Rimonta azzurra, Ungheria battuta in overtime

Rimonta azzurra. Vittoria di volontà e di carattere dell’Italia, che all’esordio nell’Euro Ice Hockey Challenge di Danzica supera l’Ungheria 4-3 in overtime. Sino a un minuto dalla fine azzurri sotto di due gol e condannati alla sconfitta, poi il clamoroso uno-due firmato da Frigo e Deluca che porta la partita al supplementare. A decidere tutto ci pensa Marco Insam, autore di una doppietta. Il premio di mvp azzurro è andato al portiere Andreas Bernard.

Larkin nuovo capitano

Coach Clayton Beddoes, per la partita di esordio del torneo, rinuncia in difesa a Roland Hofer e Phil Pietroniro, e in attacco alla “linea pusterese” formata da Gander, Andergassen e Traversa.  La “C” di capitano, invece, è per la prima volta sulla maglia di Thomas Larkin, e c’è da segnalare l’esordio in un Euro Ice Hockey Challenge del giovane Peter Spornberger, classe 1999 originario di Renon e in forza al Freiburg in DEL2.

Ungheria subito in vantaggio, pareggio di Insam

Avvio da incubo per gli azzurri, che dopo neanche un minuto sono già sotto a causa del rimorchio vincente di Vokla. L’Italia fatica a entrare in partita e a prendere il ritmo giusto, ma sfiora comunque il gol in power-play con il rebound di Hochkofler dopo un tiro ben costruito di Frigo. Ed è sempre la superiorità numerica, poco più tardi, a consentire a Insam di insaccare il pareggio in diagonale dopo una buona combinazione con Lacedelli e Bardaro.

I magiari prendono il largo

Nel secondo tempo il Blue Team perde il filo del match, concede troppe occasioni agli ungheresi, e alla fine Bernard deve inchinarsi a Terbocs. Le occasioni migliori per pareggiare capitano sul bastone di Hochkofler e Frigo, ma è in inferiorità numerica che l’Italia si divora il pareggio non riuscendo a concretizzare un contropiede tre contro uno aperto e finalizzato da Bardaro. In avvio di terza frazione, Erdely porta l’Ungheria sul +2, e il match sembra ormai chiuso.

Rimonta azzurra

I magiari sembrano in pieno controllo della partita, l’Italia fatica a farsi vedere con continuità in attacco, ma la sorpresa è in agguato. Power-play azzurro nel finale, Bernard lascia il ghiaccio per fare posto al sesto giocatore di movimento e Frigo devia il tiro di Trivellato per il 2-3. Crederci? Manca solo un minuto, ma perché no. Detto, fatto: Deluca prende posizione nello slot, riceve disco e insacca il pareggio a 14 secondi dalla sirena. A completare la rimonta ci pensa la ripartenza di Insam, chiusa con un micidiale tiro di polso.

Beddoes: “La squadra non ha mai mollato”

“La squadra non ha mai mollato – commenta coach Clayton Beddoes – e ragazzi come Insam e Frigo hanno svolto in maniera egregia il loro ruolo di leader. Grande merito, inoltre, va ad Andreas Bernard, che ci ha tenuto in partita nei momenti di difficoltà e ci ha permesso di portare a termine questa bella rimonta. Vittorie del genere aiutano soprattutto i più giovani ad imparare dai propri errori e a credere maggiormente in sé stessi”.

Non abbiamo mai mollato, vittorie come questa servono ai più giovani per credere maggiormente in sè stessi (Clayton Beddoes)

Oggi match con la Polonia in diretta streaming

L’Italia tornerà sul ghiaccio oggi, sempre alle ore 15, contro i padroni di casa della Polonia. Si tratta del 53esimo scontro diretto fra le due nazionali: gli azzurri ne hanno vinti 21 (4 pareggi e 27 sconfitte) segnando 136 gol e subendone 164. L’ultimo faccia a faccia risale al 22 aprile 2018 ai Mondiali di Prima Divisione di Budapest. In quell’occasione l’Italia si impose 3-1 con reti di Scandella, Helfer e Deluca. Il match sarà trasmesso dalla TV polacca TVP Sport con diretta streaming a questo link: http://sport.tvp.pl/44971305/hokej-turniej-eihc-w-gdansku-polska-wlochy.

UNGHERIA-ITALIA 3-4 OT (1-1; 1-0; 1-2; 0-1)

UNGHERIA: Adorjan (Arany); Vokla-D. Szabo, Stipsicz-Fejes, Garat-Vojtko, B. Szabo; Gallo-Sebok-Erdely, Reisz-Sarpatki-Szita, Miskolczi-Nagy-Terbocs, Sagi-Horvath-R. Toth, Majoross. Coach: Jarmo Tolvanen

ITALIA: Bernard (Stoll); Larkin- Spornberger, Trivellato-Glira, Pavlu-Tauferer; Insam-Bardaro-Deluca, Frigo-Lambacher-Hochkofler, Mantinger-Castlunger-Lacedelli, Berger-Schweitzer. Coach: Clayton Beddoes

MARCATORI: 0.35 Vokla (1-0), 13.35 Insam (1-1/PP), 30.48 Terbocs (2-1), 44.45 Erdely (3-1), 59.06 Frigo (3-2/PP), 59.44 Deluca (3-3), 62.55 Insam (3-4)

POWER-PLAY: Ungheria 0/3 – Italia 2/4

Pubblicato il