Final-4-Scudetto-IHL – Serie A: nelle gare d’andata di semifinale, parità tra Asiago e Val Pusteria. Il Renon espugna Vipiteno per 4:3. Giovedì il ritorno a Brunico e Collalbo

E’ iniziata la Final-4 che condurrà allo Scudetto. Un pareggio ed una vittoria di misura: questo il primo responso dalle gare d’andata delle semifinali della IHL-Serie A. L’Asiago agguanta in extremis i Lupi della Val Pusteria per uno spettacolare 2:2 mentre il Renon ipoteca la gara a Vipiteno dopo il primo tempo e vince poi per 4:3 nonostante il tentativo di recupero finale dei Broncos. Giovedì le gare di ritorno di semifinale a Brunico e Collalbo.

Foto di David S. Wassagruba

Asiago e Val Pusteria rispettano le attese della vigilia. Finisce 2:2 al termine di una vibrante prima gara di semifinale con il pareggio dei padroni di casa che arriva a 17 secondi dalla fine del terzo tempo dalla stecca di Marco Rosa. Giovedì a Brunico sarà battaglia per il passaggio alla finale Scudetto con le due squadre che inseguiranno la vittoria nei regolamentari od anche oltre (overtime ed eventuali rigori).

L’Asiago è al gran completo mentre nel Brunico manca Marko Virtala per questa sfida di semifinale. I primi minuti sono tutti di marca giallorossa che mette molta pressione ai portatori di disco gialloneri. Primo vero brivido della serata con un tiro di Phil Pietroniro dalla distanza e poi con una parata d’istinto di Colin Furlong che sventa su Anthony Bardaro. L’Asiago spinge molto a cavallo del periodo e tiene in scacco un Brunico che sembra subire ma poi riesce a controllare le sfuriate degli stellati. Poi via via gli ospiti escono alla distanza ed iniziano a portarsi dalle parti di Cloutier per una partita più equilibrata. Il primo tempo finisce 0:0.

Nella ripresa l’Asiago deve fronteggiare una penalità ma allo scadere di quest’ultima per poco non segna dopo una ficcante azione di Michele Stevan e tiro conclusivo di Mark Naclerio. Dopo 29 minuti di gioco il risultato si sblocca. Anthony Bardaro si libera di un avversario e poi va in diagonale verso la porta pusterese: l’attaccante della Nazionale lascia partire un micidiale tiro all’incrocio per il vantaggio dei padroni di casa per un goal tanto bello quanto molto tecnico. Poi la formazione di casa cerca il raddoppio ma non lo trova mentre gli animi nel finale di periodo si scaldano un po’.

Partenza a razzo dei Lupi all’inizio del terzo tempo. Palo pieno di Armin Hofer ed Asiago che si salva in qualche modo. Poi il Val Pusteria gestisce un powerplay e pareggia con un tiro nel traffico dalla distanza in diagonale di Markus Gander. Gli ospiti ora sono nel loro momento migliore. Ma il powerplay del Brunico è molto concreto: al 52′ Max Oberrauch porta in vantaggio i Lupi con un goal molto simile a quello di Gander. A tre minuti dalla fine Tessari viene spedito in panca dei puniti e l’Asiago è nuovamente in quattro, ma riesce a resistere. Nell’ultimo minuto Ivany toglie il portiere e prova il tutto per tutto. I giallorossi entrano in zona offensiva, fanno girare il disco fino a quando Bina serve Rosa che al volo infila il disco in rete a 17 secondi dal termine per un pareggio tutto sommato meritato da parte dei padroni di casa. Ora le due squadre si giocano tutto per la finale giovedì a Brunico.

Il Renon si aggiudica la prima semifinale grazie ad un portentoso primo tempo (0:4 di parziale). Il Vipiteno si sveglia nel terzo tempo ma non riesce a recuperare e perde per 4:3. Al ritorno i Broncos devono assolutamente vincere entro i 60’ e forzare la gara all’overtime altrimenti il Renon andrà alla finale Scudetto per il sesto anno di fila.

Semifinale tutta altoatesina a Vipiteno dove i padroni di casa affrontano i Rittner Buam che da tre stagioni consecutive sono i detentori dello Scudetto. La squadra di casa deve rinunciare solo al canadese Kyle Just per scelta tecnica mentre i Rittner Buam sono al gran completo.

