Sanfratello, oltre alla presenza del consigliere Isu Sergio Anesi, fino a pochi mesi fa responsabile di settore del pattinaggio di velocità in senò alla Federghiaccio.

Baselga di Pinè, una delle capitali mondiali del pattinaggio velocità, è anche sede del centro tecnico federale della nazionale italiana. Il Mondiale Juniores ritorna a 26 anni dalla prima volta, datata febbraio 1993. L’Isu, federazione internazionale del pattinaggio, ha rinnovato la fiducia alla struttura trentina che negli anni si è  messa in evidenza per l’efficienza  nell’organizzazione e per la qualità delle competizioni. Il neo costituto Comitato organizzatore, presieduto da Enrico Colombini con Luca De Carli event manager dell’evento, opererà in tale senso in coordinamento con la struttura dell’Ice Rink Pinè, l’APT Pinè Cembra ed il Circolo Pattinatori  Pinè, lo storico club dell’altopiano trentino giunto ai 70 anni di attività. Il tutto in collaborazione con la Federazione Italiana Sport del Ghiaccio, sempre in prima linea.

Nella competizione iridata non solo la formula allround, ma medaglie da assegnarsi per ogni singola distanza. A Baselga di Pinè saranno assegnati i titoli dei due Team Event, sprint ed inseguimento, e quello dell’appassionante Mass Start, la gara su più giri con traguardi intermedi e volata conclusiva che nel febbraio scorso a Pyeongchang ha fatto il suo ingresso anche nel programma dei Giochi olimpici. Il titolo iridato allround maschile sarà assegnato dopo i 500 metri, i 1000, i 1500 e i 5000 mentre quello femminile dopo i 500, i 1000, i 1500 ed i 3000.

Guardando al passato, per quanto concerne i risultati individuali in chiave italiana, sono stati due i podi, entrambi terzi posti ed entrambi ottenuti da pattinatori trentini, Andrea Giovannini e Francesco Betti. A livello di gare a squadre spicca l’oro al maschile del 2013 a Collalbo dopo l’argento, sempre al maschile, di Changchun 2008, e prima dell’argento nella team sprint femminile ed il bronzo nella team pursuit sempre al femminile di Helsinki nel 2017. Baselga di Pinè, località invidiata in molte parti del mondo sia sotto l’aspetto della qualità della pista che paesaggistico, grazie al supporto dell’Isu e della Fisg nonché dell’ottimo lavoro che hanno sempre svolto nel corso degli anni il locale Comitato organizzatore e la società di gestione Ice Rink Piné Srl, vanta numeri invidiabili sia per quanto concerne gli eventi allestiti che i rilevamenti cronometrici. La pista, situata a 1000 metri di altitudine, è considerata una delle più veloci del mondo all’aperto. Per dodici volte ha ospitato una Coppa del Mondo assoluta (1986/maschile, 1987/maschile, 1989/maschile, 1991/femminile, 1993/maschile, 1996, 1997, 1998, 2000, 2003, 2005 2008), per quattro quella junior/under 23  (2010, 2011, 2013 e 2016), un Campionato mondiale juniores (1993), un Mondiale assoluto (1995) ed un Europeo, sempre assoluto (2001).