Nazionale – Mondiali di Divisione I – Gruppo A: domenica l’esordio contro la Polonia

Pubblicato il

Dopo aver ufficializzato il team che parteciperà ai Mondiali di Budapest, si avvicina sempre di più il primo ingaggio previsto per domenica alle ore 19:30. Ancora una volta sarà la sfida con la Polonia ad inaugurare il percorso degli Azzurri in un Mondiale di Divisione I – Gruppo A. Nei due recenti precedenti contro la formazione biancorossa, si sono registrate due vittorie degli Azzurri (per 2:1 e 3:1), per la conquista di punti poi dimostratisi importanti sia nel 2015 (a Cracovia), per il quinto posto, e poi nel 2016 (a Katowice) per la promozione in Top Division come seconda classificata. Ormai una classica quella tra Italia e Polonia che dirà molto sul reale stato di forma della squadra di coach Clayton Beddoes che sarà in panchina per il suo primo Mondiale da head coach dopo aver fatto due anni come vice coach.

Per l’Italia si tratta del 24° Campionato del Mondo di Divisione I – Gruppo A dal 1961 e che nel tempo ha avuto varie denominazioni e negli anni passati meglio noto come “Pool B”. L’Italia ha conquistato l’oro e di conseguenza la promozione nella massima divisione Mondiale per 5 volte: nel 1981 ad Ortisei, nel 1991 a Lubiana, nel 2005 ad Eindhoven, nel 2009 a Touron (Polonia), e poi nel 2011 a Budapest. Per altre 2 volte l’Italia è arrivata al secondo posto e si è guadagnata lo stesso l’accesso alla Top Division come nel 2013 a Budapest, alle spalle del Kazakistan, e nel 2016 a Katowice, alle spalle della Slovenia. In quest’ultimo caso la promozione poi fu confermata giorni dopo in base alle prestazioni di Germania e Francia nei Mondiali di Top Division di Mosca e San Pietroburgo (2016). Ma al di là di questi ricordi di cronaca, il Mondiale che va ad iniziare alla SportArena di Budapest – dal 2011 è la terza volta che la capitale magiara ospita questa Divisione – si prospetta molto difficile ed intenso come non si ricordava da tempo. Proprio perché la presenza del Kazakistan e dell’ “olimpica” Slovenia, unita alla Polonia, agli ambiziosi nonché padroni di casa dell’Ungheria ed una pur sempre ostica Gran Bretagna non permettono pause o riflessioni con avversari agguerriti e che desiderano prendersi uno dei due posti in palio per i Mondiali di Top Division 2019 di Kosice e Bratislava in Slovacchia (3-19 maggio 2019). Come sempre, invece, la sesta classificata tra le partecipanti retrocederà in Divisione I – Gruppo B per il 2019.

A guidare il gruppo azzurro in pista, in qualità di capitano, ci sarà il carisma e l’eterna giovinezza di Armin Helfer, difensore alla sua 18esima esperienza in un Mondiale con la maglia dell’Italia e che aveva esordito in una categoria Senior nel 2000 a San Pietroburgo. “Se mi chiamano, io rispondo sempre presente. La voglia di giocare e di divertirmi non passa mai e per adesso, da quando ho iniziato, ho saltato solo il Mondiale 2014 per infortunio. La Divisione I di questo tipo richiede molta concentrazione e poca possibilità di sbagliare. Dovremo fare le cose più semplici e fatte bene. Dobbiamo pressare sugli avversari e non dargli tempo di organizzarsi. Non ci sono alternative. A questo Mondiale ci sono sicuramente formazioni più talentuose dell’Italia ma noi abbiamo sempre dimostrato di esserci. Cuore, grinta e volontà non ci mancano. Questo gruppo è splendido ed il coaching staff ha lavorato molto bene.”

Un altro giocatore che di Mondiali s’intende è certamente l’attaccante Giulio Scandella: “Sarà la mia decima presenza in un Mondiale. Quello che posso dire è che anche nella attuale divisione il livello si è alzato di parecchio negli ultimi anni. Non c’è più la squadra che ti assicura punti a prescindere, ma ogni partita sarà durissima. Anche contro la Gran Bretagna che è la neopromossa. Però il nostro livello e la composizione di squadra ci permette di essere molto fiduciosi. Si può fare bene o fare male. Ma tutti giocano 5 partite, noi come gli avversari. L’importante è ripartire subito. Sia che si vinca che si perda, l’incontro successivo è tutta un’altra storia. Ho terminato una stagione fantastica e mi sento di poter dare il mio contributo alla squadra e di essere da esempio per i giocatori più giovani.”

Anche l’assistant coach, Giorgio De Bettin si esprime sull’Italia: “Questo è un gruppo che rema dalla stessa parte e che s’impegna al massimo. Direi che sarà proprio la forza di un gruppo unito a fare la differenza. Una delle componenti su cui puntiamo è anche la velocità, cosa che non manca in questa squadra.

Mondiali IIHF 2018 – Divisione I – Gruppo A – Budapest – Ungheria (22-28 aprile 2018)

Calendario Italia

22 aprile Polonia – Italia – ore 19:30

23 aprile Italia – Ungheria – ore 19:30

25 aprile Kazakistan – Italia – ore 12:30

27 aprile Italia – Gran Bretagna – ore 19:30

28 aprile Slovenia – Italia – ore 16:00