Dopo le prime scaramucce di gioco, la gara gira velocemente a favore dei Campioni d’Italia in carica. Una penalità a Luca Felicetti per aggancio ed un ritardo del gioco, 7 secondi più tardi, permettono ai Buam, sul finire del 4° minuto di gioco, di poter gestire una doppia superiorità per ben 113 secondi. Una situazione congeniale agli ospiti che numeri alla mano sono i migliori in questa stagione nella gestione delle superiorità: come una macchina ben oliata, la formazione di coach Riku-Petteri Lehtonen segna con Dan Tudin che solo davanti a Gianluca Vallini realizza la prima rete con un tiro all’incrocio (5’). Il Vipiteno poi contrasta la restante parte della superiorità e cerca poi di tornare in partita. Brandon McNally impegna Thomas Tragust nel primo powerplay dei Broncos ma per superare l’attenta difesa degli avversari ci vuole di più. Ma il Renon, alla distanza, si dimostra squadra implacabile. Durante la seconda superiorità dei Broncos, il Renon raddoppia dopo una clamorosa svista difensiva in fase d’impostazione. Henrik Eriksson lancia l’attaccante della Nazionale Alex Frei che sigla il raddoppio (16’). Il contraccolpo è pesante: i Wipptal vivono un vero e proprio incubo. Il Renon giganteggia con gli special team: al terzo powerplay a favore gran tiro di Andreas Lutz e su respinta goal del 3:0 di Simon Kostner (18’). In questa fase il Vipiteno è senza bussola ed a sei secondi dal primo break, poker dei Rittner Buam con Olegs Sislannikovs.

Nel secondo periodo il Vipiteno cerca con molta difficoltà di ritornare in partita ma le occasioni sono sempre sul conto del Renon che sfiora il pokerissimo con Henrik Eriksson ma Vallini para. I Broncos cercano un appiglio per sbloccare il loro attacco e lo trovano al 27’ con un’azione solitaria di Tobias Kofler che va a prendersi la respinta dopo un suo tiro e realizza la prima rete dei padroni di casa. Tuttavia i Broncos sono senza idee ed un po’ frastornati ma Vallini è provvidenziale su un altro errore della sua difesa.  Renon saldamente al comando anche alla fine del secondo tempo per 4:1.

Al rientro dal secondo intervallo il Vipiteno entra molto determinato e dimezza lo svantaggio dopo 44 secondi con Daniel Erlacher. La rete rimette più spinta ai Broncos che a questo punto rientrano in partita e trovano anche il terzo goal con la coppia degli ex: passaggio di Roland Hofer per la rete di Christian Borgatello (45’). Ora sul 3:4 i padroni di casa cercano il pareggio ma questo non arriva grazie all’ermetica difesa dei Campioni d’Italia che si aggiudicano il primo round di semifinale.

FINAL-4 SCUDETTO – IHL – SERIE A – GARA D’ANDATA SEMIFINALE

Migross Supermercati Asiago Hockey – HC Pustertal Wölfe 2-2 (0-0, 1-0, 1-2)

Gol: 29:08 A. Bardaro (M. Rosa Gonzales, L. Casetti) (1:0), 41:54 M. Gander (A. Hofer, T. Virtala) (1:1, PP1), 52:38 M. Oberrauch (C. Corbett, R. Andergassen) (1:2, PP1), 59:43 M. Rosa Gonzales (R. Bina, P. Pietroniro) (2:2/EA)

Formazione Asiago: Frederic Cloutier 59:37 (Andrea Longhini); Phil Pietroniro – Alexander Gellert; Enrico Miglioranzi – Robert Bina; Lorenzo Casetti – Francesco Forte; Simone Olivero – Josef Foltin; Matteo Tessari – Marco Rosa – Anthony Bardaro; Chad Pietroniro – Mark Naclerio – Josè Magnabosco; Davide Conci – Davide Dal Sasso – Federico Benetti; Michele Marchetti – Michele Stevan – Fabrizio Pace; Allenatore Ron Ivany;

Formazione Val Pusteria: Colin Furlong (Hannes Stoll); Gianluca March – Armin Hofer; Armin Helfer – Danny Elliscasis; Ivan Althuber – Cody Corbett; Maximilian Leitner – Gregor Grossgasteiger; Tommaso Traversa – Raphael Andergassen – Markus Gander; Max Oberrauch – Teemu Virtala – Alex De Lorenzo Meo; Lukas De Lorenzo Meo – Simon Berger – David Laner; Felix Brunner – Thomas Erlacher – Alessio Piroso; Allenatore: Petri Mattila;

Penalità: 14-6 (2-2, 4-4, 8-0); Tiri: 26-26 (12-9, 9-6, 5-11);

Arbitri: A. Benvegnù, M. Mori (M. De Zordo, P. Giacomozzi)

Spettatori: 1120

Classifica: Asiago e Val Pusteria 1 punto;

Wipptal Broncos Weihenstephan – Rittner Buam 3-4 (0-4, 1-0, 2-0)

Gol: 5:44 D. Tudin (A. Frei) (0:1, PP2), 16:14 A. Frei (H. Eriksson) (0:2, SH1), 18:28 S. Kostner (A. Lutz) (0:3, PP1), 19:54 O. Sislannikovs (T. Spinell) (0:4), 27:33 T. Kofler (D. Erlacher, M. Mantinger) (1:4), 40:44 D. Erlacher (T. Kofler, F. Hackhofer) (2:4), 45:39 C. Borgatello (R. Hofer, F. Hackhofer) (3:4)

Formazione Wipptal Broncos: Gianluca Vallini 58:44 (Jakob Rabanser); Roland Hofer – Christian Borgatello; Fabian Hackhofer – Hannes Oberdorfer; Michael Messner – Dominik Bernard; Dino Andreotti; Brandon McNally – Mitch Nardi – Jure Sotlar; Matthias Mantinger – Tobias Kofler – Daniel Erlacher; Tommy Kruselburger – Paolo Bustreo – Luca Felicetti; Daniel Maffia – David Gschnitzer – Tommy Gschnitzer; Coach: Ivo Jan;

Formazione Rittner Buam: Thomas Tragust 60:00 (Hannes Treibenreif); Andreas Lutz-Tobias Brighenti; Ivan Tauferer-Christoph Vigl; Patrik Luza-Imants Lescovs; Alexander Brunner-Adam Giacomuzzi; Olegs Sislannikovs-Dan Tudin-Thomas Spinell; Alex Frei-Henrik Eriksson-Simon Kostner; Stefan Quinz-Julian Kostner-Markus Spinell; Kevin Fink-Alexander Eisath-Philipp Pechlaner; Coach: Riku-Petteri Lehtonen

Penalità: 6-6 (6-4, 0-0, 0-2) – Tiri: 31-35 (9-18, 9-8, 13-9)

Arbitri: A. Lazzeri, O. Piniè (A. Bedana, A. Piras)

Spettatori: 499

Renon 2 punti; Vipiteno 0 punti;

 

Hockey Ghiaccio – Final-4 
85° Scudetto – IHL – Serie A
Semifinali – Gare d’andata – Martedì 22 gennaio 
ore 20:00 – Vipiteno:  Wipptal Broncos Weihenstephan – Rittner Buam 3:4
ore 20:30 – Asiago:  Migross Supermercati Asiago Hockey 1935 – HC Val Pusteria Lupi 2:2
Semifinali – Gare di ritorno – Giovedì 24 gennaio
ore 20:00 – Collalbo:  Rittner Buam – Wipptal Broncos Weihenstephan
ore 20:00 – Brunico: HC Val Pusteria Lupi – Migross Supermercati Asiago Hockey 1935
FINAL 4 – FINALI – 26/27 GENNAIO 2019
Finale andata: sabato 26 gennaio
Finale ritorno: domenica 27 gennaio

DETTAGLIO CALENDARIO FINAL-4 – SEMIFINALI – 22/24 gennaio 2019

#DATETIMEHOME TEAMAWAY TEAMRESULT
1mar 22/01/201920:00Wipptal Broncos WeihenstephanRittner Buam3:4
1mar 22/01/201920:30Migross Asiago HockeyHC Pustertal Wölfe2:2
2gio 24/01/201920:00HC Pustertal WölfeMigross Asiago Hockey
2gio 24/01/201920:00Rittner BuamWipptal Broncos Weihenstephan

 

 

Pubblicato il